Stellantis in focus dopo nuove alleanze, come investire sul titolo? | Investire.biz

Stellantis in focus dopo nuove alleanze, come investire sul titolo?

12 gen 2023 - 16:00

Stellantis è in focus tra i trader e gli investitori dopo alcune recenti notizie. Vediamo come investire sul colosso automobilistico con i Certificati

Stellantis torna in focus tra gli operatori dei mercati finanziari nelle ultime sedute di contrattazioni a Piazza Affari. Il CEO del gruppo, Carlos Tavares, ha di recente affermato che verranno chiusi altri stabilimenti automobilistici se i prezzi elevati dei veicoli elettrici causeranno una contrazione dei mercati dei veicoli rispetto ai livelli precedenti alla pandemia di Covid-19.

Le dichiarazioni sono state rilasciate in occasione del Consumer Electronic Show di Las Vegas, in cui è stato presentato il concept del RAM 1500 BEV. Lo scorso mese Stellantis aveva annunciato lo stop a tempo indeterminato delle attività nell’impianto di Belvidere in Illinois, proprio a causa degli elevati costi dei veicoli elettrici, dal 28 febbraio 2023.

Secondo l’AD, l'industria automobilistica europea potrebbe essere costretta a ridurre in modo massiccio la sua capacità produttiva di fronte alla crescente concorrenza della Cina. Il numero uno di Stellanis ha spiegato che i regolamenti vigenti in Europa fanno in modo che la produzione locale di veicoli elettrici sia circa il 40% più costosa rispetto a quella cinese.

Di conseguenza, alcuni impianti potrebbero essere chiusi e trasferiti in altri Paesi più favorevoli dal punto di vista economico. Per il CEO “non c’è migliore soluzione che continuare a lavorare sui costi”. Secondo Tavares, la sfida maggiore nella road map dell’elettrificazione “è mettere a punto una tecnologia che abbia costi accessibili per la classe media”, perché mettere sul mercato veicoli troppo cari “ci farebbe perdere il grande pubblico e il mercato si ridurrebbe in modo significativo”.

Per quanto riguarda le nuove partnership, di recente Stellantis e Archer hanno unito le loro forze per produrre il velivolo eVTOL Midnight di Archer. Il colosso automotive contribuirà con tecnologie e competenze produttive avanzate, oltre a mettere a disposizione personale esperto e capitali per consentire la produzione del velivolo.

Il contributo di Stellantis consentirà ad Archer di rafforzare il proprio percorso verso la commercializzazione, favorendo l’azienda partner nella riduzione di centinaia di milioni di dollari di spesa. L’obiettivo di Stellantis è produrre in serie il velivolo eVTOL di Archer sulla base di un contratto in esclusiva. Inoltre, la big cap automobilistica fornirà 150 milioni di dollari di capitale azionario per un potenziale utilizzo da parte di Archer, a sua discrezione nel 2023 e nel 2024.

Stellantis intende anche aumentare la propria partecipazione strategica mediante acquisti futuri di azioni di Archer sul mercato aperto. Oltre a questo accordo, Stellantis ha dato vita ad un’alleanza con Element 25 per la fornitura, da parte di quest’ultima, di solfato di manganese monoidrato ad alto grado di purezza per la produzione di pacchi batteria destinati ai veicoli elettrici di Stellantis.

L’accordo, della durata di 5 anni, prevede la consegna di un volume totale di 45 chilotoni a partire dal 2026, con la possibilità di estenderne la durata e aumentare i volumi. Element 25 ricaverà il materiale dal suo progetto Butcherbird in Australia occidentale e pianifica inoltre di costruire un impianto di lavorazione negli USA.

L’accordo con Element 25 rafforza la strategia di elettrificazione di Stellantis, che comprende l’approvvigionamento di quantità consistenti di materie prime per la produzione di veicoli elettrici a batteria. Nell’ambito del piano strategico Dare Forward 2030, la società ha annunciato l’obiettivo di coprire entro il 2030 il 100% del mix di vendite con autovetture BEV in Europa e il 50% con autovetture e veicoli commerciali leggeri BEV negli USA. Infine, Stellantis investirà più di 30 miliardi di euro nell’elettrificazione e nello sviluppo di software fino al 2025.

Sulla base dei dati diffusi di recente dal Ministero dei Trasporti, a dicembre 2022 il gruppo ha immatricolato 32.952 auto nuove in Italia, segnando un incremento del 3,5% rispetto allo stesso mese del 2021. Il dato dell’intero 2022 ha evidenziato però una contrazione complessiva del 15,9% a 463.832 unità. La quota di mercato a dicembre è passata dal 36,7% al 31,4%, nell’intero 2022 dal 37,8% al 35,2%.

Le immatricolazioni in USA nel quarto trimestre del 2022 sono risultate in calo del 16% su base annua. Il gruppo si è confermato nel 2022 al vertice delle vendite per l'intera America del Sud: Stellantis ha bissato il risultato dello scorso anno, registrando il 23,12% delle immatricolazioni dell'intero continente, con primo posto ribadito in Brasile e Argentina e conquistato in Cile.

Complessivamente, Stellantis lo scorso anno ha consegnato in America del Sud 843.000 veicoli, di cui 646.700 in Brasile, con una quota sul mercato locale del 32,9%, 116.700 in Argentina (30,7%), 46.700 in Cile (10,9%) e 33.700 negli altri Paesi del continente. Gli esperti di Equita SIM hanno confermato il rating “Buy” e il prezzo obiettivo a 19 euro.

Banca Akros ha invece una raccomandazione “Neutral” e prezzo obiettivo a 15 euro. Infine, l’ufficio studi di Intesa Sanpaolo ha confermato la raccomandazione “Buy” e il prezzo obiettivo a 16,6 euro. Alla luce di ciò, ad attirare la nostra attenzione è stato il Discount Certificate di Société Générale con ISIN DE000SQ05ES6 che ha come sottostante proprio Stellantis. Vediamo cosa dice l’analisi tecnica sul colosso del settore automotive.

 

Azioni Stellantis: l’analisi tecnica

Il quadro tecnico di Stellantis è positivo nel breve periodo, dopo il rimbalzo dei prezzi avvenuto in area 13 euro nel dicembre scorso. Guardando l’andamento dei corsi di più ampio respiro è possibile notare che le quotazioni rimangono all’interno di struttura laterale da marzo 2022 che vede come principali supporti i livelli in zona 12 euro e i minimi registrati a luglio a 11,15 euro.

La parte resistenziale è invece rappresentata dall’importante resistenza in area 15 euro. Segnali di forza in area 13,90 euro, livello corrispondente al ritracciamento di Fibonacci del 50% dell’ultimo impulso rialzista, potrebbero essere sfruttati per l’implementazione di strategie di matrice rialzista con obiettivo di profitto identificabile in area 15 euro e target più ambizioso in zona 15,70 euro. La struttura tecnica muterebbe a favore dei venditori con la violazione dei 13 euro, movimento che potrebbe trasportare i corsi al test della successiva area di concentrazione di domanda a 11,90 euro.

 

Investire sulle azioni Stellantis con i Certificati

La situazione descritta sinora su Stellantis è particolarmente interessante se si guarda al Discount Certificate di Société Générale con ISIN DE000SQ05ES6. Questo prodotto è quotato dal 30 settembre 2022 sul mercato SeDeX di Borsa Italiana a un prezzo di emissione di 10,95 euro.

Questo strumento offre un’esposizione all’andamento del prezzo dell’azione sottostante fino ad un determinato livello (Cap) a fronte di un prezzo di emissione inferiore al prezzo dell’azione stessa, da qui il nome “Discount” (“sconto” in italiano).

Il prezzo di mercato durante la vita del prodotto sarà inferiore o uguale al prezzo dell’azione sottostante. I Discount Certificate sono prodotti che permettono di puntare sull’eventuale rialzo del sottostante, garantendosi un margine al ribasso in caso di andamento negativo dei corsi, grazie proprio allo “sconto” nel prezzo d’acquisto, a fronte però di un limite all’eventuale guadagno.

A scadenza, questo strumento prevede un rimborso pari al Prezzo di Riferimento dell’azione sottostante alla Data di Valutazione (14 dicembre 2023), fino ad un livello massimo pari al Cap fissato al momento dell’emissione, in questo caso a 14,5 euro. A scadenza questo strumento prevede due possibili scenari di rimborso:

1) Se alla Data di Valutazione il prezzo di Stellantis sarà uguale o superiore al Cap (14,5 euro), verrà corrisposto un Importo di Rimborso pari al Cap moltiplicato per il Multiplo (1:1) (Importo massimo = 14,5 euro).

2) Se invece alla Data di Valutazione il prezzo di Stellantis sarà inferiore al Cap (14,5 euro), verrà corrisposto un Importo di Rimborso pari al Prezzo di Riferimento del Sottostante alla Data di Valutazione moltiplicato per il Multiplo (1:1). In questo scenario è possibile incorrere in una perdita del capitale investito nel caso in cui l’Importo di Rimborso sia inferiore al prezzo di acquisto del prodotto.

Al momento della scrittura il Certificato quota ad un prezzo ask di 12,43 euro, a sconto di 2,25 euro rispetto all’attuale valore di Borsa di Stellantis, presentando dunque un rendimento massimo del 16,65%. Per scoprire l’intera gamma con tutti i sottostanti disponibili clicca qui.

 

 

 

 

 

 

DISCLAIMER

Il presente articolo è stato redatto dalla redazione di Investire.biz. Investire.biz ha stipulato un accordo con Societe Generale tale per cui, a fronte del pagamento di un corrispettivo, Investire.biz si impegna a selezionare, in modo del tutto autonomo e indipendente da Societe Generale, uno o più prodotti facenti parte della gamma di prodotti di Societe Generale negoziati su Borsa Italiana o EuroTLX, che siano legati al sottostante che è di volta in volta oggetto dell’analisi contenuta negli articoli predisposti da Investire.biz. Il presente articolo non costituisce sollecitazione, offerta, consulenza o raccomandazione all’investimento. Per qualsiasi informazione sui prodotti oggetto dell’articolo, il lettore deve leggere attentamente il KID e la documentazione d’offerta e può rivolgersi al proprio intermediario di riferimento. Societe Generale e Investire.biz non assumono alcuna responsabilità per l'eventuale utilizzo che il lettore potrà fare dei contenuti dell’articolo. L’ultima versione del Documento contenente le Informazioni Chiave (KID) e la documentazione d’offerta del prodotto descritto nel presente articolo potranno essere visualizzati e scaricati rispettivamente dal sito https://kid.sgmarkets.com e http://prodotti.societegenerale.it. Tali documenti sono altresì disponibili sul sito https://prodotti.societegenerale.it nonché gratuitamente, su richiesta, presso gli uffici di Societe Generale, in via Olona, 2 a Milano.

 

0 - Commenti

I Nostri Partners


Malta

ELP Finance LTD

34, Wied Ghomor Street, St. Julians STJ 2043 – Malta

+356 20 341590

Switzerland

ELP SA

Corso San Gottardo 8A, 6830 Chiasso, Switzerland

+41 91 9228169

ELP Finance LTD e il suo sito web non offrono servizi finanziari, regolamentati o di investimento. Le informazioni presenti sul sito non devono essere considerate consigli di investimento personalizzati e sono disseminate sul sito e accessibili al pubblico in generale. Tutti i link e i banner sui siti web della società puntano verso società finanziarie, fornitori di servizi di investimento o banche regolamentate in Europa.

Si prega di leggere Dichiarazione di non responsabilità, Informativa sui rischi, Informativa sul trattamento dei dati personali, Termini e condizioni e la Politica sulla sicurezza informatica prima di utilizzare questo sito Web. Continuando ad accedere o utilizzare questo sito Web o qualsiasi servizio su questo sito, dichiari di accettare questi termini e condizioni. Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Il trading online comporta un alto livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire dovresti considerare attentamente i tuoi obiettivi di investimento, il livello della tua esperienza, la tua disponibilità ad assumerti dei rischi e consultare un consulente indipendente. C'è sempre la possibilità di perdere l'investimento, per intero o parte di esso. Quindi ti suggeriamo di investire denaro che puoi permetterti di perdere.

Dichiarazione di non responsabilità - Informativa sui rischi - Informativa sul trattamento dei dati personali - Termini e condizioni - Politica di sicurezza informatica - Codice Etico - Cookie policy - Privacy Policy

© 2023 Investire.biz, all rights reserved.