Bill Gross: per il re dei Bond le obbligazioni sono spazzatura | Investire.biz

Bill Gross: per il re dei Bond le obbligazioni sono spazzatura

Il fondatore di PIMCO afferma che i rendimenti a 10 anni potrebbero raggiungere il 2% in un anno. Le azioni potrebbero seguire i bond se gli utili dovessero rallentare

Il re dei bond Bill Gross, il fondatore di Pacific Investment Management Company (PIMCO), ha di recente affermato che il mercato obbligazionario è letteralmente spazzatura. In una prospettiva di investimento fuori dagli schemi pubblicata sul suo sito Web lunedì scorso, Gross ha affermato che i rendimenti dei titoli del Tesoro a lungo termine sono così bassi che i fondi che li acquistano appartengono al "bidone della spazzatura".

 

Bill Gross: rendimenti dei Treasury al 2% entro un anno

Secondo Gross è probabile che i rendimenti a 10 anni saliranno al 2% nei prossimi 12 mesi, dall'attuale 1,3% circa, facendo subire agli investitori una perdita di circa il 3%, ha scritto. Le azioni potrebbero seguire lo stesso destino e rientrare nella categoria "spazzatura" se la crescita degli utili dovesse risultare inferiore alle elevate aspettative.

"Il denaro è stato spazzatura per molto tempo, ma ora ci sono nuovi contendenti… È meglio che la crescita dei guadagni sia a due cifre in più, altrimenti potrebbero unirsi al camion della spazzatura”. Non è la prima volta che Gross è ribassista sulle obbligazioni.

 

Bill Gross: domanda e offerta giocano contro i bond

A marzo, ha detto a Bloomberg TV di aver iniziato a scommettere contro i Treasury a circa l'1,25%. I tassi inizialmente sono stati venduti in seguito, ma da allora sono aumentati dal momento che l’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus ha sollevato preoccupazioni sulla crescita economica.

Gross ha suggerito che le dinamiche della domanda e dell'offerta si stanno accumulando contro i Treasury, affermando che i rendimenti ai livelli attuali non hanno "altro posto dove andare se non salire".

La Fed, che ha assorbito circa il 60% delle emissioni nette del Tesoro attraverso il suo programma di QE, potrebbe presto iniziare a ridurre gli acquisti di asset in un momento in cui la domanda da parte delle Banche centrali e degli investitori stranieri è già in calo, ha affermato. Nel frattempo, deficit fiscali di almeno 1.500 miliardi di dollari in futuro suggeriscono che l'offerta del Tesoro rimarrà elevata.

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti