S&P 500: Non-Farm Payrolls deludono, come operare a Wall Street? | Investire.biz
Kimura Trading

S&P 500: Non-Farm Payrolls deludono, come operare a Wall Street?

I Non-Farm Payrolls deludono le attese degli analisti mentre l'indice USA bussa alle porte di nuovi massimi storici. Vediamo le strategie operative

A Wall Street continua a prevalere un clima di ottimismo. Gli operatori, rassicurati dalle parole dei membri della Federal Reserve sulla natura transitoria del recente rialzo dell’inflazione, si stanno focalizzando sui segnali di ripresa che continuano a emergere dai dati macroeconomici.

Negli Stati Uniti il Dow Jones ha aggiornato il nuovo massimo storico, beneficiando del rialzo di colossi quali Goldman Sachs, J.P. Morgan, Home Depot e Microsoft. Tutti i settori dello S&P 500 hanno chiuso la seduta in territorio positivo.

Come ogni primo venerdì del mese, alle 14:30 è stato rilasciato il dato sulle Non-Farm Payrolls che ha deluso le stime degli analisti. Il dato delle buste paga non agricole è risultato in crescita di 266mila unità rispetto le 978mila unità attese dal mercato. Il tasso di disoccupazione è salito del 6,1% che si confronta con le attese ferme al 5,8%. Vediamo ora cosa dice l’analisi tecnica sull’S&P 500.

 

Indice di Borsa S&P 500: l’analisi tecnica

Le quotazioni dell’indice di Borsa S&P 500 hanno nuovamente testato l’area supportiva compresa tra i 4.150 punti e i 4.129 punti, dove passano la trendline che conta i massimi del 9 novembre 2020 a quelli dell’8 gennaio 2021, quella disegnata con i minimi del 20 e 21 aprile 2021 e il livello orizzontale espresso dai top del 9 aprile 2021.

Da questo livello i corsi hanno ripreso forza riportandosi sui top di periodo in area 4.200 punti. Al momento la struttura tecnica favorisce evidentemente strategie di matrice rialzista in linea con il trend dominante di lungo periodo.

La positività verrebbe meno solo con una violazione stabile dei 4.100 punti, soglia psicologica dove transitano il 23,6% del ritracciamento di Fibonacci disegnato dall’impulso ascendente iniziato lo scorso 5 marzo e la trendline che unisce i minimi del 4 e 5 marzo 2021. Se anche questo sostegno dovesse essere violato si assisterebbe alla rottura della trendline che unisce i minimi del 4 e 25 marzo 2021, elemento che fornirebbe un nuovo segnale ribassista.

Per quanto riguarda l’operatività, si potrebbero valutare strategie long in caso di segnali di forza a ridosso dell’area supportiva compresa tra i 4.150 e i 4.100 punti. In questo caso l’obiettivo potrebbe essere collocato in area di massimi assoluti a 4.200 punti mentre un target più ambizioso potrebbe essere identificato a 4.250 punti. Vediamo ora la strategia e i livelli operativi nel dettaglio.


Indice di Borsa S&P 500: le strategie operative con i Certificati Turbo24 di IG

A livello operativo, si potrebbero valutare strategie long da 4.100 punti. Lo stop loss potrebbe essere localizzato a 4.050 punti, mentre il target a 4.250 punti.

Per questo tipo di operatività si presta il Certificato Turbo24 Long di IG con ISIN DE000A22Q6J3, leva 10 e prezzo ask a 4,463 euro. Con il Turbo Calculator vediamo i livelli corrispondenti sul Certificate: prezzo di entrata a 3,344 euro, stop loss a 2,843 euro e target a 4,844 euro. Per trovare la corretta size di ingresso a mercato, ricordiamo che:

 

  • 1 Turbo24 = 0,01 euro a punto
  • 10 Turbo24 = 0,10 euro a punto
  • 100 Turbo24 = 1 euro a punto
  • 1.000 Turbo24 = 10 euro a punto

 

Ad esempio, pensiamo di comprare 200 pezzi del Certificato Turbo24 con ISIN DE000A22Q6J3 per un controvalore di 893,20 euro. Se il nostro target venisse raggiunto potremo vendere i prodotti incassando 968,80 euro. Se invece dovesse essere raggiunto lo stop loss si avrebbe la possibilità di vendere i Certificate a 568,60 euro.

L’ammontare massimo che si potrà perdere non supererà in ogni caso l’investimento iniziale: perché accada ciò le quotazioni dell’S&P 500 dovranno raggiungere i 3.773,14  punti, dove si trova il Knock-Out del Certificate.

 

 

 


DISCLAIMER

Questo articolo è stato sponsorizzato dall'emittente o dall'intermediario menzionato. Le informazioni in esso contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. Investire.biz non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subiti a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti su questo sito. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sul sito dell'emittente ed ottenere una consulenza professionale.

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti