Certificati: guardare al settore aereo proteggendo il capitale | Investire.biz
Kimura Trading

Certificati: guardare al settore aereo proteggendo il capitale

La situazione del comparto aereo dovrebbe migliorare nel prossimo futuro. Vediamo come investirci con i Certificati

Con la crescente quota di persone vaccinate contro il Covid-19 nel mondo, molte delle restrizioni che hanno impedito alle persone di viaggiare potrebbero venire meno nel prossimo futuro. In questo senso il settore aereo dovrebbe beneficiarne. Secondo un report della IATA, nel 2022 le perdite del comparto dovrebbero ridursi a 11,6 miliardi di dollari, dopo gli attesi -51,8 miliardi di dollari nel 2021 e -137,7 miliardi di dollari nel 2020.

La domanda misurata in ricavi per passeggero a kilometri dovrebbe salire al 61% l’anno prossimo, con una crescita dei passeggeri a 3,4 miliardi contro i 2,3 miliardi previsti per il 2021. L’industria del trasporto aereo potrebbe subire una perdita di oltre 200 miliardi di dollari tra il 2020 e il 2022 ma secondo numerosi osservatori il peggio dovrebbe essere alle spalle.

Il settore è particolarmente importante e i Governi potrebbero aiutarlo ulteriormente, specie se si pensa che prima del Covid contava 11,3 milioni di lavoratori e 3.500 miliardi di dollari nel PIL. In questo quadro, i viaggi domestici dovrebbero beneficiare di un recupero più sostenuto, pari al 91% dei livelli pre-virus nel 2022, mentre per gli spostamenti internazionali il dato dovrebbe attestarsi al 44%.

Ben diverso il discorso per il business cargo, il quale nel 2022 dovrebbe superare del 13% i livelli del 2019. Con le prospettive di un recupero nel breve periodo, si potrebbe guardare al Certificato Express Memory Cash Collect di Vontobel con ISIN DE000VX1LRR8 e sottostante rappresentato da un basket composto da American Airlines, easyJet e Lufthansa.

 

Analisi dei sottostanti

Vediamo ora da un punto di vista grafico la struttura tecnica dei componenti del basket, prendendo come riferimento il chart settimanale. Le azioni American Airlines si trovano all’interno di una fase laterale dopo essere state respinte dalla resistenza di area 24,23 dollari, espressa dai minimi di agosto 2019. Per i compratori, è importante che non si verifichi una discesa al di sotto del supporto a 16 dollari, che darebbe ai venditori l’opportunità di accelerare la fase discendente dapprima verso i 16 dollari, per poi passare al sostegno a 12 dollari.

Al contrario, una nuova accelerazione oltre i 24,23 dollari permetterebbe al fronte rialzista di spingersi verso i 28 dollari, dove verrebbe chiuso il gap down aperto nella terza settimana di febbraio 2020. Se ciò dovesse accadere, si avrebbero ulteriori spazi di apprezzamento sulla resistenza a 32 dollari.

Per quanto concerne le azioni easyJet invece, queste si trovano in una fase discendente. I corsi sono tuttavia riusciti a rimbalzare a ridosso del supporto a 567 pence, lasciato in eredità dai minimi di dicembre 2021. Se i compratori riuscissero ad oltrepassare i 700 pence, si avrebbe un segnale positivo che convaliderebbe la rottura della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi di maggio e giugno 2021.

In tal caso, si aprirebbero scenari positivi dapprima verso l’area compresa tra gli 800 e i 900 pence, per poi passare alla soglia psicologica dei 1.000 pence, dove transita la trendline disegnata con i top di giugno 2018 e febbraio 2020. Al contrario, indicazioni negative arriverebbero dalla flessione al di sotto dei 567 pence, la quale permetterebbe ai venditori di scendere verso il coriaceo livello di concentrazione di domanda a 400 pence.

Le azioni Lufthansa sono quelle inserite nella struttura tecnica più complicata. Dal grafico settimanale si evidenzia infatti come i prezzi continuino a rimanere al di sotto della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi di marzo e maggio 2021. Per assistere ad un ritorno della positività, si dovrebbe assistere ad una rottura del livello appena menzionato e di quello fornito dalla soglia psicologica dei 7 euro. Al contrario, flessioni sotto i 5,5 euro potrebbero riportare il titolo verso i minimi raggiunti durante la pandemia di Covid-19, in zona 5 euro.

 

La struttura del Certificato

Il Certificato Express Memory Cash Collect con ISIN DE000VX1LRR8 è quotato sul mercato SeDeX di Borsa Italiana dallo scorso 27 settembre ad un prezzo di 100 euro. Con questo prodotto, gli investitori possono ottenere una cedola mensile di 0,92 euro a patto che alle date di valutazione intermedie il prezzo di tutti i sottostanti del basket sia pari o superiore alla Soglia Bonus.

In termini di rendimento, si parla di un 11,04% lordo annuo. Importante segnalare come la Soglia Bonus presenti un meccanismo Step-Down, con il livello che si abbassa di 5 punti percentuali ogni semestre passando dall’80% al 65% dello Strike Iniziale. Tre le opzioni che caratterizzano la struttura del Certificato:

 

  • Effetto Memoria: consente all’investitore di incassare successivamente i premi non pagati;
  • Opzione Autocallable: dal 4 aprile 2022 permette al prodotto di scadere anticipatamente a patto che alla Data di Osservazione per il Rimborso Anticipato il prezzo di tutti i sottostanti del paniere sarà pari o superiore a quello del Livello Autocall, posto al 100% dello Strike Iniziale.
  • Opzione Quanto: permette di proteggersi dalle oscillazioni del cambio.

 

Vediamo quindi tutti i livelli da monitorare per i sottostanti del basket:

 

  • American Airlines: Prezzo di Riferimento Iniziale, Strike e Livello Autocall a 21,89 dollari; 1° Soglia Bonus a 17,51 dollari; 2° Soglia Bonus a 16,42 dollari; 3° Soglia Bonus a 15,32 dollari; 4° Soglia Bonus a 14,23 dollari; Barriera a 13,13 dollari.
  • easyJet: Prezzo di Riferimento Iniziale, Strike e Livello Autocall a 7,101 sterline; 1° Soglia Bonus a 5,681 sterline; 2° Soglia Bonus a 5,326 sterline; 3° Soglia Bonus a 4,971 sterline; 4° Soglia Bonus a 4,616 sterline; Barriera a 4,261 sterline.
  • Lufthansa: Prezzo di Riferimento Iniziale, Strike e Livello Autocall a 6,473 euro; 1° Soglia Bonus a 5,178 euro; 2° Soglia Bonus a 4,855 euro; 3° Soglia Bonus a 4,531 euro; 4° Soglia Bonus a 4,207 euro; Barriera a 13,13 euro.

 

Alla scadenza fissata per il 27 settembre 2023 si potranno verificare 3 scenari:

 

  1. Se il prezzo di tutti i sottostanti del paniere è uguale o superiore a quello della Soglia Bonus, l’investitore riceverà il Valore Nominale di 100 euro maggiorato dell’ultima cedola e di quelle eventualmente non pagate;
  2. Se il prezzo di tutti i sottostanti si trova tra la Soglia Bonus e la Barriera, il Certificato rimborserà all’investitore il solo Valore Nominale di 100 euro;
  3. Se il prezzo del peggiore sottostante del paniere è inferiore a quello della Barriera, l’investitore riceverà un importo commisurato alla relativa performance.

 

La valutazione dell’Ufficio Studi di Investire.biz

Le previsioni del settore aereo evidenziano come questo possa riprendersi nei prossimi anni, con il 2024 che potrebbe essere l’anno in cui il comparto tornerà ai livelli pre-Covid. In tal senso, è da segnalare come i titoli del settore siano stati particolarmente penalizzati in Borsa, pertanto potrebbero beneficiare degli acquisti una volta che il settore mostrerà maggiori segnali di ripresa.

Guardando al Certificato, è positivo segnalare la presenza del meccanismo Step-Down delle Soglie Bonus, che con il passare del tempo rende sempre più probabile incassare la cedola di competenza e quelle eventualmente non pagate. Da sottolineare anche come il prodotto quoti al momento della scrittura ad un prezzo ask di 97,40 euro: il potenziale extra rendimento a scadenza sarebbe quindi pari al 2,67% lordo.

 

 

 

 

DISCLAIMER

Questo articolo è stato sponsorizzato dall'emittente o dall'intermediario menzionato. Le informazioni in esso contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. Investire.biz non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subiti a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti su questo sito. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sul sito dell'emittente ed ottenere una consulenza professionale.

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti