Kimura Trading

Bill Hwang: chi è l’uomo dietro il collasso del fondo Archegos

Ecco chi è lo squalo della finanza che ha fatto tremare i colossi bancari di tutto il mondo con il crac dell’hedge fund Archegos Capital Management

Chi è Bill Hwang? Perché nelle ultime settimane è sotto i riflettori degli investitori di tutto il mondo? Bill Hwang con il suo hedge fund Archegos Capital Management ha fatto tremare Wall Street e da persona sconosciuta a molti è diventato l’icona più recente dell’alta finanza spericolata.

L’hedge fund di Hwang è stato costretto dalle sue banche creditrici a liquidare circa 20 miliardi di dollari di azioni, con effetti pesanti per i conti di Nomura, Credit Suisse e di altri importanti istituti di credito (clicca qui per approfondire). Scopriamo insieme chi è e come ha fatto a preoccupare le piazze finanziarie e i colossi bancari in giro per il mondo.


Bill Hwang: chi è l’uomo dietro il collasso dell’hedge fund Archegos?

Bill (Sung Kook) Hwang è un fund manager coreano. È arrivato negli Stati Uniti dalla Corea del Sud dopo il liceo. Classe 1960, è un devoto cristiano, suo padre era un pastore protestante mentre sua madre una missionaria in Messico. Hwang ha conseguito una laurea in economia presso la UCLA e un MBA presso la Carnegie Mellon University.

È il co-fondatore della Grace and Mercy Foundation, un'organizzazione di beneficenza. Nel 2018, la fondazione aveva un patrimonio di oltre 500 milioni di dollari. L’istituto non-profit ha mantenuto un basso profilo nel mondo della beneficenza, anche con le sue enormi dimensioni. L’ente benefico ha creato generose agevolazioni fiscali per gli investimenti di Hwang.

Ad esempio, il manager ha donato un guadagno di 20 milioni di dollari in azioni Amazon nell’ultimo anno, il che gli ha permesso di evitare l’imposta sulle plusvalenze e ottenere una detrazione fiscale. Hwang ha donato 16 milioni di dollari nell’ultimo anno a cause cristiane coreane.

Ha iniziato la sua carriera presso l'ormai defunta Peregrine Hyundai Securities, dove ha incontrato Julian Robertson come uno dei suoi clienti. Successivamente Bill è andato a lavorare per la Robertson's Tiger Management, meglio noto come Fondo Tiger.

Robertson ha chiuso il suo hedge fund nel 2000, ma ha consegnato a Hwang circa 25 milioni di dollari per lanciare il suo fondo, Tiger Asia Management, che è cresciuto fino a superare i 5 miliardi di asset gestiti nei suoi anni migliori. Gli ex protetti di Robertson sono conosciuti come i “Cuccioli di Tigre” e Hwang era considerato uno dei più talentuosi tra loro.

Nel 2012, Tiger Asia Management e Hwang hanno pagato un accordo di 44 milioni di dollari alla US Securities and Exchange Commission in relazione all'insider trading. Due anni più tardi il fund manager è stato bandito dal commercio a Hong Kong per quattro anni.

 

La nascita di Archegos Capital Management

Nel 2013, Hwang ha convertito Tiger Asia in un family office, Archegos Capital Management, che ha gestito 10 miliardi di dollari. In quanto family office, erano meno regolamentati rispetto gli hedge fund. Nel marzo 2021, le perdite di Archegos Capital Management hanno innescato la liquidazione di posizioni che si avvicinavano a 30 miliardi di dollari di valore, portando a perdite sostanziali per Nomura e Credit Suisse.

Il fondatore e co-CEO di Archegos è stato capace di farsi prestare dalle più grandi banche di Wall Street 50 miliardi di dollari, finendone per perdere almeno otto, ma non era affatto al di sopra di ogni sospetto. Bill Hwang ha sempre proiettato l’immagine opposta, un lupo travestito da agnello sembrerebbe: un devoto credente che compie l’opera del creatore a Wall Street. Che le sue operazioni fossero colossali, spericolate e soprattutto poco trasparenti a lui sembrava fosse solo parte di un disegno superiore.

“Investo nella prospettiva di Dio, in base alla sua scelta di tempo. È leggendo la Bibbia che ho capito che al Signore piace assegnare le giuste valutazioni a tutto. Noi vediamo un Dio attento ai dettagli, che vuole darci abiti migliori”. Così spiegava Hwang in un video del 2019 registrato per lanciare The Grace and the Mercy, la sua iniziativa per la lettura in comune delle Sacre scritture.

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti