AI e transizione energetica favoriscono Tesla a Wall Street | Investire.biz
Kimura Trading

AI e transizione energetica favoriscono Tesla a Wall Street

Guardare alle azioni Tesla per cavalcare la rivoluzione delle auto elettriche e il megatrend dell’Intelligenza Artificiale. Vediamo come con i certificati

Le auto elettriche sono uno dei principali fattori che aiuteranno il processo di transizione energetica voluto da gran parte dei Governi del mondo al fine di ridurre l’inquinamento. Molte risorse dei piani di stimolo fiscale attuati dagli USA ed UE verranno destinate al processo di rivoluzione green.

Gli obiettivi dei governi sono ambiziosi, se l’Europa vuole raggiungere il target delle emissioni zero entro il 2050 e la Cina nel 2060, gli Stati Uniti mirano a ridurre le emissioni di CO2 della metà entro il 2030, con il 2050 fissato come anno per raggiungere la neutralità carbonica.

I veicoli elettrificati in questo senso potranno svolgere un ruolo di primo piano: diversi studi mettono infatti in evidenza come questo tipo di veicoli emetta un terzo dell’anidride carbonica emessa da quelli alimentati a combustibili fossili.

Secondo il MIT il 40% delle auto vendute in Cina saranno elettriche entro il 2030, mentre per Bloomberg le vendite di questi veicoli passeranno da 1,7 milioni del 2020 a 8,5 milioni nel 2025 fino ai 54 milioni del 2040. Canalys invece prevede che entro il 2030 quasi il 50% delle auto vendute al mondo saranno completamente elettriche.

In questo quadro si inserisce il colosso automotive guidato dal miliardario sudafricano Elon Musk, Tesla, che continua a sorprendere le attese di Wall Street. Dai conti del secondo trimestre 2021 è emersa una crescita dei ricavi pari a 11,96 miliardi di dollari, rispetto ai 6,04 miliardi archiviati nello stesso periodo dell'esercizio precedente.

L’utile netto si è attestato a 1,14 miliardi di dollari, rispetto ai 104 milioni contabilizzati nel secondo trimestre del 2020, con un utile per azione in aumento da 0,1 dollari a 1,02 dollari. Escludendo le voci straordinarie, l'EPS è risultato pari a 1,45 dollari, valore che ha sorpreso gli analisti, i quali indicavano un utile per azione adjusted di 0,95 dollari e ricavi per circa 11,5 miliardi di dollari.

L'utile del secondo trimestre ha superato le attese del mercato grazie all'aumento delle vendite dei veicoli e alla riduzione dei costi. Per la prima volta da inizio 2020, i profitti della società guidata da Musk non si sono affidati alle vendite di crediti green ad altre società del settore.

Tesla inoltre non è esposta solo al megatrend delle auto elettriche, bensì anche all’ampio tema dell’Intelligenza Artificiale. Elon Musk, ha di recente annunciato la creazione di un robot, chiamato Tesla Bot, che dovrebbe sostituire il lavoro umano.

Durante l’AI Day tenutosi lo scorso 19 agosto, giornata dedicata all’intelligenza artificiale, Musk ha dichiarato che il lancio del prototipo potrebbe avvenire già nel 2022. Il CEO durante l’evento ha inoltre presentato anche un chip progettato in casa per il suo computer più veloce, Dojo, che dovrebbe essere applicato al sistema di guida automatica.

Viste le potenzialità di Tesla, ad attirare la nostra attenzione è stato il Certificato Recovery Top Bonus di Société Générale con ISIN DE000SF3BFA3 che ha come sottostante Tesla. Vediamo cosa dice l’analisi tecnica sul titolo quotato al NASDAQ.

 

Azioni Tesla: l’analisi tecnica

Il quadro tecnico di Tesla appare costruttivo a Wall Street. Dopo un movimento correttivo che ha portato le quotazioni al test della trendline discendente che conta il massimo assoluto registrato a gennaio e quelli segnati a luglio 2021, i corsi hanno dato il via ad un movimento rialzista tuttora in atto che potrebbe raggiungere la prossima resistenza statica in area 785 dollari.

Su quest’ultimo livello transita inoltre la linea di tendenza che conta i minimi registrati tra agosto e novembre 2020 e marzo 2021, ora transitante a 760 dollari. La positività verrebbe meno con una violazione stabile del minimo segnato il 17 agosto scorso a 648 dollari, movimento che potrebbe trasportare i corsi fino alla successiva area di concentrazione di domanda a 548 dollari.

 

Investire su Tesla con i Certificati

La situazione descritta sinora su Tesla è particolarmente interessante se si guarda al Certificato Recovery TOP Bonus di Société Générale con ISIN DE000SF3BFA3. Questo prodotto è quotato dal 9 agosto 2021 sul mercato SeDeX di Borsa Italiana ad un prezzo di emissione di 87,40 euro.

Questo strumento consente agli investitori di ricevere un rimborso a scadenza di 100 euro lordi a patto che alla data di valutazione finale fissata al prossimo 18 marzo 2022 (circa 7 mesi) la quotazione di Tesla sia superiore o uguale a quella della Barriera, fissata a 500 dollari, circa il 69% dello Strike Iniziale.

Per questo motivo, eventuali leggeri ribassi del titolo non sarebbero un evento totalmente negativo, in quanto farebbero scendere il potenziale prezzo di acquisto del Certificate incrementando di conseguenza il rendimento potenziale a scadenza e lo spazio per un recupero più sostenuto delle quotazioni. Al momento della scrittura il Certificato quota ad un prezzo ask di 89,50 euro (guadagno lordo potenziale del 11,73%), mentre le azioni Tesla quotano circa il 41% al di sopra della Barriera.

Lo scenario negativo prevede invece che alla data di valutazione finale le quotazioni di Tesla siano pari o inferiori a 500 dollari: il Certificato inizierà a replicare la performance negativa del sottostante calcolata rispetto allo Strike e moltiplicata per l’Importo di Calcolo di 88,282 euro per certificato. Questo causerà una perdita sul capitale investito.

 

 

 

DISCLAIMER
Il presente articolo è stato redatto dalla redazione di Investire.biz. Investire.biz ha stipulato un accordo con Societe Generale tale per cui, a fonte del pagamento di un corrispettivo, Investire.biz si impegna a selezionare, in modo del tutto autonomo e indipendente da Societe Generale, uno o più prodotti facenti parte della gamma di prodotti di Societe Generale negoziati su Borsa Italiana o EuroTLX, che siano legati al sottostante che è di volta in volta oggetto dell’analisi contenuta negli articoli predisposti da Investire.biz. Il presente articolo non costituisce sollecitazione, offerta, consulenza o raccomandazione all’investimento. Per qualsiasi informazione sui prodotti oggetto dell’articolo, il lettore deve leggere attentamente il KID e la documentazione d’offerta e può rivolgersi al proprio intermediario di riferimento. Societe Generale e Investire.biz non assumono alcuna responsabilità per l'eventuale utilizzo che il lettore potrà fare dei contenuti dell’articolo. L’ultima versione del Documento contenente le Informazioni Chiave (KID) e la documentazione d’offerta del prodotto descritto nel presente articolo potranno essere visualizzati e scaricati rispettivamente dal sito http://kid.sgmarkets.com e http://prospectus.socgen.com. Tali documenti sono altresì disponibili sul sito http://prodotti.societegenerale.it nonché gratuitamente, su richiesta, presso gli uffici di Societe Generale, in via Olona, 2 a Milano.

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti