Kimura Trading

Certificati: rendimenti oltre il 23% con ripresa settore aereo

La ripartenza del settore aereo rende interessante il Certificato Memory Cash Collect di Vontobel con ISIN DE000VQ5ZHK4, che offre rendimenti potenziali annui del 23,40%

Il settore del trasporto aereo è stato uno dei più colpiti dall’emergenza sanitaria scoppiata ormai più di un anno fa a causa del Covid-19. Le restrizioni alla mobilità infatti hanno ridotto il traffico aereo nella maniera peggiore dalla Seconda Guerra Mondiale. I ricavi per le società del comparto sono stati di 328 miliardi di dollari nel 2020, il 60,86% in meno rispetto agli 838 miliardi del 2020.

Per tentare di arginare l’impatto del virus, le aziende del settore hanno tagliato i costi a 430 miliardi di dollari rispetto ai 795 miliardi di dollari del 2019. A salvare molte società del settore dalla bancarotta sono stati soprattutto gli oltre 225 miliardi di dollari di aiuti statali. Secondo l’International Air Travel Association, l’industria del trasporto aereo ha perso 118 miliardi di dollari nel 2020, con una domanda a -65,9% rispetto al 2019.

Anche con la diffusione dei vaccini anti-Covid comunque alcuni problemi rimangono: in particolare, la IATA nota come si stia assistendo a una regionalizzazione dei voli, con i consumatori che tendono a preferire i viaggi domestici rispetto a quelli internazionali, sostenuti in gran parte dai movimenti per business.

Gli spostamenti a lungo raggio sono particolarmente importanti per il settore, in quanto rappresentano il 32% di tutti i ricavi dei biglietti nel 2019. Per il 2021, l’associazione stima perdite per 38,7 miliardi di dollari, il doppio rispetto alla precedente previsione di 15,8 miliardi di dollari. Secondo diversi analisti, per tornare ai livelli pre-Covid il traffico aereo impiegherà dai 5 ai 7 anni.

La sfida del comparto, che in Borsa sta comunque beneficiando del processo di rotazione settoriale, è quello di riuscire a rinnovarsi cercando di intercettare i nuovi trend di domanda da parte dei consumatori. Guardando al medio periodo comunque, appare interessante il Certificato Express Memory Cash Collect di Vontobel con ISIN DE000VQ5ZHK4 e sottostante rappresentato da un basket composto da Air France-KLM, American Airlines e Lufthansa.

 

Analisi dei sottostanti

Il 2020 ha pesato sui conti di Air France-KLM, che ha registrato un -59% nel fatturato e una perdita di 7,1 miliardi di euro. Oltre a questo, il gruppo ha visto l’indebitamento crescere di 4,9 miliardi di euro (a 11 miliardi di euro) e un EBITDA a -1,7 miliardi di euro.

Di recente, la Commissione europea ha approvato il programma di Stato francese per ricapitalizzare la società. In particolare, la Francia erogherà fino a 4 miliardi di euro di aiuti, in cambio la compagnia dovrà cedere 18 slot al giorno dell’aeroporto di Parigi Orly a un concorrente. L’operazione prevede la conversione del prestito statale di 3 miliardi di euro in uno strumento di capitale ibrido già concesso dal Paese transalpino oltre a un aumento di capitale fino a 1 miliardo di euro.

Oltre alla concessione degli slot, i vincoli riguardano la garanzia che lo Stato venga remunerato adeguatamente e un’elaborazione di un piano di uscita credibile entro 12 mesi dal via libera. Questo potrà essere evitato solamente con una riduzione della partecipazione statale sotto il 25% entro tale data. Se dopo 6 anni la Francia non ridurrà in modo importante la sua partecipazione, alla Commissione verrà notificato un programma di ristrutturazione dell’azienda.

American Airlines beneficia invece della situazione statunitense, in cui i viaggi domestici sono incrementati grazie alle minori restrizioni rispetto ad altre aree del mondo come l’Europa e con una campagna vaccinale che procede a vele spiegate. Stando ai dati del Center for Desease Control and Prevention, il 40,1% degli americani ha ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre il 33,3% ha già completato il ciclo di immunizzazione.

A inizio aprile, il CDC ha dichiarato che le persone totalmente vaccinate potranno viaggiare liberamente nei confini del Paese senza la necessità di un test anti-Covid o una quarantena. Con questi presupposti diverse società stanno fornendo segnali di fiducia avviando piani di assunzione di piloti. Nei conti del 4° trimestre 2020, l’azienda ha registrato una perdita per azione di 3,86 dollari con ricavi a 4,03 miliardi di dollari, dati negativi ma migliori delle attese di Wall Street. Positivo evidenziare come il cash burn si sia ridotto a 30 milioni di dollari al giorno rispetto ai 44 milioni del trimestre precedente.

Arriviamo infine a Lufthansa, la compagnia di bandiera tedesca. L’azienda starebbe valutando un aumento di capitale da 5,5 miliardi di euro con l’obiettivo di rimborsare il capitale investito dal Governo tedesco per gli aiuti di Stato, che l’anno scorso sono stati di 9 miliardi di euro di cui 5,7 miliardi di una partecipazione statale.

A inizio anno, l’Amministratore Delegato dell’azienda Carsten Spohr ha dichiarato che le prenotazioni per l’estate 2021 erano triplicate e che il gruppo mira a diventare profittevole nel 2022. Nel breve periodo il problema per Lufthansa, ma anche per Air France-KLM, è relativo all’andamento della campagna vaccinale del Vecchio Continente, che procede a rilento e potrebbe portare ad ulteriori limitazioni alla mobilità.

 

Struttura del Certificato

Il Certificato Express Memory Cash Collect di Vontobel con ISIN DE000VQ5ZHK4 è quotato dallo scorso 19 marzo sul mercato SeDeX di Borsa Italiana ad un prezzo di 100 euro. Con questo prodotto gli investitori possono beneficiare di una cedola mensile di 1,95 euro a patto che alle date di valutazione intermedie il prezzo di tutti i sottostanti sia superiore a quello della Soglia Bonus, che presenta un meccanismo Step-Down il quale permette a tale livelli di abbassarsi progressivamente con il passare del tempo dal 75% al 60% del Valore Iniziale. Il rendimento annualizzato potenziale è del 23,40%.

Sono tre le opzioni che caratterizzano la struttura del prodotto:

 

  • Effetto Memoria: consente all’investitore di incassare successivamente i premi non pagati;
  • Opzione Autocallable: 26 aprile 2021 permette al prodotto di scadere anticipatamente a patto che alla Data per il Rimborso Anticipato il prezzo di tutti i sottostanti del paniere quoti ad un livello pari o superiore a quello del Livello Autocall, che con il passare del tempo si abbassa progressivamente dal 100% all’80% del Valore Iniziale.
  • Opzione Quanto: protegge dalle variazioni del tasso di cambio, visto che le azioni American Airlines sono quotate in Dollari USA.

 

Vediamo ora i livelli da monitorare per tutti i sottostanti del paniere:

  • Air France-KLM: Valore Iniziale, Strike e 1° Livello Autocall a 5,198 euro; 2° Livello Autocall a 4,678 euro; 3° Livello Autocall a 4,418 euro; 4° Livello Autocall a 4,158 euro; 1° Soglia Bonus a 3,899 euro; 2° Soglia Bonus a 3,639 euro; 3° Soglia Bonus a 3,379 euro; 4° Soglia Bonus e Barriera a 3,119 euro.
  • Lufthansa: Valore Iniziale, Strike e 1° Livello Autocall a 11,979 euro; 2° Livello Autocall a 10,781 euro; 3° Livello Autocall a 10,182 euro; 4° Livello Autocall a 9,583 euro; 1° Soglia Bonus a 8,984 euro; 2° Soglia Bonus a 8,385 euro; 3° Soglia Bonus a 7,786 euro; 4° Soglia Bonus e Barriera a 7,187 euro.
  • American Airlines: Valore Iniziale, Strike e 1° Livello Autocall a 24,41 dollari; 2° Livello Autocall a 21,97 dollari; 3° Livello Autocall a 20,75 dollari; 4° Livello Autocall a 19,53 dollari; 1° Soglia Bonus a 18,31 dollari; 2° Soglia Bonus a 17,09 dollari; 3° Soglia Bonus a 15,87 dollari; 4° Soglia Bonus e Barriera a 14,65 dollari.

 

Al momento della scrittura, il Worst Of è rappresentato dalle azioni American Airlines, che quotano il 16,55% al di sotto del Valore Iniziale: se i prezzi dovessero rimanere stabili, le condizioni che verrebbero soddisfatte sarebbero solo quelle relative allo stacco della cedola.

Alla scadenza fissata per il 17 marzo 2023 si potranno verificare due scenari:

 

  1. Se il prezzo del sottostante peggiore del paniere dovesse essere superiore a quello della Barriera, l’investitore riceverà il Valore Nominale di 100 euro, l’ultima cedola del periodo e quelle non pagate in precedenza.
  2. Se il prezzo del Worst of dovesse essere pari o inferiore a quello della Barriera l’investitore riceverà un importo commisurato alla performance del sottostante peggiore del paniere. Ad esempio immaginiamo che a scadenza le azioni Lufthansa quotino a 7 euro. In tal caso l’investitore riceverà 58,43 euro, calcolati come: [100 euro di Valore Nominale x (7 euro del Prezzo di rilevazione finale/11,979 del Valore Inziale)]. 

 

La valutazione dell’Ufficio Studi di Investire.biz

Il Certificato appena descritto è interessante soprattutto sul fronte del rendimento, pari al 23,40% annualizzato. Il tema su cui punta questo prodotto è sicuramente relativo a un settore in difficoltà, ma i mercati nel corso del 2020 potrebbero aver già scontato lo scenario peggiore, specie se si considera che un anno fa non si pensava che lo sviluppo di soluzioni vaccinali efficaci avrebbe richiesto così poco tempo.

A preoccupare sono comunque le compagnie europee, che devono scontrarsi con un’economia in maggiore difficoltà e con una campagna di immunizzazione che stenta a decollare. Oltre alla presenza dell’Effetto Memoria e dell’Opzione Autocallable comunque, è positivo evidenziare la struttura Step-Down del livello per la scadenza anticipata e della Soglia Bonus, che con il passare del tempo aumenta la possibilità che si verifichi una scadenza anticipata o che più semplicemente si riescano ad incassare più cedole.

Oltre a questo, se il ribasso dei sottostanti dovesse proseguire si potrebbe sfruttare il conseguente deprezzamento del Certificate per tentare di beneficiare dell’extra rendimento potenziale fornito dalla differenza tra il prezzo di acquisto e quello di rimborso a scadenza.

 

 

DISCLAIMER

Questo articolo è stato sponsorizzato dall'emittente o dall'intermediario menzionato. Le informazioni in esso contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. Investire.biz non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subiti a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti su questo sito. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sul sito dell'emittente ed ottenere una consulenza professionale.

 
 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti