Aggiornamento contagio CoronaVirus e mercati finanziari

Un raddoppio dei contagi ogni sette giorni. Queste le ultime indicazioni giunte da mondo scientifico, impegnato a studiare gli effetti del Coronavirus e le possibili soluzioni scientifiche, L'apice del virus dovrebbe registrarsi tra febbraio e marzo. Per allora difficilmente sarà possibile individuare un vaccino. Case farmaceutiche, laboratori ospedalieri e universitari di tutto il mondo stanno studiando le soluzioni per immunizzare il virus cinese.

Nel frattempo continuano incessantemente a salire il numero di morti e quello dei paesi dove si registrano nuovi casi di contagio. Il sostanziale blocco economico che si sta registrando in molte aree della Cina e i rischi congiunturali globali ad esso associati, rendono il Coronavirus il vero market driver per i mercati finanziari mondiali.

Numero decessi e contagi variabili chiave per i mercati

Fondamentale diventa dunque continuare a monitorare il numero dei decessi accertati, quelli dei contagiati e dei paesi colpiti. Per una nazione vasta come quella cinese, anche la distribuzione delle diverse città rappresenta un utile elemento da monitorare.

Grazie anche ai dati forniti dalla piattaforma sviluppata dalla Jons Hopkins University è possibile rimanere costantemente aggiornati. Investire.biz aggiornerà il conteggio ogni giorno prima dell'apertura dei mercati, permettendo così a tutti i suoi utenti di avere un quadro completo sul possibile mood degli operatori finanziari per la giornata. 

Legati al Coronavirus al momento si registrano 2.012 decessi e 75.200 contagiati. La nazione con più contagi è la Cina (74.186, 2.006 le vittime). Seguono, molto staccati Singapore (81), Giappone (74), Hong Kong (62) e Thailandia (35 contagi). Se ad Hong Kong si è registrato il secondo morto, da sottolineare tuttavia come in Cina il numero dei guariti ora supera quello dei nuovi contagiati.

Se gran parte dei contagi sono dunque localizzati in Asia, i contagi del virus interessano ormai tutti i continenti ad eccezione del Sud America. Negli USA si registrano per il momento 29 contagi accertati, dato in decisa crescita rispetto ai giorni precedenti. Lato Europa, lo scorso fine settimana c'è stato il primo caso di decesso registrato in Francia. Sul fronte dei contagi, in Germania e Francia si registrano i maggiori casi, rispettivamente di 16 e 12 infetti. Nella lista è entrata anche l'Italia, con tre casi di contagio. Domenica è rientrato dalla Cina lo studente diciasettenne di Grado, ora in quarantena all'Ospedale Spallanzani di Roma mentre ieri è stato annunciato un nuovo italiano contagiato e attualmente sulla nave Diamond Princess. 

Ad accompagnare questi dati è una paura sempre crescente: i dati ufficiali infatti dicono che, al momento, in Cina il numero di casi di contagio ha sorpassato quello relativo ai casi di SARS nel 2002 e 2003. Questo sembra iniziare ad innervosire i mercati finanziari internazionali. 

Coronavirus: i rischi per l'economia cinese e quella globale

I voli in entrata e uscita dalla Cina sono bloccati, con effetti diretti e indiretti su turismo e viaggi d'affari. Intere città sono in quarantena, con la genta che ha paura ad uscire di casa. In questo le ricadute sono sui consumi interni del paese. Il blocco alla circolazione, così come sta avvenendo a Wuhan, hub tecnologico della Cina, avrà ripercussioni anche sul fronte del commercio internazionale. La delocalizzazione degli ultimi decenni, la manodopera a buon mercato e numerosi altri fattori hanno reso la Cina la fabbrica del mondo, questo non va dimenticato. Se il paese fosse messo in quarantena nella sua totalità, il rischio per una recessione anche pesante su scala internazionale è concreto. E andrebbe a intralciare i piani di politica economica delle banche centrali principali, FED e BCE su tutte. 

Come stanno reagendo i mercati finanziari

La paura sui mercati sembra scemare grazie alle indicazioni giunte dalla Cina circa la risposta efficace di due medicinale al virus. I mercati ieri hanno festeggiato, con gli acquisti che hanno interessato tutte le piazze finanziarie e le diverse asset class. Particolarmente brillante Wall Street così come il petrolio, tra le materie prime più penalizzate nelle sedute precedenti. L'ottimismo ha portato anche delle vendite di beni rifugio, con oro e Franco svizzero che stornano dai massimi degli scorsi giorni.

---

Vuoi sfruttare la volatilità dei mercati per fare trading sui mercati internazionali? Vuoi comprare e vendere i principali indici di Borsa, Oro, Euro Franco e Bitcoin?

Apri un conto con www.kimuratrading.com e sfrutta tutte le funzioni della piattaforma usata dai traders di investire.biz

Richiedi un conto DEMO o REALE e guarda tutti i video sulla piattaforma ctrader per imparare ad usarla.

---

0 - Commenti