Italia: la vittoria all'Europeo vale 12 miliardi, lo 0,7% di PIL | Investire.biz

Italia: la vittoria all'Europeo vale 12 miliardi, lo 0,7% di PIL

12 lug 2021 - 14:30

30 nov 2022 - 20:21

Ascolta questo articolo ora...

L’Italia è campione d’Europa. Quanto vale la vittoria degli Azzurri sull’Inghilterra? Oltre all’ambito trofeo, vediamo quanto potrà beneficiarne il Belpaese

L’Italia è campione d’Europa. La vittoria degli Azzurri alla finale degli europei di calcio 2020 contro l’Inghilterra è arrivata in un giorno speciale: l’11 luglio del 1982 la Nazionale vinse infatti la competizione mondiale in Spagna contro la Germania. Quest’anno la federazione italiana porta a casa non solo la coppa, ma anche molti quattrini.

Euro 2020 è stata l’edizione più ricca di sempre nella storia dei campionati europei, anche se le Federazioni che si sono qualificate alla fase finale si spartiranno solo una piccola fetta del giro d’affari complessivo della manifestazione.

Il montepremi complessivo ammonta a 331 milioni di euro. Cifra notevole, anche se in calo di 40 milioni (-11%) rispetto a quanto era previsto prima che esplodesse la pandemia di Covid-19. Ad ogni modo si è ben sopra i 301 milioni elargiti per l’edizione del 2016. L’UEFA terrà per sé la maggior parte dei ricavi del torneo, derivanti soprattutto dai diritti TV e dal merchandising visti i pochi biglietti venduti a causa dei limiti imposti per l’ingresso negli stadi.

 

Europei 2020: vittoria Italia accelera l’uscita dalla crisi

Secondo Simona Caricasulo, docente di Economia aziendale alla Luiss “Guido Carli” di Roma, l’impresa varrebbe per l’economia italiana qualcosa come lo 0,7% del PIL o 12 miliardi di euro. L’esperta ha notato che dopo i mondiali vinti nel 2006, le esportazioni italiane crebbero del 10%. E l’andamento positivo vi fu anche negli anni successivi.

Nel 2008 il Made in Italy fatturava il 40% in più del 2005, l’anno precedente alla vittoria. Secondo le ultime stime della Commissione europea, il PIL italiano crescerà del 5% nel 2021 e del 4,2% il prossimo anno. Un aumento ulteriore dello 0,7%, come ipotizzato dalla docente di Economia aziendale Caricasulo, darebbe uno sprint alla ripresa nel post-Covid.

Ma per quale motivo? La vittoria della Nazionale potrebbe sostenere l’export del Belpaese. Il marchio Italia aumenterebbe di appeal e indurrebbe i consumatori stranieri a propendere maggiormente per l’acquisto di prodotti e servizi italiani.

Il maggiore contributo alla ripresa potrebbe arrivare dal turismo, settore che è stato significativamente impattato dalle restrizioni agli spostamenti attuate dai Governi e dalla ripresa ancora incerta, in parte a causa delle restrizioni ancora vigenti nella Penisola e all’estero.

 

Europei 2020: quanto ha incassato l’Italia grazie alla vittoria

Come consuetudine, anche per Euro 2020 la FIGC ha determinato la remunerazione dei calciatori in base ai risultati ottenuti. La principale novità rispetto a Euro 2016 è rappresentata proprio dal riconoscimento corrisposto agli Azzurri dai quarti di finale in avanti. I premi per il raggiungimento delle semifinali, in caso di secondo posto e di vittoria sono, invece, rimasti invariati rispetto a quelli di cinque anni fa.

La Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) aveva scelto di gratificare così gli azzurri, nel caso in cui dovessero tornare a Roma con la coppa: 80.000 euro in caso di raggiungimento dei quarti, 150.000 per la partecipazione alle semifinali e 200.000 in caso di secondo posto. Con la vittoria della Nazionale a Wembley gli azzurri hanno portato a casa 250.000 euro a testa.

È di 50.000 euro, infatti, la forbice tra la cifra prevista in caso di secondo posto e quella in caso di vittoria degli Europei 2020. Tuttavia, la cifra è decisamente bassa se confrontata con quella promessa dalla federazione calcistica inglese: i calciatori della nazionale inglese avrebbero infatti incassato ben 540.000 euro a testa.

Nel dettaglio, l'Italia ha incassato 9,5 milioni per la partecipazione, 3 milioni per le altrettante vittorie arrivate ai gironi, 1,5 per l'approdo agli ottavi e 2,5 per quello ai quarti, 4 milioni per l’arrivo in semifinale e 8 milioni per aver vinto la competizione. Totale: 28,5 milioni di euro.

 

Europei 2020: FIGC e club brindano alla vittoria

Sorride la FIGC che nel bilancio preventivo aveva inserito, in via prudenziale, il solo premio per la partecipazione a Euro 2020 pari a 9,25 milioni di euro. Ma anche i singoli club ne hanno beneficiato.

L'UEFA infatti verserà un totale di 130 milioni di euro alle società che hanno dato i calciatori alle nazionali, in base al numero di giorni in cui i giocatori sono rimasti a disposizione dei vari commissari tecnici: tra le squadre con più convocati ci sono Manchester City e Chelsea, tra le squadre della Serie A Juventus, Atalanta e Inter.

 

 

0 - Commenti

I Nostri Partners



Malta

ELP Finance LTD

34, Wied Ghomor Street, St. Julians STJ 2043 – Malta

+356 20 341590

Switzerland

ELP SA

Corso San Gottardo 8A, 6830 Chiasso, Switzerland

+41 91 9228169

Investire.biz non offre servizi finanziari, regolamentati o di investimento. Le informazioni presenti sul sito non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web della società puntano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa. Si prega di leggere Dichiarazione di non responsabilità, Informativa sui rischi, Informativa sul trattamento dei dati personali e Termini e condizioni prima di utilizzare questo sito Web.

L’utilizzo del presente sito è soggetto al diritto svizzero, che ha giurisdizione esclusiva in relazione all’interpretazione, applicazione ed effetti delle condizioni d’uso. Il tribunale cantonale competente avrà giurisdizione esclusiva su tutti i reclami o le controversie derivanti da, in relazione a o in relazione al presente sito web ed al suo utilizzo.

Le informazioni presenti sul sito web non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web di ELP SA o ELP Finance LTD (di seguito il “gruppo ELP” o “ELP”) indirizzano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa. Gli strumenti finanziari menzionati nel presente sito web possono essere soggetti a restrizioni di vendita in alcune giurisdizioni.

Continuando ad accedere o utilizzare questo sito web o qualsiasi servizio su questo sito, dichiari di accettarne i termini e condizioni. Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Il trading e la speculazione finanziaria comportano un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello della tua esperienza, la tua disponibilità ad assumersi dei rischi e consultare un consulente indipendente. C'è sempre la possibilità di perdere l'investimento, per intero o parte di esso. Quindi ti suggeriamo di investire denaro che puoi permetterti di perdere.

Dichiarazione di non responsabilità - Informativa sui rischi - Informativa sul trattamento dei dati personali - Termini e condizioni - Codice Etico - Cookie policy - Privacy Policy

© 2023 Investire.biz, all rights reserved.