Kimura Trading

BoC: origine, storia e sviluppi della Banca Centrale canadese

Quando è nata la Bank of Canada? Quali sono le funzioni e gli obiettivi? E' un istituto pubblico o privato? Ecco una guida completa sull'istituto centrale canadese

La Bank of Canada è la Banca Centrale dello Stato federale canadese, in base al Bank of Canada Act istituito nel 1934. L'istituto ha sede a Ottawa, nell’Edificio della Banca del Canada all’angolo tra la Wellington e la Bank Street.  Attualmente il governatore della BoC è Tiff Macklem che è succeduto a Stephen Poloz nel 2020, diventando il decimo Presidente dell'istituto centrale.

 

Bank of Canada: compiti e obiettivi

A differenza di molte altre Banche centrali, la BoC non è anche una banca commerciale. Il suo mandato è sancito dal Bank of Canada Act che individua i principali compiti e obiettivi che l'istituto centrale deve perseguire.

L'atto è stato modificato diverse volte senza però intaccare il principio fondamentale secondo cui l'essenza della Banca è quella di "regolare credito e moneta nel migliore interesse della vita economica della Nazione". In sintesi le funzioni principali possono essere così elencate:

 

  • Mantenimento di un basso tasso d'inflazione. Il livello dei prezzi deve crescere in un range compreso tra l'1% e il 3% in modo tale che il tenore di vita dei cittadini e la performance economica siano tenuti a un livello soddisfacente;
  • Creazione di un sistema finanziario stabile ed efficiente. A tal proposito la BoC svolge una funzione di compensazione e regolamento attraverso il controllo del credito e della moneta, fornendo liquidità immediata agli istituti in difficoltà finanziarie;
  • Gestione dei fondi per il Governo canadese. L'istituto centrale fornisce dei servizi di tesoreria e di consulenza in rapporto al debito pubblico nazionale e alle riserve in valuta estera. Inoltre agisce anche come prestatore di ultima istanza nell'ambito dell'emissione dei titoli di Stato canadesi;
  • Monitoraggio e protezione del Dollaro canadese. La valuta domestica viene tenuta sotto osservazione dalla Banca, che è l'unica responsabile della creazione e della distribuzione della divisa ufficiale;
  • Controllo della produzione e dell'occupazione. In maniera simile ad altre Banche centrali come la FED ad esempio, la BoC persegue come obiettivo primario quello della crescita del PIL e del livello occupazione del Paese e adotta tutte le misure necessarie che rientrano nella politica monetaria per il raggiungimento dello scopo.

 

Bank of Canada: struttura organizzativa

La Bank of Canada è organizzata in base ai dettami stabiliti sempre dal Bank of Canada Act, che dà all'istituto piena indipendenza e autonomia. Tuttavia, il Ministro delle Finanze canadese può emettere una comunicazione formale indirizzata agli organi esecutivi della Banca qualora persista una netta disarmonia sulle strategie adottate.

Inoltre la BoC deve presentare al Ministero il proprio bilancio e la relazione del Governatore con cadenza annuale. Tale relazione viene girata al Parlamento e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. I principali organi attraverso cui si articola l'organigramma dell'istituto centrale sono:

Consiglio d'Amministrazione

Il Consiglio d'Amministrazione è composto dal Governatore, dal Vice Governatore, da 12 amministratori indipendenti e dal Vice Ministro delle Finanze. Il Governatore riceve un mandato di 7 anni che può essere rinnovato, esattamente come il suo Vice. Entrambi vengono eletti dal Consiglio con l'approvazione del Governo.

Gli altri membri sono nominati per 3 anni e, al termine del loro mandato, il Ministro delle Finanze può nominare un nuovo amministratore o riconfermarlo. Il Vice Ministro delle Finanze non può esercitare alcun diritto di voto.

Il Cda si occupa della gestione e dell'amministrazione della Banca per ciò che attiene alla pianificazione strategica, finanziaria e contabile; nonché riguardo tutti gli aspetti che hanno a che fare con il controllo del rischio, le risorse umane e tutte le altre politiche che interessano la vita dell'istituto.

Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto dal Governatore, dal suo Vice e da quattro Vice Direttori, di cui fa parte il Vice Ministro delle Finanze. Esso prende le decisioni più importanti dell'istituto essendo responsabile della politica monetaria nel raggiungimento degli obiettivi prefissati dal mandato.

Tutte le scelte fatte dall'organo non passano attraverso il meccanismo dei voti singoli, ma seguendo la linea del consenso. Questo aspetto è un elemento che distingue la BoC dalle altre Banche centrali.

 

Bank of Canada: origine, storia e sviluppi

La BoC ha iniziato ufficialmente ad operare l'11 marzo 1935, dopo che l'anno precedente il Parlamento canadese l'aveva istituita legiferando attraverso il Bank of Canada Act. Prima di allora, il sistema economico canadese non prevedeva neppure la presenza di un istituto centrale, anche perché qualsiasi idea veniva abortita dal dibattito se un istituto di emissione dovesse avere o meno una natura pubblica o privata.

Chi optava per la prima ipotesi voleva dare alla Banca una responsabilità per rispondere alle priorità economiche e finanziarie del Governo. Chi viceversa preferiva una certa indipendenza aveva come obiettivo quello di tenere l'istituto lontano dalle ingerenze politiche.

Alla fine si decise di fondare una società che avesse proprietà privata, dove le quote di partecipazione erano detenute da una serie di banche private. Lo scopo fu quello di rendere la Banca Centrale totalmente autonoma, ma nel 1938 cambiò tutto. Il Governo infatti nazionalizzò la Banca acquistando le azioni dei soggetti privati, così la BoC fu trasformata in una Crown Corporation, dove lo Stato ne controllava la gestione, però nel contempo l'istituto poteva avere una certa libertà d'azione.

Il capitale fu suddiviso in 100.000 azioni dal valore nominale di 50 dollari ciascuna, che erano tutte detenute dal Ministero delle Finanze. Nel 1944 il Parlamento canadese fece una legge con la quale istituiva una sussidiaria della BoC, la Business Development Bank of Canada, che aveva il compito di stimolare gli investimenti nell'economia canadese. Questo rendeva la Banca non solo un semplice istituto di emissione della quale proprio quell'anno ebbe l'esclusiva, ma anche un ente che incentivava lo sviluppo e l'occupazione.

La crescita dell'inflazione negli anni 60' e '70 portò i Governatori della BoC ad adottare politiche monetarie indirizzate alle restrizioni della circolazione di moneta e quindi al controllo dei prezzi. Gli effetti si videro poi negli anni '80 dove la priorità dell'istituto centrale fu quella di tenere bassi i tassi d'inflazione. Tuttavia, gli obiettivi di crescita e di occupazione non furono persi di vista e negli anni '90 il costo del denaro fu mantenuto a un livello contenuto per quasi 7 anni.

Nel nuovo millennio la Banca dovette affrontare la Grande Crisi del 2008, per effetto della quale l'impegno monetario fu cospicuo. Infatti la Bank of Canada in quell'anno aumentò il proprio bilancio a 78,3 miliardi di dollari dai 53,7 miliardi dell'anno precedente, per finanziare i prestiti d'emergenza verso gli istituti di credito che stavano naufragando sotto i colpi della tempesta finanziaria.

L'espansionismo monetario maturò i suoi effetti nel decennio successivo dove il Paese crebbe a un tasso sostenuto e il tasso d'inflazione fu tenuto sotto controllo, grazie soprattutto alla riduzione dei costi dell'energia, delle auto e dei generi alimentari.

Tutto questo permise alla BoC di alzare gradualmente i tassi d'interesse dallo 0,5% all'1,75% per raffreddare qualsiasi pericolo di surriscaldamento dell'economia. Lo tsunami generato dal Covid-19 ha inevitabilmente determinato un dietrofront, con il costo del denaro abbassato fino allo 0,25% con lo scopo di rilanciare il Paese depresso dalla pandemia.

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti