Kimura Trading

Investimenti: da UniCredit nuova gamma di Certificati Bonus

UniCredit ha quotato 89 nuovi Certificati Bonus su azioni italiane ed estere e su indici di Borsa. Vediamo tutti i dettagli dell'emissione

Si amplia la gamma di Investment Certificate a firma di UniCredit, che ha quotato sul mercato EuroTLX di Borsa Italiana 89 Certificati Bonus su azioni italiane ed estere e indici di Borsa. I prodotti hanno un prezzo di emissione di 100 euro, una scadenza prevista tra i 6 mesi e i 2 anni e appartengono alla tipologia dei Bonus Cap, dei Top Bonus e dei Reverse Bonus Cap.

Da segnalare come oltre alle azioni più classiche blue chip italiane ed estere i sottostanti comprendono titoli legati al comparto dell’idrogeno come Plug Power e NEL, i produttori dei due principali vaccini anti-Covid Moderna e BioNTech, oltre ai colossi di Wall Street come Netflix, Amazon e Tesla. Vediamo ora le caratteristiche delle varie tipologie di Bonus Certificate emesse da UniCredit.

 

UniCredit: i dettagli dell’emissione di Certificati Bonus Cap

Con i Certificati Bonus Cap gli investitori possono ottenere un premio a scadenza che va dal 5% al 45% sul prezzo di emissione nel caso in cui il prezzo del sottostante mantiene un valore sempre superiore a quello della Barriera, posta dal 65% all’80% del Valore Iniziale. 

Al contrario, nel momento in cui il valore del sottostante in un qualsiasi momento colpisce la Barriera, a scadenza (dai 6 e i 15 mesi dalla Data di Emissione) l’investitore riceverà un importo commisurato alla relativa performance fino al massimo fissato dal Cap.

In tal caso i prodotti perdono la protezione condizionata del capitale. Questi prodotti presentano l’Opzione Quanto, che protegge il risparmiatore dalle oscillazioni del cambio per quelle azioni quotate in una valuta diversa dall’euro.

 

UniCredit: i dettagli dell’emissione di Certificati Reverse Bonus Cap

I Certificati Reverse Bonus Cap di UniCredit permettono all’investitore di beneficiare dell’andamento moderatamente ribassista dell’asset di riferimento. In tal senso i premi potenziali vanno dal 3,5% al 20,5% sul prezzo di emissione, e possono venire incassati nel caso in cui il prezzo del sottostante mantiene un valore sempre inferiore a quello della Barriera, posta dal 130% al 140% del Valore Iniziale.

Se in un momento qualsiasi della vita del prodotto il sottostante toccasse la Barriera, a scadenza (prevista tra il 17 giugno 2022 e il 15 giugno 2023) l’investitore riceverà un importo commisurato alla relativa performance fino al massimo fissato dal Cap.

Ricordiamo come in questo caso i Certificati perdano la protezione condizionata del capitale. Anche questi strumenti sono dotati dell’Opzione Quanto, che protegge il risparmiatore dalle oscillazioni del cambio per quelle azioni quotate in una valuta diversa dall’euro.

 

UniCredit: i dettagli dell’emissione di Certificati Reverse Bonus Cap

I Certificati Top Bonus di Unicredit consentono all’investitore di incassare un premio che va dal 5,5% al 33% sul prezzo di emissione a patto che, a scadenza, il prezzo del sottostante sia pari o superiore al Livello Barriera, posta tra il 70% e l’80% del Valore Iniziale.

Se invece alla scadenza prevista tra settembre e dicembre 2021 il sottostante quotasse al di sotto della Barriera, il risparmiatore riceverà un importo commisurato alla relativa performance fino al massimo fissato dal Cap. Come tutti i prodotti della nuova gamma di Unicredit, anche questi sono protetti dal rischio cambio grazie all’Opzione Quanto.

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti