Kimura Trading

Dogecoin ai massimi storici grazie a Musk, Snoop Dogg e Simmons

La criptovaluta è sotto la lente dopo aver raggiunto un nuovo record storico. Vediamo cosa sta succedendo e chi sta trainando la crypto-meme nata quasi per scherzo

Grazie all’endorsement di Elon Musk e dei gruppi Reddit di piccoli investitori, il valore di Dogecoin è esploso nelle ultime settimane. Ma non è tutto merito del genio sudafricano: nel weekend, il rapper Snoop Dogg e Gene Simmons dei Kiss hanno espresso il proprio supporto per il “Doge Army” insieme al CEO di Tesla.

Domenica il prezzo della criptovaluta ha iniziato a scambiare intorno a 0,056 dollari all'inizio della giornata ed è salito a 0,0872 nel pomeriggio prima di tornare a 0,084, eclissando il massimo storico di 0,078 dollari fissato alla fine del mese scorso (dati CoinMarketCap). Da inizio anno DOGE è cresciuto di oltre il 1.380%.

Anche nella notte, Musk ha continuato a spingere Dogecoin, dopo la serie di tweet del fine settimana, l’imprenditore ha pubblicato altro materiale informativo sulla criptovaluta che, nel frattempo, sta continuando la sua corsa.

Il patron di Tesla innanzitutto ha pubblicato il risultato del sondaggio su Dogecoin dello scorso sabato e, con un sonoro, "le persone hanno parlato", ha osservato come i suoi follower abbiano decretato la moneta virtuale del cane come "la futura moneta della Terra".

Sono già in circolazione oltre 128 miliardi di unità Dogecoin. Ma questo potrebbe essere solo un inizio in quanto gli investitori hanno iniziato a mostrare il loro interesse verso la valuta a seguito degli stimoli di Musk.

 

La FOMO tra trader retail e r/WallStreetBets

In seguito alla vicenda che ha coinvolto GameStop e Robinhood, molti trader retail alle prime armi si sono riversati nel mercato criptovalute. DOGE è stata la prima criptovaluta investita dalla FOMO (Fear of Missing Out) dei retail, soprattutto tra i membri della comunità di r/WallStreetBets.

Negli ultimi giorni molti piccoli investitori dei forum Reddit da cui è partito l’assalto a GameStop hanno cominciato a spingere anche questa cryptovaluta, ma il cambio di passo è arrivato quando l’uomo più ricco del mondo ha cominciato ha dedicare a Dogecoin le sue attenzioni.

Il 4 febbraio Elon Musk ha pubblicato una primo tweet dove avvertiva “Dogecoin is the people’s crypto”. E poi «No need to be a gigachad to own». Gigachad vuol dire qualcosa come “belloccio”. E poi ancora una fotomontaggio con lui in versione Rafiki che solleva al cielo un giovane Simba-Doge.

Ma attenzione: DOGE è solitamente considerata una criptovaluta creata per scherzo e basata su un meme, non soddisfa nessun caso d’uso reale, gode di una community molto comunità attiva.

Quindi, quando questa cripto inizia a crescere a causa di un fattore inaspettato, spesso sperimenta un trend rialzista esplosivo in un breve periodo di tempo. A fine gennaio, durante il rally di r/Wallstreetbets, il volume di trading di DOGE ha superato brevemente quello di Bitcoin su Binance, ma i rischi di storno significativo non andrebbero sottovalutati.

 

Dogecoin: l’ottava cripto più grande ora capitalizza 8,7 miliardi

Dogecoin è una criptovaluta basata su un sistema di blockchain, la stessa struttura su cui si fonda il ben più noto Bitcoin. È stato fondato da Billy Markus e Jackson Palmer nel 2013. Dogecoin è nato quasi come una provocazione, ma ora la sua capitalizzazione di mercato arrivata a oltre 8,7 miliardi di dollari.

Negli ultimi anni la moneta e la comunità che la sostiene sono diventate note per aver organizzato diverse raccolte fondi. Nel 2014 i supporter di Dogecoin hanno avviato una raccolta per permettere alla squadra di bob della Jamaica di partecipare alle Olimpiadi Invernali. Nel 2017 hanno contribuito a una campagna fondi per l’associazione Family House.

Il valore di un Dogecoin in questo momento è di 0,06886 dollari. Ad aprirle 2020 valeva 0,02 dollari. Ancora una volta un trend su un forum/account social ha sconvolto gli equilibri del mercato finanziario. Una dinamica che sta generando sempre più interesse, tanto che secondo il Wall Street Journal Jaime Rogozinski, il fondatore del forum Reddit da cui ha avuto origine la vicenda GameStop/WallStreetBets, avrebbe appena venduto i diritti della sua storia a RatPac Entertainment, mentre Netflix ne farà un documentario.

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti