Certificati: tre azioni per investire nella ripresa del turismo | Investire.biz
Kimura Trading

Certificati: tre azioni per investire nella ripresa del turismo

Ecco tre azioni di Wall Street che potranno beneficiare della ripresa del turismo e del revenge spending. Vediamo quali sono e come sfruttare l’opportunità

Da oltre un anno il settore del turismo è in forte difficoltà, con il comparto che l’anno scorso ha visto un crollo del 73% negli arrivi internazionali con 1.100 miliardi di dollari di perdita a causa della pandemia di Covid-19, secondo la United Nations World Tourism Organization (UNWTO), l’agenzia specializzata delle Nazioni Unite che si occupa, tra le altre cose, del coordinamento delle politiche turistiche.

Arrivati a metà 2021, nel pieno dei mesi estivi (tendenzialmente meno critici dal punto di vista dell’emergenza sanitaria), la situazione sembra essere migliorata marginalmente, con la variante Delta di Coronavirus che continua però a mantenere alta l’apprensione dei Governi circa i nuovi contagi e l’andamento delle ospedalizzazioni nei reparti di terapia intensiva. Secondo la UNWTO un rimbalzo di questo trend potrebbe avvenire in questa metà dell’anno grazie alla diffusione sempre più capillare dei vaccini.

Se il turismo internazionale potrebbe essere ancora in difficoltà, quello domestico avrebbe la possibilità di aiutare il comparto. Questa tendenza potrebbe essere replicata anche nelle altre aree del mondo non appena le restrizioni verranno progressivamente eliminate nei Paesi in cui la situazione sanitaria è ancora critica.

Tuttavia, se un recupero del turismo internazionale appare ancora generalmente lontano, le vacanze domestiche potrebbero essere invece privilegiate dai consumatori in questi mesi estivi. Inoltre, con l’arrivo della bella stagione si potrà assistere al fenomeno di revenge spending, soprattutto per i cittadini europei che hanno subito restrizioni per un periodo maggiore rispetto a quello sperimentato da altre popolazioni.

Durante i vari lockdown le persone hanno infatti risparmiato più del solito e potrebbero essere più inclini a spendere di più ora che la maggior parte dei Paesi ha allentato le restrizioni sugli spostamenti. La UNWTO inoltre ha segnalato che la fiducia dei viaggiatori stia incrementando negli ultimi mesi, spinta da iniziative volte ad aumentare la sicurezza del turismo, come il Green Pass europeo. In questo contesto alcune aziende leader del settore sono in evidenza tra i trader e gli investitori, basti pensare a Tripadvisor, Airbnb o Expedia.

TripAdvisor, è una nota azienda di prenotazioni e recensioni di hotel, ristoranti che viene visitato oltre 400 milioni di volte al mese. Airbnb è invece l’azienda leader nel settore degli affitti brevi. L’azienda riesce ad intercettare i cambiamenti delle preferenze delle persone, che optano sempre più ai viaggi domestici e grazie allo smartworking possono lavorare fuori casa.

Expedia è un altro nome noto all’interno del settore del turismo, è una delle agenzie di viaggi online leader al mondo e offre accesso a oltre 435.000 alberghi prenotabili, più di 400 linee aeree e un’ampia gamma di noleggio auto ed attività in loco.

Queste società, non le uniche ma certamente le più note, potrebbero riuscire ad approfittare di una ripartenza del turismo interno e successivamente internazionale, approfittando anche della quantità di risparmi accumulata dai consumatori che potrebbero essere spesi durante il periodo festivo in viaggi di piacere.

A tal proposito ad attirare la nostra attenzione è stato il certificato Cash Collect Worst Of di Société Générale con ISIN XS2120955674 legato proprio a questo tema, che ha come sottostanti Expedia, TripAdvisor e Airbnb. Al momento della scrittura il Worst of è rappresentato dalle azioni Airbnb. Vediamo cosa dice l’analisi tecnica sulla quotata al NASDAQ.

 

Azioni Airbnb: l’analisi tecnica

Le azioni Airbnb hanno ripreso la via del rialzo dopo aver reagito a contatto con il livello psicologico dei 130 dollari visti lo scorso maggio. Dopo un recupero fino ad area 157 dollari, i prezzi hanno formato un’area di tranding range la cui rottura al rialzo potrebbe dare ampio spazio di manovra ai compratori. Il prossimo target delle forze rialziste potrebbe infatti essere identificabile sui 168,17 dollari, livello di resistenza che conta i minimi registrati da marzo 2021.

L’eventuale breakout di quest’area di concentrazione di offerta darebbe infine ulteriore spazio fino al raggiungimento della trendline discendente che conta i massimi messi a segno tra febbraio e marzo 2021, ora transitante a 197 dollari per azione. La positività verrebbe invece meno con una violazione della trendline rialzista che conta i minimi di dicembre 2020 con quelli registrati a maggio 2021, ora passante a 132,75 dollari.

 

Investire sulla ripresa del turismo con i Certificati

Come accennato precedentemente, la situazione descritta sul settore del turismo è interessante se si guarda al Cash Collect Worst Of di Société Générale con ISIN XS2120955674. Questo prodotto è quotato sul mercato EuroTLX di Borsa Italiana ad un prezzo di emissione, pari al Valore Nominale, di 100 euro e con scadenza massima residua di quasi 2 anni.

Il prodotto consente all’investitore di beneficiare di un flusso cedolare trimestrale in euro del 2,75% lordo (11% annualizzato lordo) a condizione che, alle varie date di valutazione, il sottostante con la performance peggiore del paniere sia pari o superiore alla Barriera (99,552 dollari per Expedia, 24,60 dollari per TripAdvisor e 90,42 dollari per Airbnb).

Sempre su base trimestrale, se il sottostante con la performance peggiore del paniere è pari o superiore al suo rispettivo Strike (165,92 dollari per Expedia, 41 dollari per TripAdvisor e 150,7 dollari per Airbnb), il prodotto sarà rimborsato anticipatamente e si riceverà il Valore Nominale pari a 100 euro più il Premio del periodo e quelli eventualmente non pagati in precedenza. Alla Data di Valutazione Finale, il 19 giugno 2023, a condizione che il prodotto non sia stato rimborsato anticipatamente, potranno verificarsi due scenari:

1 - Se il prezzo del sottostante peggiore del paniere è pari o superiore alla Barriera, si riceverà il Valore Nominale di 100 euro più il premio del periodo e quelli non eventualmente pagati in precedenza.

2 - Se il prezzo del sottostante peggiore del paniere è inferiore alla Barriera sul Capitale l’investitore riceverà un importo commisurato alla performance del sottostante peggiore del paniere, con conseguente perdita sul capitale investito.

Al momento della scrittura, il certificato scambia sotto la pari, a circa 97,90 euro in acquisto, consentendo un potenziale extra rendimento di circa l’2,14%, oltre al premio, in caso di scenario, positivo, di rimborso a 100 euro.

 

 

 

DISCLAIMER
Questo articolo è stato sponsorizzato dall'emittente o dall'intermediario menzionato. Le informazioni in esso contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. Investire.biz non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subiti a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti su questo sito. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sul sito dell'emittente ed ottenere una consulenza professionale.

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti