Capodanno Cinese 2023: cosa succede in Borsa nell'anno del Coniglio? | Investire.biz

Capodanno Cinese 2023: cosa succede in Borsa nell'anno del Coniglio?

21 gen 2023 - 09:00

Con il Capodanno cinese inizia l’anno del Coniglio: vediamo quali sono le prospettive per l’economia del Dragone e cosa è successo in passato

Il Capodanno cinese 2023 decreterà l’inizio dell’anno del Coniglio: per prepararsi, le autorità del Dragone hanno deciso di stupire cambiando radicalmente l’approccio nei confronti delle imprese tecnologiche e dei servizi (fortemente osteggiate negli ultimi due anni) e, soprattutto, hanno azzerato, spinte anche dal sentiment popolare, quella politica “zero-Covid” che ha finito per penalizzare la performance economica, cinese e globale, nel 2022 e che minacciava anche il 2023. 

Anche se le indicazioni in arrivo da Pechino sono sempre abbastanza fumose, è probabile che il picco di infezioni sia già stato raggiunto e che quindi, terminate le festività, l’attività economica riprenderà a pieno regime. Jian Shi Cortesi, Investment Director di GAM, evidenzia come “nelle grandi città la maggior parte delle persone è stata infettata, si è già ripresa ed è tornata al lavoro, il traffico è ripreso, i ristoranti più rinomati sono di nuovo affollati”. 

Indicazioni simili arrivano da Cosmo Zhang, Analyst Emerging Markets Fixed Income di Vontobel: “la mobilità all'interno delle città è già tornata a circa il 75% dei livelli pre-Covid, ed i colli di bottiglia della logistica si sono ridotti rapidamente. Mentre la congestione del traffico passeggeri nelle metropolitane di 18 città e di quella del traffico di 46 città è rimasta rispettivamente del 10-15% e del 25% circa al di sotto dei livelli pre-Covid, il trasporto merci su rotaia e autostrada e il traffico nei principali porti hanno registrato una forte ripresa nell'ultima settimana”.

Al di fuori dei confini nazionali, le tensioni con gli Stati Uniti sembrerebbero essersi stabilizzate dopo che, nel mese di novembre, il Presidente cinese Xi Jinping e quello statunitense Joe Biden si sono incontrati faccia a faccia. Inoltre, nelle ultime settimane, è stato registrato un raffreddamento dei rapporti tra il Pechino e Mosca. 

 

 

Perché il 2023 è l’anno del Coniglio in Cina?

Secondo il calendario cinese, ad ogni anno corrisponde un segno zodiacale ed il ciclo dura 12 anni (i segni sono Topo, Bue, Tigre, Coniglio, Drago, Serpente, Cavallo, Capra, Scimmia, Gallo, Cane e Maiale). 

Se il 2023 sarà l’anno del Coniglio, questo vuol dire che il precedente è stato il 2011, prima ancora il 1999, il 1987, il 1975, il 1963, il 1951 e così via. Nella cultura cinese, i Conigli sono ammirati, degni di fiducia e, spesso, finanziariamente fortunati.

 

 

Come sarà il 2023 dell’economia cinese?

Dopo le recenti inversioni a U da parte delle autorità, le attese per il 2023 dell’economia cinese sono decisamente migliorate: in linea generale gli analisti stimano una ri-accelerazione della crescita e una ripresa del sentiment degli investitori. Wenli Zheng, Portfolio Manager di T. Rowe Price, evidenzia come “mentre il mondo occidentale digerisce l’aumento dei tassi e il Quantitative Tightening, la Cina sta attuando politiche monetarie e fiscali accomodanti per sostenere la crescita economica”. 

Secondo Mabrouk Chetouane, Head of Global Market Strategy di Natixis IM, “il rimbalzo potrebbe essere marcato, guidato dalla domanda delle famiglie che dovrebbe liberare la domanda repressa dopo anni di depressione. Le famiglie cinesi hanno accumulato notevoli risparmi in eccesso durante questa fase e le autorità hanno mantenuto un atteggiamento di sostegno negli ultimi tempi, puntando nella stessa direzione sia a livello monetario che fiscale”. 

“Il governo cinese ha rimosso la maggior parte dei controlli sul Covid, le politiche industriali sono state rese più favorevoli alle imprese e sono stati compiuti progressi nella gestione delle tensioni geopolitiche”, ha detto Jimmy Chen, gestore del fondo Comgest growth China di Comgest. “Contestualmente -continua l’esperto- il tasso di inflazione dovrebbe rimanere moderato, consentendo il mantenimento di politiche macroeconomiche accomodanti” e, di conseguenza, “riteniamo che il mercato sia pronto a registrare una forte performance nell’anno del Coniglio”.

“Nonostante il recente rimbalzo delle azioni cinesi, l'indice MSCI China è ancora in calo del 45% rispetto al picco del febbraio 2021 -prosegue Cortesi - c'è ancora molto spazio per un'ulteriore rivalutazione”. 

“Con la svolta politica della Cina dalla fine del 2022, i principali mercati hanno reagito positivamente e quasi tutti i settori, in particolare le compagnie aeree, l'assistenza sanitaria, l'immobiliare e i giochi d'azzardo di Macao, ne hanno beneficiato”, ha detto Zhang di Vontobel. “Il mercato azionario cinese -sintetizza l’esperto di T. Rowe Price- non è mai stato così conveniente”.

 

 

Le performance azionarie nei precedenti anni del Coniglio

Dall’analisi delle serie storiche, almeno per quanto riguarda gli ultimi appuntamenti con il Coniglio, ci dicono che nell’ultima occasione, nel 2011, il MSCI China (che raggruppa oltre 700 titoli del Dragone) ha evidenziato un rosso di circa 20 punti percentuali (-20,4%). Contrazione maggiore è stata registrata dal nostro Ftse Mib, che ha perso un quarto del valore (-25,2%), mentre il MSCI World ha limitato le perdite (-7,6%) e lo S&P500 è riuscito a terminare piatto. 

Andamento opposto nell’altro anno del Coniglio, il 1999, quando i titoli cinesi sono saliti del 10,3%, le blue chip italiane del 25,2%, l’indice mondiale del 23,56% ed a Wall Street è stato registrato un incremento del 19,5%. 

Andamento positivo, anche se con guadagni più contenuti, anche nell’altro anno indicato, il 1987 (quello del famoso lunedì nero), quando l’indice mondiale e Wall Street hanno rispettivamente segnato un +14,3 ed un +2 per cento. 

 

 

0 - Commenti

I Nostri Partners


Malta

ELP Finance LTD

34, Wied Ghomor Street, St. Julians STJ 2043 – Malta

+356 20 341590

Switzerland

ELP SA

Corso San Gottardo 8A, 6830 Chiasso, Switzerland

+41 91 9228169

ELP Finance LTD e il suo sito web non offrono servizi finanziari, regolamentati o di investimento. Le informazioni presenti sul sito non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web della società puntano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa.

Si prega di leggere Dichiarazione di non responsabilità, Informativa sui rischi, Informativa sul trattamento dei dati personali, Termini e condizioni e la Politica sulla sicurezza informatica prima di utilizzare questo sito Web. Continuando ad accedere o utilizzare questo sito Web o qualsiasi servizio su questo sito, dichiari di accettare questi termini e condizioni. Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Il trading online comporta un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello della tua esperienza, la tua disponibilità ad assumerti dei rischi e consultare un consulente indipendente. C'è sempre la possibilità di perdere l'investimento, per intero o parte di esso. Quindi ti suggeriamo di investire denaro che puoi permetterti di perdere.

Dichiarazione di non responsabilità - Informativa sui rischi - Informativa sul trattamento dei dati personali - Termini e condizioni - Politica di sicurezza informatica - Codice Etico - Cookie policy - Privacy Policy

© 2023 Investire.biz, all rights reserved.