Cosa dice la lettera di Warren Buffett agli investitori

2.744.062% di performance dal 1964 ad oggi, con una media annua del 20.3%. Questa è la performance di Berkshire Hathaway, la società di Warren Buffet, il piu' famoso investitore al mondo.

Una performance davvero incredibile, se paragonata al "solo" 19.784% di performance dell'indice S&P500. Insieme al profitto di 81,4 miliardi di dollari del 2019, sono questi i risultati della gestione di Warren Buffett comunicati nell'ultima lettera agli azionisti pubblicata sabato 22 febbraio 2020.

La pubblicazione della lettera agli azionisiti da parte di Warren Buffett è qualcosa di sempre molto atteso dagli investitori di tutto il mondo che cercano di carpire, tra le righe della lettera, il sentiment sul mercato dell'oracolo di Omaha. Ecco i punti salienti di questa edizione della lettera (che viene pubblicata regolarmente dal 1965).

Buybacks: Berkshire Hathaway ha comprato 5 miliardi di azioni proprie

Un Buyback è il riacquisto di azioni proprie. Questa è una operazione che crea valore per gli azionisti in quanto:

  • Aumenta la quotazione dei titoli, in quanto ne sostiene la domanda sul mercato;
  • Aumenta il valore patrimoniale dei titoli rimasti, qualora i titoli soggetti a buyback vengano distrutti.

Con i mercati sui massimi storici, le opportunità di acquisizione da parte della Berkshire Hathaway sono state davvero poche, motivo per cui l'attenzione è stata riposta sul riacquisto di azioni proprie. Solo a fine 2019 sono state acquistate 2.2 miliardi di azioni proprie, cifra che si somma ai 700 milioni del trimestre precedente. Questi dati portano il totale dei riacquisti a 5 miliardi di dollari di azioni.

Buffett ha aggiunto che se la differenza tra il prezzo delle azioni di Berkshire Hathaway ed il loro valore intrinseco continuerà ad ampliarsi (come stima), la politica di buybacks diventerà ancora piu' aggressiva.

Warren Buffett non conclude acquisizioni importanti da tre anni

Anche nel 2019 Buffett non ha concluso acquisizioni importanti, segnando il terzo anno consecutivo in cui questo non avviene. Nella lettera ne ha approfittato per specificare i criteri di acquisizione di una azienda che sono:

  1. Devono avere ritorni interessanti dalla loro attività caratteristica e avere un ritorno interessante sul capitale sociale;
  2. Devono essere gestiti da manager capaci ed onesti;
  3. Devono essere quotate ad un prezzo ragionevole.

Buffett ha poi aggiunto: "Quando individuiamo società con questa caratteristiche, la nostra preferenza sarebbe acquisirne il 100%, ma non sempre questo è possibile e le opportunità che possiedano questi attributi sono rare. E' molto piu' probabile che l'instabilità dei mercati ci offra la possibilità di acquisire posizioni di grandi dimensioni, ma non di controllo."

Quale sarà il futuro della Berkshire Hathaway dopo la morte di Warren Buffet e Charlie Munger?

Warren  Buffett è stato molto chiaro: la società è pronta al 100% per una eventuale sua morte (e del suo socio Charlie Munger). Ha anche aggiunto che sono due le persone in corsa per succederlo - Greg Abel e Ajit Jain - i quali ricevernno maggiore visibilità nelle prossime riunioni degli azionisti della Berkshire Hathaway, tanto che nell'edizione del 2020 gli azionisti potranno rivolgere domande direttamente a loro (oltre che a Buffet e Munger).

Secondo Buffet Greg Abel e Ajit Jain sono due persone eccezionali, sia come manager che come persone ed è giusto che gli azionisti possano interagire di piu' con loro.

Azioni vs obbligazioni: cosa ne pensa Warren Buffett

Buffett ha comunicato che, a suo avviso, le azioni sovraperformeranno le obbligazioni nei prossimi anni, sopratutto in un panorama con tassi di interesse bassi, come lo sono ora.

Ma attenzione! Warren Buffett avvisa che anche se le azioni performeranno meglio nel lungo termine, tutto puo' succedere sul mercato azionario e che cali (momentanei) anche del 50% (o maggiori) non sono da escludere.

"Le azioni sono la scelta milgiore per il lungo periodo per quegli investitori che non utilizzano denaro preso a prestito e che sono in grado di controllare le proprie emozioni" ha aggiunto Buffett, confermando quelle che sono le linee guida della sua strategia di investimento.

Warren Buffett e la politica: il supporto a Mike Bloomberg come nuovo presidente degli Stati Uniti d'America

Non c'è traccia della politica in questa lettera agli azionisti ma, in una intervista del 2019 alla CNBC, Buffett ha dichiarato di sostenere Mike Bloomberg come nuovo presidente degli Stati Uniti d'America per le elezioni di novembre 2020.

Buffett sostenne Hillary Clinton nel 2016 e non fece mai mistero di aver votato per Barack Obama.

---

Visita la sezione dedicata a Warren Buffett nella sezione "Guru Monitor" del sito e guarda quali sono le azioni che ha in portfolio l'oracolo di Omaha.

Clicca QUI

---

 

0 - Commenti