Il pericolo di un rialzo dei tassi si allontana | Investire.biz

Il pericolo di un rialzo dei tassi si allontana

06 mag 2024 - 10:00

Ascolta questo articolo ora...

Le indicazioni arrivate nell'ultima settimana hanno allontanato l'incubo di una nuova stretta sui tassi USA. Vediamo cosa succede nell'ottava che inizia oggi

La scorsa settimana sono stati due gli appuntamenti maggiormente capaci di impattare il sentiment del mercato: da un lato la riunione della FED, dall’altro i dati sul mercato del lavoro americano.

Per quanto riguarda il meeting dei banchieri centrali statunitensi, non vi sono state sorprese: il FOMC ha confermato il livello dei tassi di interesse. Le parole da colomba di Jerome Powell hanno contribuito a rasserenare il mercato dopo le vendite della vigilia. I timori di un innalzamento del costo del denaro si sono ridotti mentre si è rafforzata l’idea che il primo taglio dei tassi possa slittare in autunno. Il FedWatch Tool fissa in settembre il primo possibile taglio di 25 punti base, con il 48,8% degli analisti che vede il costo del denaro portato al 5-5,25% nel meeting del 18 settembre.

E mentre l’OCSE alzava le stime di crescita globale 2024 proprio grazie alla forza dell’economia statunitense, i dati del mercato del lavoro di aprile hanno dato ulteriore ossigeno alle Borse. La pur modesta crescita del tasso di disoccupazione, arrivato al 3,9% dal precedente 3,8%, e la lettura sotto le aspettative dei Non Farm Payrolls hanno contribuito ad allontanare lo spettro di un innalzamento del costo del denaro e ad avvicinare l’avvio di una fase di allentamento.

 

 

A Milano è tempo di trimestrali

Archiviato il meeting della Federal Reserve, nella settimana che inizia oggi sono previsti altri due appuntamenti con le Banche centrali: domani sarà la volta della Reserve Bank of Australia mentre giovedì è il turno della Bank of England. Alla luce di un’inflazione particolarmente persistente, l’istituto con sede a Sydney potrebbe incrementare il costo del denaro (da novembre 2023 fissato al 4,35%) mentre la Banca di Threadneedle St. giovedì 9 maggio dovrebbe confermare, per la sesta volta consecutiva, il tasso di riferimento al 5,25% (la prima riduzione del benchmark britannico dovrebbe essere varata a giugno).

Tra gli altri dati in calendario in settimana troviamo gli indici tedeschi su ordini alle imprese, bilancia commerciale (martedì) e produzione industriale (mercoledì), gli aggiornamenti cinesi su bilancia commerciale (mercoledì) e prezzi (sabato) ed i dati di Eurolandia relativi il sentiment dei direttori degli acquisti del terziario (lunedì) e le vendite al dettaglio (martedì). Nel caso del Regno Unito è venerdì il giorno da cerchiare in rosso sul calendario visto che l’Office for National Statistics alzerà il velo sui dati relativi la crescita economica, la produzione industriale e l’andamento del settore servizi.

Ma attenzione anche alle trimestrali visto che, alla earning season statunitense (nell’ottava sarà la volta di Berkshire Hathaway, Walt Disney, Uber e Airbnb) si aggiungeranno i numeri di big di Piazza Affari del calibro di MPS, UniCredit, Banco Bpm, Campari, Ferrari, Leonardo, Prysmian, Pirelli ed Enel. 

 

 

 

 

A questo link è possibile leggere tutta la Weekly Note di Vontobel

0 - Commenti

I Nostri Partners



Malta

ELP Finance LTD

34, Wied Ghomor Street, St. Julians STJ 2043 – Malta

+356 20 341590

Switzerland

ELP SA

Corso San Gottardo 8A, 6830 Chiasso, Switzerland

+41 91 9228169

Investire.biz non offre servizi finanziari, regolamentati o di investimento. Le informazioni presenti sul sito non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web della societĂ  puntano verso societĂ  finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa. Si prega di leggere Dichiarazione di non responsabilitĂ , Informativa sui rischi, Informativa sul trattamento dei dati personali e Termini e condizioni prima di utilizzare questo sito Web.

L’utilizzo del presente sito è soggetto al diritto svizzero, che ha giurisdizione esclusiva in relazione all’interpretazione, applicazione ed effetti delle condizioni d’uso. Il tribunale cantonale competente avrà giurisdizione esclusiva su tutti i reclami o le controversie derivanti da, in relazione a o in relazione al presente sito web ed al suo utilizzo.

Le informazioni presenti sul sito web non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web di ELP SA o ELP Finance LTD (di seguito il “gruppo ELP” o “ELP”) indirizzano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa. Gli strumenti finanziari menzionati nel presente sito web possono essere soggetti a restrizioni di vendita in alcune giurisdizioni.

Continuando ad accedere o utilizzare questo sito web o qualsiasi servizio su questo sito, dichiari di accettarne i termini e condizioni. Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Il trading e la speculazione finanziaria comportano un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello della tua esperienza, la tua disponibilità ad assumersi dei rischi e consultare un consulente indipendente. C'è sempre la possibilità di perdere l'investimento, per intero o parte di esso. Quindi ti suggeriamo di investire denaro che puoi permetterti di perdere.

Dichiarazione di non responsabilitĂ  - Informativa sui rischi - MAR - Informativa sul trattamento dei dati personali - Termini e condizioni - Codice Etico - Cookie policy - Privacy Policy

© 2024 Investire.biz, all rights reserved.