Dividendi: 5 azioni dove investe Buffett per cedole succolenti | Investire.biz
Kimura Trading

Dividendi: 5 azioni dove investe Buffett per cedole succolenti

Ecco i 5 titoli preferiti dall’Oracolo di Omaha, Warren Buffett, che offrono un interessante rendimento da dividendo. Scopriamoli le azioni da mettere in portafoglio

Warren Buffett, da molti riconosciuto come il più grande value investor del mondo,  ha trascorso decenni a battere il mercato, concentrandosi sulla selezione delle società da acquistare nel lungo periodo (clicca qui per conoscere le 10 regole per investire come Buffett).

Buffett è diventato un’icona nel mondo degli investimenti scegliendo grandi titoli come Coca-Cola e Bank of America per citarne solo due, mossa che ha permesso alla sua Berkshire Hathaway di diventare il più grande conglomerato nel settore degli investimenti e servizi finanziari.

Con l’avvento dei FAANG e le performance del settore tech USA, Warren Buffett ha di recente ha rivisto le sue scelte di investimento, includendo nel suo portafoglio anche i colossi del settore tecnologico. Ma la stragrande maggioranza delle partecipazioni di Berkshire Hathaway è in azioni che offrono dividendi interessanti, principalmente nei settori finanziario e dei beni di consumo (clicca qui per la lista completa dei dividendi di Borsa Italiana).

Nel portafoglio dell’Oracolo di Omaha solo 5 dei 49 titoli detenuti da Berkshire Hathaway sono dividendi aristocratici, cioè azioni dell'S&P500 che hanno aumentato i loro dividendi per almeno 25 anni consecutivi. Stiamo parlando di nomi noti anche ai meno preparati in ambito finanziario: Coca-Cola, Chevron, AbbVie, Johnson & Johnson e Procter & Gamble. Vediamoli uno ad uno.

 

 

Chevron, dividend yield del 5%

Il settore energetico è ricco di società con alti debiti e sono quindi più rischiose rispetto ad altre. Tuttavia, proprio per questo motivo, è anche uno dei migliori settori in cui trovare valore e Buffett è ben consapevole di questa opportunità.

Berkshire Hathaway possiede solo due azioni energetiche: una è Chevron che offre un rendimento da dividendo pari al 5%. Con i prezzi del greggio superiori ai 60 dollari al barile, la società è ben posizionata per registrare una ripresa e continuare ad aumentare la sua cedola.

 

AbbVie, dividend yield del 4,6%

AbbVie è stata scorporata da Abbott Laboratories nel 2013 e da allora ha aumentato il suo dividendo che attualmente rende il 4,6%. La società, tuttavia, non è immune da rischi, segnalando che l'unico vero pericolo è dato dal suo portafoglio poco diversificato, visto che nel 2020 il 43% dei ricavi del gruppo derivava dal solo farmaco Humira. Il titolo però è su valutazioni basse e questo lo rende appetibile per un acquisto in ottica di lungo termine, tenendo conto anche il dividendo che offre.

 

Coca-Cola, dividend yield del 3,1%

Warren Buffett possiede Coca-Cola da sempre, ma questo non significa necessariamente che dovresti comprare azioni della più grande azienda di bevande degli Stati Uniti. La pandemia di Covid-19 ha avuto un impatto sui profitti della Coca-Cola, il che è comprensibile considerando che molti dei ristoranti, bar, hotel, alberghi, resort e altri strutture di intrattenimento che vendono i suoi prodotti sono stati chiusi.

Come si legge su Motley Fool, è probabile che l’azienda continui a distribuire la maggior parte del suo flusso di cassa sotto forma di dividendi che al momento rendono il 3,1%. Viste però la valutazione e le performance incerte della azioni in Borsa, è meglio stare alla larga a meno che il suo prezzo non scenda in modo significativo.

 

Johnson & Johnson, dividend yield del 2,5%

Johnson & Johnson è simile a Coca-Cola in quanto non si trova al momento su prezzi economici, ma ha le dimensioni e il track record che gli investitori in dividendi amano. Chevron e AbbVie sembrano in una posizione migliore in questo momento, ma è difficile sbagliare con Johnson & Johnson che attualmente vanta un rendimento del dividendo del 2,5% ed è focalizzata sulla produzione del vaccino anti-Covid-19.

 

Procter & Gamble, dividend yield del 3,1%

L’ultima società che segnaliamo nel portafoglio di Warren Buffett è Procter & Gamble, che insieme a Coca-Cola e Johnson & Johnson è tra le società più grandi negoziate negli Stati Uniti per capitalizzazione di mercato nei rispettivi settori.

Queste tre società hanno aumentato i loro dividendi per 57 anni consecutivi e Procter & Gamble in particolare è un titolo virtuoso che ha dimostrato resilienza anche nei periodi più incerti. Procter & Gamble è il dividendo aristocratico più sicuro tra i cinque finora indicati.

 

I titoli visti precedentemente dimostra che il portafoglio di Warren Buffett è ricco di aziende virtuose che nel lungo termine arricchiranno gli azionisti. Detto questo, un investitore consapevole richiede di più che copiare semplicemente l’esposizione azionaria di Berkshire Hathaway. Qualsiasi investitore dovrebbe imparare da Buffett e analizzare i suoi investimenti autonomamente per capire se corrispondono al personale stile di investimento.

 

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

1 - Commento

Claudio Padovan

Claudio Padovan - 24 aprile 12:43 Rispondi