Kimura Trading

Tesla sotto esame in Cina: Musk intensifica impegno con autorità

Tesla rafforza il suo team di relazioni con Pechino per salvaguardare il secondo mercato più importante per Elon Musk dopo gli Stati Uniti. Ecco i dettagli

Tesla, di fronte al controllo in Cina sulla sicurezza e sui reclami del servizio clienti, sta rafforzando il suo impegno con le autorità di regolamentazione di Pechino e rafforzando il suo team di relazioni con il governo, hanno detto fonti vicine alla vicenda.

Il cambio di strategia dell’azienda capitanata da Elon Musk, che porta a una maggiore interazione dietro le quinte con i politici a Pechino rispetto a prima, mostra la serietà con cui la casa automobilistica statunitense vede le battute d'arresto nel suo secondo mercato più grande.

La mossa di Tesla arriva anche in un momento in cui la Cina sta cercando di regolamentare le grandi società private, specialmente nel settore tecnologico, viste le preoccupazioni per il loro dominio sul mercato. Tesla non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento lunedì, un giorno festivo in Cina.

Le autorità di regolamentazione in Cina, il più grande mercato automobilistico del mondo, discutono le politiche e gli standard del settore con aziende globali e locali, associazioni di settore e gruppi di esperti. I produttori di solito partecipano a tali riunioni in Cina, ma a differenza dei rivali tra cui Toyota Motor e General Motors, i funzionari di Tesla erano in gran parte assenti dalle riunioni a porte chiuse, secondo alcune persone che hanno familiarità con la questione, si legge su Reuters.

Ma nelle scorse settimane, i dirigenti di Tesla hanno partecipato ad almeno quattro discussioni politiche, su argomenti tra cui l'archiviazione dei dati delle automobili, le tecnologie di comunicazione da veicolo a infrastruttura, il riciclaggio delle auto e le emissioni di carbonio. Tesla, che produce berline elettriche Model 3 e SUV Model Y nel proprio stabilimento di Shanghai, non ha preso impegni importanti alle riunioni, ma ha partecipato ad alcune discussioni, hanno detto le fonti.

 

Tesla espande il team di relazioni con Pechino

Tesla sta anche espandendo il suo team per le relazioni con il governo in Cina, ha detto una delle fonti. Tesla sta assumendo manager per aggiornare un database delle politiche e mantenere relazioni con il governo e le associazioni di settore per "costruire un ambiente esterno armonioso per supportare lo sviluppo del business di Tesla nel mercato regionale".

La Cina è infatti il secondo mercato più grande della casa automobilistica dopo gli Stati Uniti, rappresentando circa il 30% delle vendite globali di Tesla, e ha contribuito a registrare consegne di veicoli record nel primo trimestre 2021.

A febbraio, le autorità di regolamentazione cinesi hanno convocato i responsabili di Tesla per le segnalazioni dei consumatori di incendi di batterie, accelerazioni impreviste e guasti negli aggiornamenti software. Il mese scorso inoltre Tesla è stata sotto i riflettori quando i militari hanno vietato alle sue auto di entrare nei suoi complessi, citando preoccupazioni di sicurezza per le telecamere dei veicoli.

Il colosso automotive è stato preso di mira dai media statali e dalle autorità di regolamentazione dopo che un cliente, arrabbiato per la gestione del suo reclamo sul malfunzionamento dei freni, è salito su una Tesla in segno di protesta al salone dell'auto di Shanghai. I video dell'incidente sono diventati virali (clicca qui per approfondire).

Grace Tao, una vicepresidente di Tesla che dirige il suo impegno per le relazioni con il governo in Cina, è stata criticata dai media statali il mese scorso. In risposta ai diversi reclami, Tesla ha affermato che avrebbe istituito un data center in Cina, avviato l'autoispezione per migliorare i servizi e collaborare con le autorità di regolamentazione.

 

Tesla ha bisogno della Cina

Tesla ha bisogno della Cina. Nei risultati dell’ultimo trimestre Tesla ha riportato utili record, ma il titolo è sceso al 4% il giorno successivo. Questo perché quei profitti sono stati realizzati vendendo Bitcoin e una quantità record di crediti energetici alle case automobilistiche con motori a combustione.

Con l'aumento della concorrenza negli Stati Uniti e in Cina nella seconda metà dell'anno, il mercato per le vendite di tali crediti potrebbe iniziare a prosciugarsi . Wall Street vuole sapere in che modo la società continuerà a realizzare un profitto anche nei mesi a venire.

L'anno scorso, Tesla ha guidato il mercato dei veicoli elettrici nelle vendite. Ma quest'anno viene battuto per il primo posto dall'Hongguang Mini, realizzato dalla joint venture SAIC-GM-Wuling Automobile e costa tra i 4.000 e 4.500 dollari. Musk dovrà stare molto attento a non inciampare sulle relazioni con Pechino, dal momento che l’ex Impero Celeste è pronto a rappresentare il 40% delle consegne globali entro il 2022.

 

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti