ETF ESG: azioni sostenibili, offerta e caratteristiche principali | Investire.biz

ETF ESG: azioni sostenibili, offerta e caratteristiche principali

24 gen 2023 - 14:00

25 gen 2023 - 10:32

La sostenibilità è diventata centrale nell'offerta delle principali case prodotto. In questo articolo spieghiamo alcuni elementi essenziali degli ETF ESG

Sostenibilità: questa è la parola che campeggia su praticamente la maggior parte delle emissioni degli ETF degli ultimi mesi, ma anche nelle home page delle principali banche e società di asset management. Fiutato l’affare, il marketing finanziario si è gettato a capofitto sul tema offrendo agli investitori praticamente ogni ETF già quotato anche in versione ESG. E i risultati in termini di raccolta danno ragione all’industria.

La piattaforma justEtf conta tra le file degli strumenti sostenibili più di 600 prodotti ed è altamente probabile che la tendenza ad emettere nuovi fondi proseguirà con questi ritmi anche nel 2023. I dati disponibili a fine 2021 indicavano in oltre 230 miliardi di dollari le masse amministrate già raccolte dagli ETF sostenibili.

Tutto ruota naturalmente attorno alla sigla ESG (Environmental, Social and Governance). L’attenzione ai temi ambientali, sociali e di governance societaria ha portato le società di asset management a dedicare investimenti e personale a quello che sembra essere un fenomeno destinato ad accompagnarci per molti anni. L’inserimento delle domande sulla preferenza verso i temi della sostenibilità all’interno dei questionari Mifid ha reso ancora più necessario un presidio del tema per offrire cataloghi di prodotti sempre più variegati e, si spera, di qualità.

 

 

I vantaggi degli ETF ESG

Gli ETF ESG si basano su indici elaborati integrando criteri ambientali, sociali e di governance nella selezione dei titoli. Prendendo ad esempio uno degli indici più conosciuti, Msci World, troviamo adesso sul mercato anche l’ETF che replica l’indice Msci World ma in versione ESG. Bisogna dire però che i criteri di selezione non sono uniformi. Si va dalla semplice esclusione di società operative in settori controversi (armi, tabacco, scommesse, ecc…), alla selezione di società si impegnano ad adottare investimenti con caratteristiche ambientali, sociali e/o di governance migliori rispetto ad un universo investibile o a un benchmark dichiarato, fino ad arrivare alla selezione di società che si impegnano a generare risultati di sostenibilità positivi, misurabili e aggiuntivi.

Con l’ETF ESG in pratica si uniscono ai vantaggi tipici dell’ETF come replica passiva di un indice, diversificazione e basso costo, anche la possibilità per l’investitore di essere protagonista nel miglioramento del clima sociale e ambientale allineando i propri valori agli obiettivi finanziari dell’investimento.

Non esistono al momento ricerche accademiche convincenti che possano dire con certezza che gli investimenti in società sostenibili sono meglio o peggio di quelli tradizionali. Gli esiti sono contrastanti e la storia di queste tipologie di investimento è ancora troppo breve per arrivare ad esprimere giudizi.

Il Regolamento UE relativo all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (Sustainable Finance Disclosure Regulation, SFDR) è stato pubblicato a dicembre 2019 e rappresenta il documento di riferimento per l’investitore. L’obiettivo del regolamento è quello di armonizzare gli standard d’informativa, stabilendo linee guida comuni su cui gli investitori possono basarsi in fase di valutazione delle caratteristiche di sostenibilità di un fondo e di comparazione dei rischi ESG e degli obiettivi di investimento sostenibile di diversi fondi. Quando compriamo un fondo sostenibile ci troviamo di fronte alla possibilità di trovare nel KIID indicata la sigla articolo 8 oppure articolo 9.

Gli ETF articolo 8 investono in società che promuovono caratteristiche ambientali o sociali e rispettano prassi di buona governance. Gli ETF articolo 9 investono in società che hanno come obiettivo, e non solo promuovono, investimenti sostenibili e investono in imprese che rispettano prassi di buona governance.

La maggior parte delle case prodotto si sta già attivando per fornire agli investitori dei filtri che a monte permettono di selezionare ETF sulla base degli articoli 8 e 9, una discriminante che rende più o meno stringenti il rispetto di certi parametri di sostenibilità da parte delle singole società quotate.

Per quello che riguarda gli ETF quotati in Europa esistono già strumenti con masse amministrate importanti. iShares Msci USA SRI ha superato i 7 miliardi di euro. SPDR Us Corporate ESG i 6 miliardi (confermando anche il notevole interesse per gli ETF obbligazionari), iShares Global Clean Energy è uno dei tematici più imponenti sul mercato con oltre 5 miliardi di masse.

La maggiore parte degli indici di mercato sono replicabili oggi in forma ESG, sia obbligazionari che azionari.

Questo rende possibile la costruzione di vere e proprie asset allocation “sostenibili” con prodotti caratterizzati da ottimi livelli di capitalizzazione, liquidità, basso costo e naturalmente sostenibilità. Un fattore quest’ultimo che rende più che mai necessaria una lettura attenta e meticolosa dei KID per comprendere a fondo quale tipo di filtri vengono applicati nella selezione dei titoli sottostanti.

 

 

0 - Commenti

I Nostri Partners


Malta

ELP Finance LTD

34, Wied Ghomor Street, St. Julians STJ 2043 – Malta

+356 20 341590

Switzerland

ELP SA

Corso San Gottardo 8A, 6830 Chiasso, Switzerland

+41 91 9228169

ELP Finance LTD e il suo sito web non offrono servizi finanziari, regolamentati o di investimento. Le informazioni presenti sul sito non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web della società puntano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa.

Si prega di leggere Dichiarazione di non responsabilità, Informativa sui rischi, Informativa sul trattamento dei dati personali, Termini e condizioni e la Politica sulla sicurezza informatica prima di utilizzare questo sito Web. Continuando ad accedere o utilizzare questo sito Web o qualsiasi servizio su questo sito, dichiari di accettare questi termini e condizioni. Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Il trading online comporta un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello della tua esperienza, la tua disponibilità ad assumerti dei rischi e consultare un consulente indipendente. C'è sempre la possibilità di perdere l'investimento, per intero o parte di esso. Quindi ti suggeriamo di investire denaro che puoi permetterti di perdere.

Dichiarazione di non responsabilità - Informativa sui rischi - Informativa sul trattamento dei dati personali - Termini e condizioni - Politica di sicurezza informatica - Codice Etico - Cookie policy - Privacy Policy

© 2023 Investire.biz, all rights reserved.