Kimura Trading

Crollo degli indici USA: finita la festa sulle Borse?

La giornata di ieri ha visto segnare un forte calo degli indici di Borsa. In particolare il NASDAQ-100, il listino dei titoli tecnologici americani, ha messo a segno una perdita che ha superato il 5%. Ora tutti si chiedono se l'euforia delle ultime settimane sia terminata e se il toro abbia definitivamente lasciato spazio all'orso.

Storicamente settembre è un mese difficile per le Borse, che si trovano a fare i conti con l'ultima coda negativa della stagionalità. Sul DAX ad esempio, la fine di settembre corrisponde statisticamente a una ripresa del trend rialzista, che accompagna i prezzi verso il famoso rally di fine anno.
 

I titoli tecnologici sono in bolla?

Proprio poche ore fa abbiamo detto che sicuramente i titoli tecnologici sono in bolla, anche se sarà difficile sapere quando questa esploderà ridimensionando i prezzi delle azioni coinvolte. Un esempio arriva da Zoom, azienda di videoconferenze balzata alle cronache durante il periodo di lockdown. Il rialzo delle azioni della società a Wall Street le ha portate ad avere multipli stellari, come ad esempio il rapporto tra prezzo e utili che ha superato il valore 1.000. 

Questo significa che, a parità di risultati, impiegheremmo mille anni a rientrare del nostro investimento nel titolo e solamente un tasso di crescita del 1.000% giustificherebbe tale quotazione. Anche se è chiara la presenza di una bolla, questo non significa che debba scoppiare a breve. Questo è il motivo per cui, come abbiamo detto in altre occasioni, investire oggi in titoli tecnologici ha senso solamente se andiamo ad utilizzare una parte del nostro patrimonio che possiamo permetterci di perdere.
 

Indici di Borsa: inizio del ribasso o storno?

Se guardiamo i grafici allegati, relativi all'indice NASDAQ-100 e alle azioni Tesla, Apple e Amazon, ci accorgiamo di come il ribasso di ieri al momento sia solo un semplice storno all'interno di un trend rialzista. Personalmente credo che, tra alti e bassi, questi titoli continueranno a segnare massimi almeno fino alle elezioni americane, dove un cambio di rotta potrebbe esserci qualora Biden divetasse Presidente degli Stati Uniti. Questi rialzi sono stati sengati grazie ad un mix di condizioni favorevoli, tra cui la politica espansiva della Federal Reserve, che non certo verrà interrota adesso.

!!!ATTENZIONE!!!

Questo è quello che penso io adesso, ma se dovesse cambiare qualcosa ci metterei quindici secondi a cambiare idea ed eventualmente valutare strategie di natura short. Questo è il bello del trading, non vi è nulla di definitivo.
 

Vuoi fare trading sui titoli USA senza commissioni?

Apri un conto con il broker www.kimuratrading.com e fai trading con la piattaforma che usiamo noi ad Investire.biz
 

Apri un conto REALE da QUI.
Apri un conto DEMO da QUI.

1 - Commento

Fabio Di fiore

Fabio Di fiore - 04 settembre 16:35 Rispondi