Kimura Trading

Forex: occasioni di fine rialzo? EurNok e GbpUsd

Momento di mercato dove fioccano le opportunità tattiche di trading. Cerchiamo oggi di individuarne un paio potenzialmente interessanti EurNok e GbpUsd

  • Dopo la corsa sfrenata verso l'alto i mercati finanziari si prendono una pausa rigeneratrice. Sono diversi i rapporti di cambio con situazioni tecniche interessanti
  • EurNok chiude la settimana in ribasso formalizzando una figura settimanale di bearish engulfing pattern
  • Per GbpUsd le resistenze hanno respinto il tentativo della Sterlina di invertire il trend contro Dollaro. All'orizzonte adesso il rischio di un ritorno del bear market

 

E’ un momento di mercato in cui le sorti della fase di risk on che si è aperta da fine marzo ad oggi è sostanzialmente ad un bivio. Quello visto è stato un rimbalzo dettato da eccessi di pessimismo che gli interventi di banche centrali e governi hanno trasformato in eccessi di ottimismo oppure siamo di fronte a qualcosa di strutturalmente più importante.

L’abbiamo visto nell’articolo di venerdì dedicato ad un tipico rapporto di cambio da risk on risk off, ovvero NzdUsd. Arrivato sulle resistenze di lungo periodo poi puntualmente respinto il giorno del crash degli indici USA. Sono tanti i rapporti valutari arrivati a ridosso di resistenze e supporti chiave. Almeno un paio vorrei condividerli con voi anche perché chi ama il detto trend is you friend qui può trovarsi a suo agio.

EurNok è sicuramente uno di questi. La discesa del petrolio superiore al 10% ha avuto impatti su tutte le oil currencies. Rublo russo e Corona norvegese in primis. Dopo il Peso messicano, la divisa scandinava è stata la peggiore della scorsa settimana.

Il rimbalzo ha una certa somiglianza tecnica con quello già visto tra dicembre 2019 e gennaio 2020. Discesa marginale sotto la media mobile a 200 giorni e raggiungimento dell’ipervenduto sull’oscillatore RSI.Quello che gli amanti delle candele giapponesi però noteranno è il bullish engulfing pattern realizzato su scala settimanale. Un chiaro segnale rialzista o quanto meno di fine del ribasso per ora.

La Banca Centrale norvegese si riunirà il 18 giugno per decidere sui tassi già ridotti a zero in modo risoluto ad aprile e che difficilmente andranno in negativo visto che la Norges Bank ha escluso categoricamente l’utilizzo di questa misura in quanto considerata inefficacie. L’economia norvegese grazie anche al recupero recente nel prezzo del petrolio sta cercando di riprendersi velocemente con la disoccupazione passata da 10% a 5,7% ad inizio giugno.

Tecnicamente Il bullish engulfing pattern di EurNok in chiusura di settimana sembra aver fissato in 10.50 il livello di supporto oltre il quale sarà difficile andare. Andare long di EurNok qui potrebbe avere un senso.

Altro cambio che trovo interessante approcciare è il Cable. GbpUsd ha toccato proprio la scorsa settimana un massimo a 1.28, zona di transito della down trend line che puntualmente ha stoppato le velleità della Sterlina.

Reazione rabbiosa dei venditori che hanno riportato GbpUsd sotto la media mobile a 200 giorni. Manca ancora qualcosa, tipo lo sfondamento verso il basso della linea ascendente che guida il trend da marzo. Ma in caso di discesa sotto 1.235 per il Cable non dovrebbero esserci grandi sostegni con l’orso che potrebbe riprendere la sua marcia verso il basso con a quel punto EurGbp sopra 0,90. L’incognita Brexit rischia nuovamente di tornare d’attualità in un periodo economico tutt’altro che raccomondabile.
 

0 - Commenti