Certificati: sul biotech con coupon e autocallable | Investire.biz

Certificati: sul biotech con coupon e autocallable

Con il certificato Express con Memory Coupon di UBS si può investire in Moderna avendo a disposizione un ulteriore cuscinetto di sicurezza in caso di ul

Dopo i fasti del 2020 e 2021, quando il settore delle biotecnologie si è trovato sulla linea del fronte della battaglia contro il Covid-19, è arrivato un 2022 finora avaro per chi ha investito nelle aziende del comparto. Il Nasdaq Biotechnology Index perde intorno ai 20 punti percentuali da inizio anno mentre le operazioni straordinarie, M&A e quotazioni, sono crollate. L’anno scorso, secondo le rilevazioni di Refinitiv, ci sono state 152 Ipo di società biotech in tutto il mondo per un controvalore complessivo di 25 miliardi di dollari. Quest’anno, al 10 giugno, le nuove quotazioni sono state appena 23 (68 nel 2021) per un controvalore di 2,3 miliardi di dollari. 

Le ragioni di questo cambio di umore verso un settore che sembrava destinato a un futuro luminoso sono diverse. In primo luogo si partiva da livelli molto elevati delle quotazioni, troppo elevati anche per effettuare buone acquisizioni sul mercato, considerando che le possibili prede sono spesso piccole startup o small cap con sperimentazioni ancora nelle fasi iniziali. Promettenti ma anche rischiose. In secondo luogo è sparito dalle prime pagine dei quotidiani il tema del Covid, in parte anche grazie all’efficacia dei vaccini introdotti da campioni del settore come Pfizer-BioNTech, Moderna, Johnson. In terzo luogo lo scenario economico è mutato, con il rialzo dell’inflazione e dei tassi di interesse delle Banche centrali. La marea di liquidità, prima abbondante, inizia a ridursi e richiede una maggiore selettività nelle scelte degli investitori. 

Quello descritto è tuttavia un punto di partenza. Senza dover sperare in una nuova accelerazione della pandemia, i cui prodromi tuttavia si vedono già nell’aumento dei contagi delle ultime settimane, le valutazioni delle società del settore sono oggi decisamente più attraenti. Sempre Refinitiv mostra che quasi un terzo delle componenti del Nasdaq Biotechnology Index quotano a valori inferiori a quello d’impresa. Rimane la necessità di essere selettivi nella scelta su dove allocare il proprio capitale. 

Tra le aziende che hanno avuto successo nell’elaborazione di un vaccino efficace contro il Covid-19 c’è Moderna. La società statunitense ha peraltro comunicato, a fine giugno, che il vaccino booster bivalente mRNA1273.214 ha generato una risposta anticorporale neutralizzante contro le sottovarianti di Omicron BA.4 e BA.5. I dati devono essere ora validati dalla comunità scientifica, validati e accettati dal regolatore. L’obiettivo è di avviare la commercializzazione del nuovo booster a inizio agosto. Moderna però non ricerca solo vaccini contro il Covid ma anche farmaci mRNA per immuno-oncologia e malattie cardiovascolari. Oltre ai vaccini Covid, già commercializzati, quattro altre specialità si trovano in fase 3 di sperimentazione, quella che la precede. 

Per investire sull’azione Moderna UBS propone un certificato Express con Memory coupon, identificato dall’ISIN DE000UK3AS80. 

 

L'analisi tecnica dell’azione Moderna

Dopo aver toccato i massimi storici il 10 agosto 2021 a 497,49 dollari USA, l’azione Moderna ha intrapreso una china discendente, trovando i minimi nove mesi dopo, a marzo 2022, a quota 122,01. E qui, vicino ai minimi, è in buona sostanza rimasto, dopo un primo tentativo di reazione stoppato in area 188 dollari. Alla chiusura del 27 giugno 2022 l’azione si trovava a 145,36 dollari, il 19% in più rispetto ai minimi ma il 75% in meno rispetto ai massimi. Inoltre è da evidenziare come il titolo si trovi, dall’aprile scorso, inserito in un trading range compreso tra i citati minimi e l’area dei 153/155 dollari. Proprio quest’ultima area viene messa sotto pressione dall’azione che cerca di distaccarsi dall’area dei minimi sfruttando i preparativi dei Governi dell’emisfero boreale per affrontare l’autunno. 

 

La struttura del certificato

Il Certificato Express con Memory Coupon di UBS con ISIN DE000UK3AS80 sull’azione Moderna è stato emesso il 24 giugno 2022 con un prezzo di emissione di 1.000 euro e ha scadenza al 30 giugno 2027. È quotato sul SeDeX di Borsa Italiana e offre in pagamento coupon trimestrali a partire dal 30 settembre 2022 da 31,25 euro l’uno che verranno pagati se la quotazione del sottostante alla data di osservazione del coupon è superiore o pari al 65% del valore di strike. 

Il certificato è dotato delle opzioni Memory, Autocallable e Quanto:  

Effetto Memoria: consente all’investitore di incassare successivamente i premi non pagati a una data di pagamento dei coupon, nella prima data di osservazione dove le condizioni per il pagamento del premio vengano soddisfatte;

Opzione Autocallable: alle date di valutazione previste, a partire dal 30 marzo 2023, il certificato può scadere anticipatamente a patto che alla relativa data di osservazione la quotazione di Moderna sia pari o superiore al livello di rimborso anticipato. Tale livello, è previsto pari al 100% in occasione della prima data di osservazione per poi calare nelle date successive secondo la seguente progressione: 

•    30.03.2023 e 30.06.2023 100% del valore strike di Moderna
•    02.10.2023 e 03.01.2024 97,5% del valore strike di Moderna
•    03.04.2024 e 01.07.2024 95% del valore strike di Moderna
•    30.09.2024 e 02.01.2025 92,5% del valore strike di Moderna
•    31.03.2025 e 30.06.2025 90% del valore strike di Moderna
•    30.09.2025 e 02.01.2026 87,5% del valore strike di Moderna
•    30.03.2026 e 30.06.2026 85% del valore strike di Moderna
•    30.09.2026 e 31.12.2026 82,5% del valore strike di Moderna
•    01.04.2027 80% del valore strike di Moderna

Opzione Quanto: protegge dal rischio di cambio per i sottostanti non quotati in euro, come Moderna, quotata in dollari USA.

Se non si verificano mai, alle date di osservazione previste, le condizioni per una scadenza anticipata, il certificato arriva fino alla liquidazione finale, dove possono verificarsi due scenari:

–    se Moderna quota, alla data di osservazione finale (il 23 giugno 2027), a un valore superiore al valore di kick-in, pari al 65% dello strike di Moderna, viene rimborsato il valore nominale di 100 euro per certificato;
–    se Moderna quota a un valore pari o inferiore al livello di kick-in, il Certificato restituisce un importo direttamente legato alla performance del sottostante. Da sottolineare che gli eventuali coupon incassati durante la vita del Certificato andranno a ridurre, in questo caso, la perdita complessiva registrata dall’investitore, rendendola inferiore a quella che si sarebbe avuta investendo direttamente nel sottostante. 


Vediamo ora più da vicino i valori da monitorare per l’azione sottostante Moderna:

Strike 143,26; Soglia pagamento coupon: 93,12; Soglia kick-in 93,12. (Tutti i valori sono in dollari USA).

 

 

La valutazione dell'Ufficio Studi di Investire.biz

L'emissione del certificato e la rilevazione dei valori iniziali del sottostante Moderna è avvenuta vicino ai minimi pluriennali. Ciò offre un cuscinetto aggiuntivo di sicurezza contro la volatilità. La prospettiva è che dai livelli attuali Moderna possa risalire anche in vista di un inverno che potrebbe rilanciare la necessità di vaccinazioni. Inoltre, la pipeline attualmente vede molti prodotti ancora nelle fasi iniziali e intermedie del processo di sperimentazione. Questi potrebbero arrivare alla commercializzazione nei prossimi anni, sostenendo il ciclo produttivo della società.  Su una prospettiva pluriennale, con una scadenza nel 2024, lo strike rilevato dal sottostante non lontano dai minimi rende il prodotto interessante.

 

DISCLAIMER

Questo articolo è stato sponsorizzato dall'emittente o dall'intermediario menzionato. Le informazioni in esso contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. Investire.biz non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subiti a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti su questo sito. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sul sito dell'emittente ed ottenere una consulenza professionale.

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti