Il premio al rischio dimenticato dei REIT | Investire.biz

Il premio al rischio dimenticato dei REIT

11 nov 2022 - 12:30

Il settore del real estate sta facendo peggio rispetto all'azionario globale. Ma nel caso europeo la contrazione è ancora maggiore. Come muoversi con gli ETF di settore

Il mercato immobiliare europeo è sotto pressione a causa, tra gli altri, del rialzo dei tassi di interesse e dell'imminente recessione economica. Ma questi problemi esistono anche in altre parti del mondo e quindi stupisce l’intensità e la velocità con la quale stanno scendendo le valutazioni delle società legate al mondo real estate quotate sui listini europei.

Incertezza geopolitica e rallentamento delle compravendite causate da un mix di aumento tassi e aumento dei materiali di costruzione combinati ai costi delle utenze, stanno creando uno scenario non propriamente benigno soprattutto in quella Germania che rappresenta uno dei paesi più rappresentati, assieme alla Francia, nei panieri degli ETF.

Se confrontiamo l’andamento a inizio novembre dell’ETF iShares European Property con lo stesso ETF che però investe solo in USA, ci rendiamo conto della pessima performance collezionata dai REIT (Real Estate Investment Trust) europei negli ultimi 3 anni. Il -37% è maturato tutto negli ultimi 12 mesi e si confronta con il +2% dei REIT americani.


Effetto cambio ma non solo


E a quanto pare le responsabilità della componente Gran Bretagna non sono poi così decisive visto che l’ETF Uk Property a distanza di 3 anni perde “solo” il 22%. Rimanendo sul tema geografico da evidenziare la tenuta dell’ETF iShares Asia Property cha in 3 anni ha riportato una performance negativa del 15%.

Quindi real estate che nell’ultimo triennio non ha fornito grandi soddisfazioni agli investitori.

Dobbiamo considerare che nello stesso arco temporale dei tre anni l’indice Msci World ha guadagnato il 30%. Non si può certo dire che il premio al rischio di questo asset alternativo è stato soddisfacente per un investitore che ha scelto di diversificare.

L’ETF iShares European Property esclude la Gran Bretagna dal proprio paniere di investimento ed è stato letteralmente massacrato nell’ultimo anno.  Il price/cash flow, multiplo preferito al prezzo/utili per gli strumenti immobiliare, è molto allettante e pari a 10. Altro indicatore fondamentale che testimonia lo sconto raggiunto da queste asset europee è il prezzo/valore di libro. Il paniere di azioni presente nell’ETF oggi quota a 0,6 volte il patrimonio.

L’ETF è ben diversificato in termini numerici (oltre 60 società), ma soffre tremendamente la presenza di una società tedesca, Vonovia, che fagocita tutti il resto con oltre il 20% di peso. La svizzera Swiss Prime Site e un’altra tedesca, Leg Immobilien, occupano la seconda e la terza piazza con il 5%.

Nonostante i tanti buy espressi dalle principali case d’affari negli ultimi mesi, l’emorragia di prezzo di Vonovia non sembra fermarsi. Solo ad inizio anno l’azione quotava poco sotto i 50 euro. Oggi siamo ben sotto quota 22 in una spirale ribassista che da agosto in avanti sembra senza freni. La recessione tedesca a quanto pare si fa sentire.

Uno strumento alternativo per evitare questa concentrazione su una sola azione pur investendo in Europa (ma con Gran Bretagna) è l’ETF Xtrackers Developed Europe Real Estate; qui Vonovia rimane sempre il primo titolo ma con il 10% di peso.

Tornando all’ETF di iShares European Property, a livello geografico la Germania occupa il 35% del portafoglio seguita al 15% da Svizzera, Belgio, Francia e Svezia. Anche il paese scandinavo è responsabile del calo dell’ETF degli ultimi mesi visto che la bolla speculativa sul mercato nordico sembra essere scoppiata dopo la rimozione del tasso zero da parte della banca centrale. Gli analisti prevedono in Svezia prezzi delle case in caduta di almeno il 15% nel 2023.

Un settore quello del real estate europeo che non attrae sicuramente orde di investitori in questo momento di mercato. Ma come ben sa chi ha letto i nostri articoli sulle asset allocation più celebri d’America, un pezzettino di asset allocation del portafoglio è sempre destinato al real estate. Che oggi costa relativamente poco…

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti

I Nostri Partners


Malta

ELP Finance LTD

34, Wied Ghomor Street, St. Julians STJ 2043 – Malta

+356 20 341590

Switzerland

ELP SA

Corso San Gottardo 8A, 6830 Chiasso, Switzerland

+41 91 9228169

ELP Finance LTD e il suo sito web non offrono servizi finanziari, regolamentati o di investimento. Le informazioni presenti sul sito non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web della società puntano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa.

Si prega di leggere Dichiarazione di non responsabilità, Informativa sui rischi, Informativa sul trattamento dei dati personali, Termini e condizioni e la Politica sulla sicurezza informatica prima di utilizzare questo sito Web. Continuando ad accedere o utilizzare questo sito Web o qualsiasi servizio su questo sito, dichiari di accettare questi termini e condizioni. Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Il trading online comporta un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello della tua esperienza, la tua disponibilità ad assumerti dei rischi e consultare un consulente indipendente. C'è sempre la possibilità di perdere l'investimento, per intero o parte di esso. Quindi ti suggeriamo di investire denaro che puoi permetterti di perdere.

Dichiarazione di non responsabilità - Informativa sui rischi - Informativa sul trattamento dei dati personali - Termini e condizioni - Politica di sicurezza informatica - Codice Etico - Cookie policy

© 2022 Investire.biz, all rights reserved.