William H. Gross: chi è il 'Re dei bond' fondatore di PIMCO | Investire.biz

William H. Gross: chi è il 'Re dei bond' fondatore di PIMCO

Chi è William Hunt Gross? Ecco la vita e la carriera di uno degli investitori in obbligazioni di maggior successo nella storia.

Appassionato di francobolli, golf e meditazione trascendentale, viene soprannominato "Bond King" per aver gestito con successo uno dei maggiori fondi comuni di investimento obbligazionari del mondo. Ecco chi è William Hunt Gross, il fondatore del colosso PIMCO

Nato il 13 aprile 1944, William Hunt Gross è un investitore, gestore di fondi e filantropo americano. Ha co-fondato Pacific Investment Management Co, più conosciuta come PIMCO, la più grande società di investimento obbligazionaria globale. In PIMCO, Gross ha gestito il Total Return Fund, una bestia da circa 222 miliardi di dollari, prima di lasciare il gruppo ed approdare nell’allora Janus Capital (ora Janus Henderson Investors) nel settembre 2014. Ecco la storia, i successi e le controversie della leggenda dei bond.

 

Studi universitari e carriera militare
Gross è nato a Middletown, in Ohio. Figlio di Shirley, casalinga, e Sewell Mark Gross, dirigente delle vendite di AK Steel Holding, fu cresciuto presbiteriano. Parte della sua famiglia è originaria di Winnipeg, in Canada. Nel 1954 si trasferì con i suoi genitori a San Francisco. Gross frequentò la Duke University, laureandosi in psicologia nel 1966. Durante le vacanze estive, che trascorreva a Las Vegas, giocava a blackjack come professionista. Oggi afferma di aver applicato molti dei suoi metodi di gioco d'azzardo per la gestione del rischio e il calcolo delle probabilità per le sue decisioni di investimento. Dopo la laurea, Gross andò all'esercito e prestò servizio in Vietnam. Servì la Marina militare dal 1966 al 1969 come assistente ingegnere capo a bordo della USS Diachenko. Al termine della sua carriera militare, una volta tornato negli Stati Uniti, conseguì un MBA presso la UCLA Anderson School of Management nel 1971.

 

La fondazione e i successi in PIMCO
Nel 1971 Gross iniziò a lavorare per la Pacific Mutual Life a Los Angeles come analista degli investimenti, periodo durante il quale ottenne il certificato di analista finanziario CFA (Chartered Financial Analyst). Dopo cinque anni di lavoro come analista degli investimenti, fu promosso a Vice President Position, dove gestiva titoli a reddito fisso. Gross rimase al Pacific Mutual per altri due anni e poi fondò la sua società chiamata Pacific Investment Management Company (PIMCO) dove era Amministratore delegato e Direttore degli investimenti. Soprannominato "Bond King", Gross ha gestito uno dei maggiori fondi comuni di investimento del mondo, il Total Return Fund, concentrandosi principalmente sul comparto obbligazionario fino al suo cambio di casacca nel settembre 2014.

Dal suo inizio nel 1982, PIMCO divenne la più grande società di gestione del reddito fisso al mondo con un patrimonio di 600 miliardi di dollari. I contributi di Gross nel migliorare l'analisi delle obbligazioni e del portafoglio lo hanno portato, nel 1996, ad essere il primo gestore di portafoglio nella hall of fame, dalla Fixed-Income Analyst Society Inc (FIASI). In PIMCO, Gross ha controllato più denaro obbligazionario di chiunque altro al mondo. Morningstar ha dichiarato: "Nessun altro gestore di fondi ha fatto più soldi per le persone di Bill Gross". É stato inoltre definito "il principale investitore obbligazionario della nazione" dal New York Times.

Gross era noto per la sua capacità di identificare e sfruttare le inefficienze nei mercati e per adeguare le sue strategie man mano che PIMCO cresceva, dall'abbraccio alle nuove tecnologie, ai derivati e a Internet. Ben Trosky, che ha creato e gestito l'attività obbligazionaria high yield di PIMCO dagli anni '90 ai primi anni 2000, ha detto a Barron che Gross era "un buon trader, un buon analista e un buon venditore, in grado di distillare idee complesse in qualcosa di semplice e accessibile."

Nel 2008 Gross riuscì a salvare PIMCO dal terremoto finanziario: prima dello scoppio della bolla subprime uscì da tutti gli investimenti sui titoli immobiliari e si salvò dalla più grande crisi finanziaria dai tempi del crack del ‘29. Questo grazie al suo intuito: durante una seduta di yoga ebbe l’idea di inviare a diversi analisti, in varie città americane, una finta richiesta di informazioni da acquirente sul mercato immobiliare e dei bond subprime. Gross ricevette tutte risposte evasive, con poca sostanza sotto; è a quel punto che il “Re dei bond” ebbe la conferma che qualcosa di grosso stava per arrivare. Nel settembre 2008, detenendo importanti posizioni in obbligazioni ipotecarie garantite dalle agenzie Fannie Mae e Freddie Mac, i fondi di Gross hanno incassato 1,7 miliardi di dollari dopo l' acquisizione federale delle due compagnie.

Gross scrisse anche alcuni libri divenuti molto popolari nel mondo degli investimenti: “Bill Gross on Investing” (1998) e “Everything You've Heard About Investing is Wrong!” (1997).

 

Le dimissioni da PIMCO
Il  26 settembre 2014 il "Re dei bond" ha annunciato l'addio alla compagnia californiana dopo un lungo servizio, per approdare all'asset manager rivale, l’allora Janus Capital (successivamente Janus Henderson Investors). Gross lascia quindi quello che una volta era il suo “bambino” il Total Return Fund, diventato con gli anni un mostro da 222 miliardi di dollari. PIMCO, nel frattempo, è diventato un gigante da circa 2mila miliardi di dollari in gestione: praticamente lo stesso valore del PIL italiano. PIMCO si guadagnò per la seconda volta in poche ore le prime pagine dei siti della finanza internazionale. Solo pochi giorni prima era stata diffusa dal The Wall Street Journal la notizia di un'indagine della SEC su PIMCO, per presunte irregolarità nella valutazione degli asset in gestione.

Gross avrebbe anticipato il suo licenziamento. L'AD di PIMCO, Douglas Hodge, parlò di forti divergenze tra la leadership della società e Bill Gross nell'annunciare la mossa. Proprio i dissapori con Gross avevano convinto l'Amministratore delegato Mohamed El-Erian ad andarsene. Il cambio di casacca del manager procurò un effetto devastante sui mercati. Immediata e di segno opposto la reazione dei titoli coinvolti nella vicenda: Janus volò a Wall Street, segnando una performance di circa il 30%, Allianz - proprietaria di PIMCO – perse invece il 6% a Francoforte.

A partire dal 29 settembre 2014 Gross iniziò a lavorare per il colosso Janus Capital e dal 6 ottobre prese il timone dello Janus Global Unconstrained Bond Fund. In ogni caso Gross non dovette andare lontano: gli uffici di Janus si trovavano a Newport Beach in California, dove ha sede anche PIMCO.

Nell'ottobre 2015 Gross fece causa a PIMCO e alla società madre Allianz per 200 milioni di dollari, affermando di essere stato espulso dalla "cabala" di dirigenti "Spinti da una brama di potere, avidità e desiderio di migliorare la propria posizione finanziaria e reputazione a spese degli investitori e della decenza". La guerra tra PIMCO e Gross finì nel marzo 2017: le parti si accordarono per un risarcimento di 81 milioni di dollari che Gross donò alla sua fondazione di beneficenza, la Bill and Sue Gross Family Foundation. Il 4 febbraio 2019, a 74 anni, Gross ha annunciato il suo ritiro da Janus Henderson Investors, dichiarando che si sarebbe concentrato sulla gestione dei suoi beni personali, delle fondazioni di beneficenza private e sulle sue passioni: lo yoga, la meditazione trascendentale, le opere d’arte e, ovviamente, i francobolli.


La passione per i francobolli
Gross è un grande collezionista di francobolli. A partire da novembre 2005, divenne la terza persona - dopo Robert Zoellner negli anni '90 e Benjamin K. Miller nel 1925 - a formare una collezione completa di francobolli degli Stati Uniti del XIX secolo. Nell'ottobre 2005, acquistò all'asta per 2,97 milioni di dollari un unico blocco di lastre dei famosi francobolli statunitensi del 1918 da 24 centesimi noti come "Inverted Jenny", con un'incisione di un biplano Curtiss JN-4 stampato capovolto. Ha quindi scambiato il blocco di piastre con Donald Sundman, Presidente di Mystic Stamp Company e commerciante di francobolli, per una "Z Grill" di 1 centesimo del 1868 che raffigura Benjamin Franklin, completando così la sua collezione.

La sua collezione sarà messa all'asta due anni più tardi e i proventi saranno devoluti in beneficenza. Le aste precedenti delle collezioni di francobolli di Gran Bretagna, Commonwealth britannico, Europa occidentale, Scandinavia, Stati confederati, Svizzera e Hawaii hanno generato oltre 26 milioni di dollari di proventi. Ciò che restava della collezione di Gross - i francobolli e le copertine degli Stati Uniti - avrebbe dovuto essere messo all'asta il 3 ottobre 2018. Quel giorno, Gross ha continuato la sua uscita formale dal mercato quando Siegel Auction Galleries ha venduto 106 dei suoi pezzi presso l'hotel Lotte New York Palace a New York City. La vendita ha generato 10 milioni di dollari, superando il record di 9,1 milioni per un'asta di francobolli di un giorno stabilita nel 2007. I proventi dell'ultima vendita furono donati a Doctors Without Borders (Medici senza frontiere) e al New York Times Neediest Cases.

 

Ricchezza e filantropia
Nel 2005, Gross ha donato 23,5 milioni alla Duke University. Nel corso degli anni, Gross è diventato il più grande donatore nella storia di Medici senza frontiere a circa 25 milioni di dollari. Le sue collezioni scandinave e finlandesi sono state vendute dalla casa d'aste Spink nel maggio 2008 per fare una donazione al Jeffrey Sachs Millennium Villages Project alla Columbia University. Gross e sua moglie hanno anche donato 20 milioni di dollari all'Hoag Memorial Hospital Presbyterian per la salute delle donne e 10 milioni di dollari all'Università della California, Irvine, per fondare un centro di ricerca sulle cellule staminali nella sua scuola di medicina.

Nel 2012, Gross e sua moglie Sue hanno donato 20 milioni di dollari al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles per il nuovo centro di chirurgia di Sue e Bill Gross. Nel 2013, Gross e sua moglie hanno donato 20 milioni di dollari a Mercy Ships per costruire una nuova nave ospedale. In onore di questa donazione, l'ospedale a bordo della nuova nave sarà chiamato Sue and Bill Gross Healing Hospital. Nel 2016, Gross e sua moglie hanno donato 40 milioni di dollari all'Università della California, per istituire una scuola per infermieri. Prende il nome dal suo principale benefattore, la William H. Gross Stamp Gallery del Museo Postale Nazionale Smithsonian è la più grande galleria al mondo dedicata alla filatelia. Gross ha donato 8 milioni di dollari nel 2009 al National Postal Museum per creare una galleria di 12mila piedi quadrati. Parti della donazione provenivano dai proventi della vendita di Gross delle sue raccolte di guerra civile e storia postale del Nord America britannico.

 

Vita personale
Gross è stato sposato due volte. Nel 1968 sposò Pamela Roberts. La coppia ebbe due figli: Jeff e Jennifer. Dopo il divorzio con la Roberts nel 1985, sposò Sue J. Frank, con cui ebbe un figlio, Nick. Nel 2018 la coppia è stata coinvolta in un divorzio controverso: Gross accusò la moglie di aver sostituito con un falso una tela di Picasso da 40 milioni di dollari che teneva sopra al letto. È inoltre risaputo il suo leggendario regime semi monastico: sveglia ogni giorno alle 4.30 di mattina, per essere pronto a fare trading quando aprono i mercati in Asia. Alle 8.30 sessione di yoga nella palestra dell’hotel Marriott di fronte a casa. “Quando fai yoga e mediti ti arrivano endorfine, energia nuova, ottieni spazio libero nella mente e all’improvviso ti vengono in mente idee semplici semplici che ti possono dare la marcia in più”, affermò Gross a proposito delle sue pratiche orientali. Nel 2014, Gross è stato segnalato come uno dei numerosi "importanti investitori che hanno intrapreso la Meditazione Trascendentale".

Gross è ben noto come un appassionato golf. Nel libro dell'ex giornalista David Rynecki del 2007, "Deals on the Green", Gross ha scritto che il golf è stato "il gioco più frustrante e dannoso mai concepito - alternandoti e deprimendoti nel giro di pochi minuti. Adoro il golf. No lo odio."  Pur essendo un repubblicano, Gross ha donato sia alla campagna presidenziale di Barack Obama sia al Comitato democratico della campagna senatoriale nel 2008. A Gross è stata diagnosticata la sindrome di Asperger.

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti