Poste Italiane: comprare o vendere azioni dopo conti semestrali? | Investire.biz
Kimura Trading

Poste Italiane: comprare o vendere azioni dopo conti semestrali?

Poste Italiane ha comunicato i risultati del primo semestre del 2021. L’utile netto del primo semestre balza di oltre il 40% a 773 milioni di euro. Ecco tutti dettagli

Poste Italiane (qui la storia della società) ha pubblicato i conti relativi al primo semestre 2021. Il periodo in esame si è concluso con ricavi e redditività in forte miglioramento. Inoltre, i risultati del solo secondo trimestre si sono rivelati superiori alle stime degli analisti. Vediamo tutti i dettagli e cosa dice l’analisi tecnica.

 

Azioni Poste Italiane: i conti del primo semestre 2021

Poste Italiane ha terminato il primo semestre del 2021 con ricavi a 5,68 miliardi di euro, in aumento del 14% rispetto ai 4,99 miliardi realizzati nello stesso periodo dell’esercizio precedente. In forte miglioramento anche il risultato operativo, aumentato a 1,05 miliardi di euro (+37,1%).

Il gruppo ha terminato il periodo in esame con un utile netto a 773 milioni di euro (+41,8%), valore che si confronta ai 546 milioni contabilizzati nei primi sei mesi del 2020. Per quanto riguarda il secondo trimestre, i ricavi si sono attestati a 2,75 miliardi di euro (+18,7%) mentre l’utile netto a 326 milioni di euro (+36,4%). I risultati trimestrali sono stati migliori del consensus degli analisti, che indicavano ricavi e utile netto rispettivamente a 2,69 miliardi e 243 milioni di euro.

A fine giugno la posizione finanziaria netta era positiva per 7,23 miliardi di euro (6,86 miliardi di euro a inizio 2021). Le Attività Finanziarie Totali sono aumentate a 576 miliardi di euro grazie a una raccolta netta di 5,8 miliardi e spinte dai prodotti assicurativi del comparto Vita.

Il board di Poste Italiane ha segnalato che nei prossimi mesi la società proseguirà il percorso di evoluzione dell’offerta per l’ingresso nel mercato dell’energia previsto nel corso del prossimo anno e per lo sviluppo dei segmenti strategici dei pacchi, della protezione, del motor e del broadband. Inoltre, a supporto della ripresa economica, Poste Italiane proseguirà nell’acquisto dei crediti di imposta legati al cd D.L. Rilancio.

“I ricavi sono al di sopra dei livelli pre-pandemia e sono pienamente in linea con i trend previsti dal piano strategico “24SI”, in crescita di un consistente 18,7% nel secondo trimestre”, ha affermato l’AD Matteo Del Fante, il quale ha inoltre sottolineato come il risultato operativo sia “aumentato del 32% a 429 milioni di euro, più che triplicato su base annua se si considerano i risparmi una tantum realizzati sui costi nel secondo trimestre del 2020”. Vediamo ora cosa dice l’analisi tecnica e quali potrebbero essere le strategie operative sul titolo a Piazza Affari.

 

Azioni Poste Italiane: analisi tecnica e strategie trading

A seguito dei conti relativi al primo semestre 2021, nella seduta di contrattazioni odierna sarà importante monitorare il titolo a Piazza Affari. A livello grafico le azioni Poste Italiane si trovano all’interno di una tendenza rialzista di lungo periodo, partita dai minimi in area 6,93 euro a novembre 2020.

Nel breve periodo i corsi hanno trovato un’area di supporto a 10,50 euro, zona dalla quale stanno tentando di invertire la fase discendente che si è sviluppata dai massimi registrati a metà giugno 2021. Le quotazioni si mantengono ancora al di sotto della media mobile semplice a 50 giorni e un eventuale superamento di questa (insieme al breakout dei massimi della scorsa ottava) potrebbe dare il via all’implementazione di strategie di matrice rialzista che avrebbero target in area 12 euro.

La positività verrebbe invece meno con una violazione stabile dell’area di concentrazione di domanda precedentemente menzionata a 10,50 euro, mossa che metterebbe in vantaggio i venditori. In questo caso strategie di matrice ribassista potrebbero avere target in area 9,50 euro.

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti