Crypto Today: le top 3 news sulle criptovalute di oggi 14/07/22 | Investire.biz

Crypto Today: le top 3 news sulle criptovalute di oggi 14/07/22

Celsius annuncia la bancarotta, mentre la BCE propone la carbon tax su Bitcoin. Polygon vola dopo la notizia dell'entrata nel programma di accelerazione Disney

Nonostante il dato dell’inflazione americana al 9,1% sia stato il peggiore da 40 anni a questa parte, il prezzo di Bitcoin ha tenuto molto bene. Nel pomeriggio di ieri, subito dopo la diffusione del dato si è osservato un piccolo scivolone al di sotto dei 19.000 dollari, per poi recuperare subito la zona dei 20.000 dollari.

In ogni caso la situazione non sembra cambiata molto rispetto ai giorni precedenti, lo scossone atteso non è arrivato. La capitalizzazione del mercato criptovalutario è di poco al di sotto dei 900 miliardi di dollari, mentre la dominance di Bitcoin rimane stabile a 43,7%. Le principali altcoins non subiscono variazioni importanti, fatta eccezione per Polygon (MATIC) che guadagna il 12,5% in un giorno dopo essere entrato nell’accelleratore della Disney, e alcuni progetti del settore della finanza decentralizzata (DeFi) come Uniswap (UNI) con +11%, Synthetix (SNX) con +10% e Aave (AAVE) +9%. Vediamo le principali notizie di oggi.

 

Celsius è ufficialmente in bancarotta, ma promette di tornare

La piattaforma di prestito di criptovalute Celsius ha annunciato ufficialmente ieri, mercoledì 13 luglio, di aver avviato la procedura fallimentare presso il tribunale distrettuale meridionale di New York. Appellandosi al “capitolo 11” la società dovrebbe rimanere in attività e al contempo provvedere alla ristrutturazione del proprio debito.

Alcuni esperti fiscali hanno espresso preoccupazione sul fatto che i clienti potrebbero non rivedere i propri fondi per molto tempo, in modo analogo a quanto avvenuto con il rimborso delle vittime di Mt.Gox previsto per agosto 2022, dopo la bancarotta dichiarata nel 2014. In una nota ufficiale Celsius ha evidenziato di avere liquidità per 167 milioni di dollari in contanti per continuare “determinate operazioni” durante il processo di ristrutturazione, con l’obbiettivo di "ripristinare l'attività sulla piattaforma". In ogni caso, per il momento i prelievi dei clienti rimarranno sospesi.

Il co-fondatore e CEO della società, Alex Mashinsky, ha dichiarato che “Abbiamo una squadra forte ed esperta in atto per guidare Celsius attraverso questo processo. Sono fiducioso che quando guarderemo indietro alla storia di Celsius, vedremo questo come un momento decisivo, in cui agire con determinazione e fiducia ha servito la comunità e rafforzato il futuro dell'azienda".

 

Cambiamento climatico: In Europa proposta carbon tax su Bitcoin

Un nuovo rapporto della Banca Centrale Europea rileva che per contrastare i cambiamenti climatici, esattamente come si è deciso di tassare pesantemente i veicoli a benzina, potrebbe essere introdotta una “carbon tax” sulle transazioni crittografiche, nonché il divieto di mining di asset “Proof-of-Work” (PoW) come Bitcoin (BTC). Nel rapporto si percorre un parallelismo tra le scelte fatte dai regolatori per limitare le emissioni di gas serra nel settore delle automobili, con le possibili contromisure applicabili alle criptovalute con algoritmo di consenso PoW.

Tuttavia, se una regolamentazione sul mining potrebbe essere applicabile, anche ad un occhio meno esperto risulterà evidente la difficoltà di tassare transazioni che avvengono in modo decentralizzato tra soggetti anonimi. La protezione dell’anonimato durante le transazioni Bitcoin, oltre a salvaguardare la privacy e la sicurezza dei soggetti coinvolti, potrebbe riguardare anche oneri fiscali attribuibili a utenti meno esperti, favorendo invece i più attenti e tecnologicamente avanzati.

Da quanto si legge nel rapporto, purtroppo i temi del consumo energetico e dell’impatto ambientale di Bitcoin non vengono ancora trattati come per altri settori industriali e produttivi, ma bensì vengono utilizzati per screditare la reale utilità della decentralizzazione ottenuta con il PoW, scomoda ai poteri centrali ed essenza stessa dell’invenzione della criptovaluta.

 

Polygon inserito nel programma Accelerator 2022 della Disney

Polygon, una delle soluzioni di scalabilità di Ethereum più utilizzate, è stata selezionata per partecipare al programma Accelerator 2022 della Disney. Il programma prevede il finanziamento di sei progetti per il potenziamento dell’offerta della società nei settori della realtà aumentata (AR), token non fungibili (NFT) e intelligenza artificiale (AI).

Il CEO di Polygon, Ryan Watt, ha osservato che Polygon è "l'unica blockchain selezionata" per il prestigioso programma, e questo "la dice lunga sul lavoro svolto e su dove stiamo andando come azienda". La Disney ha lanciato questa iniziativa nel 2014 e durante la chiusura delle candidature di quest’anno ha dichiarato che avrebbe cercato di attirare "aziende in fase di crescita con una visione per avere un impatto sul futuro della tecnologia e dell’intrattenimento".

I progetti selezionati riceveranno un servizio di tutoraggio dal Disney Accelerator Team e una guida dalla stessa squadra di leadership Disney. Inoltre, verrà messo a disposizione un capitale di investimento non ancora noto, oltre all’accesso a uno spazio di co-working nel campus di Los Angeles di Walt Disney.

 

Sei un Cripto Trader o Investor? Non perdere il Webinar del mercoledi di Investire.biz dedicato alle Cripto! Iscriviti da    QUI, è gratis!

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti