Amazon: rischio tasse extra per 5,2 miliardi, ecco il motivo | Investire.biz

Amazon: rischio tasse extra per 5,2 miliardi, ecco il motivo

27 set 2022 - 15:30

Il gigante e-commerce lo scorso anno avrebbe pagato altri 5,2 miliardi di dollari di tasse, se fosse stato in vigore l'Inflation Reduction Act. Ecco quali sono i motivi

L' Inflation Reduction Act (IRA) approvato ad agosto dal Presidente alla Casa Bianca Joe Biden determinerà un cambiamento sostanziale in termini di tassazione per molte grandi aziende. Se il provvedimento fosse stato in vigore nel 2021, circa 78 società americane avrebbero pagato complessivamente 31,8 miliardi di dollari in più, in base a uno studio realizzato dall'UNC Tax Center.
 
Tra queste spiccano la Berkshire Hathaway di Warren Buffett con 8,3 miliardi di dollari, Amazon con 5,2 miliardi di dollari, Ford con 1,9 miliardi di dollari ed eBay con 1,3 miliardi di dollari.
 
Il rapporto si è basato sui documenti normativi depositati presso la Securities and Exchange Commission e quindi ha preso in considerazione solo le società quotate. Secondo Heather Jurek, Vicepresidente dell'ufficio tasse di eBay, l'interpretazione di UNC in merito alle nuove regole fiscali è imprecisa e inoltre è "guidata da una disposizione significativa nel 2021 che è improbabile che la società replichi". Lo scorso anno, ad esempio, eBay ha aumentato i ricavi in quanto ha venduto la sua divisione di annunci, eBay Classifieds Group, ad Adevinta per 9,2 miliardi di dollari, incassati in parte in contanti e in parte in azioni.
 
Ad ogni modo, la nuova legislazione entrerà in vigore nel 2023 e prevede un'aliquota fiscale minima del 15% sul reddito. Nel complesso, la nuova tassa dovrebbe apportare nelle casse dello Stato circa 222 miliardi di dollari in 10 anni, di cui 35 miliardi nel 2023.
 
 

Amazon: ecco i vantaggi ottenuti lo scorso anno

Amazon si può dire che ha avuto un risparmio notevole, dato che lo scorso anno l'IRA non era in vigore. Infatti, il gigante di Seattle ha registrato entrate lorde per 35 miliardi di dollari, scontando una tassa federale appena del 6%, in base a un rapporto dell'Institute on Taxation and Economic Policy. La società guidata da Andy Jassy ha sborsato 2,1 miliardi di dollari in termini di imposte sul reddito per l'anno fiscale 2021, ma se non avesse avuto agevolazioni fiscali avrebbe pagato il 21%, ovvero 7,3 miliardi di dollari. In definitiva, per Amazon c'è stato un risparmio netto di 5,2 miliardi di dollari.
 
Il blog della società riporta, però, alcuni dati riguardanti tutte le imposte fiscali dell'azienda lo scorso anno. Le spese fiscali federali sul reddito sono ammontate a 2,3 miliardi di dollari. I contribuiti fiscali includevano anche le imposte di 22 miliardi di dollari sulle vendite che Amazon ha raccolto per conto di Stati e località in tutti gli Stati Uniti. Inoltre, sono da annoverare 5,2 miliardi di dollari di tasse federali tra cui il libro paga dei datori di lavoro, i dazi doganali e altre tasse e commissioni. Infine, vi sono oltre 4 miliardi di dollari di varie tasse statali e locali. 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti

I Nostri Partners


Malta

ELP Finance LTD

34, Wied Ghomor Street, St. Julians STJ 2043 – Malta

+356 20 341590

Switzerland

ELP SA

Corso San Gottardo 8A, 6830 Chiasso, Switzerland

+41 91 9228169

ELP Finance LTD e il suo sito web non offrono servizi finanziari, regolamentati o di investimento. Le informazioni presenti sul sito non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web della società puntano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa.

Si prega di leggere Dichiarazione di non responsabilità, Informativa sui rischi, Informativa sul trattamento dei dati personali, Termini e condizioni e la Politica sulla sicurezza informatica prima di utilizzare questo sito Web. Continuando ad accedere o utilizzare questo sito Web o qualsiasi servizio su questo sito, dichiari di accettare questi termini e condizioni. Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Il trading online comporta un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello della tua esperienza, la tua disponibilità ad assumerti dei rischi e consultare un consulente indipendente. C'è sempre la possibilità di perdere l'investimento, per intero o parte di esso. Quindi ti suggeriamo di investire denaro che puoi permetterti di perdere.

Dichiarazione di non responsabilità - Informativa sui rischi - Informativa sul trattamento dei dati personali - Termini e condizioni - Politica di sicurezza informatica - Codice Etico - Cookie policy

© 2022 Investire.biz, all rights reserved.