Il margine e la leva finanziaria

Il margine e la leva finabziaria sono due argomenti strettamente correlati, tra i piu' ostici da capire quando si è agli inizi della propria attività di trader.

Tanti si avvicinano al mondo del trading passando dall'interesse per il mercato azionario, dove siamo abituati a ricevere un determinato quantitativo di azioni, a seconda dell'importo investito.

Se per esempio volessimo investire la cifra di 10.000 euro nel titolo Generali assicurazioni, dividendo il nostro capitale per il prezzo della singola azione, sapremmo esattamente quante azioni avremo in portafolgio, una volta comprate.

Nel trading con i futures ed i CFD, non è cosi, infatti possiamo operare con molti meno soldi, rispetto a quelli che necessiteremmo nell'investimento azionario.

Cos'è la leva finanziaria

La leva è quel meccanismo per cui i broker ci permettono di investire piu' soldi, rispetto a quelli che abbiamo sul conto trading.

Se, per esempio, il nostro broker ci permette di utilizzare una leva di 1 a 100 (1:100), significa che potremmo investire un controvalore di 100.000 euro, con un conto di soli 1.000 euro. 

Anche quando andiamo in banca ad accendere un mutuo per l'acquisto di una casa, di fatto, stiamo usando la leva finanziaria! Infatti la banca ci "presta" del denaro che non abbiamo, sul quale pagheremo un interesse.

Se, per un immobile, la banca generalmente chiede che venga versato almeno il 20% "a garanzia", consentendoci di fatto di utilizzare una leva 1 a 5 (100% diviso 20% = 5), nelle piattaforme di trading è possibile sfruttare una leva molto maggiore, in alcuni casi addiruttura superiore a 100.

Che cosa è il margine

Il margine è l'importo che il broker richiede di avere sul conto, al fine di eseguire una operazione di trading.

Margine e leva finanziaria sono collegati, in quanto la leva è un effetto del margine richiesto dal broker.

Infatti, se per fare una operazione un controvalore di 100.000 euro il broker ci chiede di avere sul conto almeno 1.000 euro, di fatto ci sta dando la possibilità di usare una leva di 1 a 100 (1000.000 euro diviso 1.000 euro = 100).

Leva finanziaria, un vantaggio o un rischio?

La leva finanziaria è un'arma a doppio taglio. I vantaggi sono facili da notare: usando piu' soldi di quelli che effettivamente abbiamo, possiamo ottenere risultati, in termini percentuali, maggiori rispetto a quelli che otterremmo senza leva.

Se per esempio decidiamo di comprare un controvalore di 10.000 euro di azioni, quando sul conto abbiamo solmente 1.000 euro, un incremento del 5% del titolo ci porterebbe un profitto di 500 euro che, calcolato sul nostra capitale di 1.000 euro, è un incredibile 50%.

Ma cosa succederebbe se, invece di salire del 5%, il titolo in questione scendesse del 5%?

Il nostro capitale passerebbe da 1.000 euro a 500, facendoci subire una perdita del 50%!

Quando si usa la leva, quindi, bisogna sempre fare molta attenzione, ricordandosi sia degli effetti positivi, ma sopratutto dei potenziali effetti negativi