Il 2022 dell’euro, perdente ma non su tutto | Investire.biz

Il 2022 dell’euro, perdente ma non su tutto

24 ott 2022 - 17:30

01 dic 2022 - 12:56

Nonostante sia percepito come valuta fragile, l'euro nel 2022 ha fatto molto bene su diverse currency cicliche. E poi c'è il caso dello yen

Il 2022 è generalmente percepito come un’annata particolarmente deludente per l’euro. Eppure la moneta unica europea nell'anno corrente è riuscita a guadagnare terreno contro diverse valute concorrenti. Vediamole nel dettaglio.

Con la BCE che nel 2022 ha iniziato ad incrementare il tasso di riferimento, l’euro ha guadagnato terreno su quelle pochissime valute rimaste ancorate al tasso zero. Tra queste poche c’è lo yen, che ha perso il 12% e spinto il cross EUR/JPY di poco sotto quota 150 (148,388 ¥), livello che non si vedeva dal 2015.

Peggio dello yen ha fatto solamente la lira turca. Gravata da un’inflazione sopra l’80% e da una politica monetaria semplicemente folle di taglio del costo del denaro sulla base di un paradigma inventato da Erdogan, la perdita della lira contro euro è stata superiore al 20% anche nel 2022.


Non solo yen e lira

Messe da parte le variazioni negative in doppia cifra, ci sono diverse valute che contro euro nel 2022 hanno perso il 4-5%.

La prima è la sterlina inglese, afflitta da un mix di instabilità politica e inflazione. Il Governo Truss è durato meno di 50 giorni a causa dell’incredibile dose di improvvisazione con la quale ha affrontato i mercati finanziari durante la presentazione di un ambizioso quanto irragionevole piano di tagli fiscali. Il rischio di veder saltare in aria diversi fondi pensione, colpiti dalle margin call durante una drammatica caduta di prezzo dei Gilt, ha costretto la Bank of England ad intervenire fornendo liquidità (mentre continua ad alzare i tassi di interesse).

Poi ci sono le monete dei Paesi scandinavi. La corona svedese (SEK) ha perso il 7% rispetto alla moneta unica a causa di una banca centrale troppo timida nell’affrontare l’inflazione mentre quella norvegese (NOK, -4%), oltre alla lentezza della Norges Bank, ha pagato pegno anche al calo del prezzo del petrolio. 

Tra le valute perdenti conto euro nel 2022 c’è anche il dollaro neozelandese. Anche in questo caso, come per la Norvegia, la Nuova Zelanda e la sua valuta paga una politica monetaria restrittiva partita in anticipo che si è fatta più timida dopo i primi dati economici poco incoraggianti. 

Oltre allo yen, il rallentamento economico sta colpendo quindi tutte le valute più cicliche. Se la recessione globale proseguirà, questa tendenza di rafforzamento dell’euro troverà un seguito anche ad inizio 2023, con l’unica incognita rappresentata dallo yen (che da un momento all’altro potrebbe essere oggetto di massicci interventi da parte della BoJ). 

 

 

0 - Commenti

I Nostri Partners


Malta

ELP Finance LTD

34, Wied Ghomor Street, St. Julians STJ 2043 – Malta

+356 20 341590

Switzerland

ELP SA

Corso San Gottardo 8A, 6830 Chiasso, Switzerland

+41 91 9228169

ELP Finance LTD e il suo sito web non offrono servizi finanziari, regolamentati o di investimento. Le informazioni presenti sul sito non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web della società puntano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa.

Si prega di leggere Dichiarazione di non responsabilità, Informativa sui rischi, Informativa sul trattamento dei dati personali, Termini e condizioni e la Politica sulla sicurezza informatica prima di utilizzare questo sito Web. Continuando ad accedere o utilizzare questo sito Web o qualsiasi servizio su questo sito, dichiari di accettare questi termini e condizioni. Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Il trading online comporta un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello della tua esperienza, la tua disponibilità ad assumerti dei rischi e consultare un consulente indipendente. C'è sempre la possibilità di perdere l'investimento, per intero o parte di esso. Quindi ti suggeriamo di investire denaro che puoi permetterti di perdere.

Dichiarazione di non responsabilità - Informativa sui rischi - Informativa sul trattamento dei dati personali - Termini e condizioni - Politica di sicurezza informatica - Codice Etico - Cookie policy - Privacy Policy

© 2023 Investire.biz, all rights reserved.