Azioni Italia: chi guadagna con piano USA da 2mila miliardi?

Per fronteggiare gli effetti disastrosi sull'economia dell'esplosione del virus Covid-19 negli Stati Uniti, FED e Donald Trump sono scesi in campo con dei piani straordinari di investimenti e liquidità. In aggiunta al piano da 2mila miliardi approvato dal Congresso USA la scorsa settimana, il Presidente degli Stati Uniti ha lanciato un ulteriore pacchetto di stimoli da 2 mila miliardi pensato per il settore delle infrastrutture. Salgono così a 4mila miliardi di dollari le misure messe in campo dall'amministrazione a stelle e strisce per arginare le ricadute negative sull'economia USA dal diffondersi del Coronavirus. In attesa dei dati sul mercato del lavoro attesi per domani, gli operatori di mercato, così come lo stesso Presidente USA, sono preoccupati dall'impatto occupazionale ed economico per persone e aziende. Emblematico è stato il dato delle richieste di sussidi pubblicato la scorsa settimana, con oltre 3 milioni di americani che hanno fatto domanda di sussidio, massimo storico. I timori sono ben espressi dall'avvio del nuovo trimestre registrato ieri, con Wall Street che ha segnato il peggior avvio trimestrale di sempre. "Con tassi di interesse a zero, è il momento giusto per emanare la tanto attesa legge sulle infrastrutture", ha scritto su Twitter Donald Trump. Nei piani dell'inquilino della Casa Bianca l'idea di mettere mano all'Infrastructure Bill, puntando così a creare nuovi posti di lavoro e rinnovare le infrastrutture del Paese.

 

Corporate Italia: chi può guadagnare dal piano Trump sulle infrastrutture?


Il piano di Trump interesserà in primis il mondo Corporate USA ma non solo. Anche le società di altre nazioni, specie quelle già operative negli Stati Uniti, potranno trarne giovamento. Vediamo dunque quali potrebbero essere le società quotate a Piazza Affari che potrebbero trarre giovamento dal piano per le infrastrutture pensato dal Presidente USA:

Salini Impregilo: la società guidata dal Ceo Pietro Salini potrebbe essere tra le maggiori beneficiarie in Italia del Piano Trump grazie alla controllata americana Lane. In ballo il gruppo ha diversi progetti, come il piano da 20 miliardi di dollari per realizzare il treno superveloce tra Dallas e Houston (Texas) o il bacino Everglades in Florida. Tra gli altri lavori in corso o in via di completamento anche la costruzione del nuovo viadotto Desmond Bridge a Long Beach (California), destinato a diventare, per design e importanza, una nuova infrastruttura iconica per lo Stato californiano. Lo scorso esercizio gli Stati Uniti hanno pesato per il 23% sull'intero giro d'affari del gruppo quotato a Piazza Affari;

Cementir: il mercato USA nel 2019 ha rappresentato il 12% del fatturato della società cementifera. rappresenta il 12% del fatturato del 2019. Oltre che come base usata per la costruzione delle infrastrutture, la società ha nella svolta green annunciata lo scorso novembre un assist da giocare per partecipare come attore di rilievo al nuovo piano americano. Il mercato e gli investitori potrebbero inoltre apprezzare la magggior spinta nella digitalizzazione dei processi industriali, il contenimento dei costi e il lancio di prodotti innovativi, tutte voci capaci di incidere positivamente sulla redditività del buisness;

Buzzi Unicem: altra azienda italiana attiva nel settore cementifero, la società di Casale Monferrato già lo scorso anno ha ottenuto il 50% del suo Ebitda negli Stati Uniti. Il 2020 non era iniziato male sul fronte del business, con il management che ha recentemente evidenziato come fino a metà marzo l'andamento economico era in linea con le assumption inserite nel budget 2020. In un contesto un cui il mercato italiano e più in generale quello europeo potrebbero segnare il passo nei mesi a venire, il lancio del piano infrastutture da parte di Donald Trump consente di aumentare la visibilità futura sul fatturato e le altre voci di bilancio. Il mercato potrebbe dunque allentare la morsa delle vendite che da fine febbraio colpiscono indistintamente le società quotata a Piazza Affari. 

0 - Commenti