Kimura Trading

Certificati: con il WO di Credit Suisse rendimenti al 9,8% annuo

Abbiamo deciso di approfondire il funzionamento di un certificato Autocallable Phoenix Worst of su un paniere di azioni emesso da Credit Suisse. Appartenente alla categoria dei certificati a capitale condizionatamente protetto, ha come ISIN di riferimento l’XS1973533927. Quotato sul segmento Cert-X di EuroTLX ed emesso il 15 gennaio 2020 con un prezzo di emissione del certificato di 100 Euro, grazie al recente apprezzamento generalizzato delle Borse nell’ultimo mese ha maturato un guadagno superiore ai due punti percentuali.

Questo certificato ha una data di scadenza piuttosto lontana, ossia il 22.01.2025. Quella indicata è tuttavia la durata massima del Certificate. La struttura del prodotto prevede infatti la possibilità di scadere anticipatamente già dopo il primo anno, ossia dal 15 gennaio 2021. Condizione richiesta per attivare l’opzione autocallable è che a una delle date di rilevazione intermedia previste dalla struttura tutti i sottostanti che compongono il basket del Certificate siano sopra la soglia trigger fissata dall’emittente. Proprio su questo fronte troviamo la prima peculiarità del prodotto: il trigger autocallable infatti è decrescente e dopo il 15 gennaio 2021 scende del 2% a trimestre fino all’ultima data di osservazione. Questo meccanismo facilita l’estinzione anticipata del Certificate anche nel caso di un mercato moderatamente ribassista. Da evidenziare come già in occasione della prima data di rilevazione intermedia, ossia il 15 gennaio 2021, il livello richiesto per scadere anticipatamente è fissato al 98% del prezzo di strike individuato in fase di emissione. 


Quali sono i sottostanti?


Questo prodotto è composto da un basket di ben cinque titoli, quotati sia nel nostro FTSE Mib che alla Borsa di Francoforte e Zurigo. I sottostanti sono la base da cui partire quando si analizza un certificato. Nel caso di un Worst of, maggiore è il numero dei titoli che compongono il paniere, maggiore è la possibilità che uno di questi possa rompere la barriera. Questo rischio tuttavia è compensato da interessanti premi trimestrali. Vediamo dunque quali sono i titoli azionari che compongono il basket:

 

  • Tenaris SA (TEN; Codice ISIN: LU0156801721; Bloomberg: TEN IM Equity),
  • Intesa Sanpaolo SpA (ISP; Codice ISIN: IT0000072618; Bloomberg: ISP IM Equity),
  • Telecom Italia SpA (TIT; Codice ISIN: IT0003497168; Bloomberg: TIT IM Equity),
  • Daimler AG (DAI; Codice ISIN: DE0007100000; Bloomberg: DAI GY Equity),
  • Zurich Insurance Group AG (ZURN; Codice ISIN: CH0011075394; Bloomberg: ZURN SE Equity)

In un clima che vede i mercati azionari molto forti nonostante le incognite legate al coronavirus e alle ricadute sull’economia globale, un’altra caratteristica che rende interessante questo strumento è dato dal livello Barriera. Di stampo europeo, e quindi monitorata solo a scadenza, per tutte le azioni del basket è stata fissata al 50% del valore di strike. Questo dovrebbe rappresentare un cuscinetto favorevole per gli investitori, meno esposti alla fluttuazione di mercato delle quotazioni delle cinque società anche grazie all’effetto airbag.


Caratteristiche del Worst of

Come indicato nel nome stesso del prodotto, questa tipologia di Certificate osserva solo la performance della peggiore di queste 5 azioni (Worst of). Questo è un fattore che non va mai dimenticato. Per il resto, la struttura prevede le seguenti caratteristiche:

  • Pagamento di una cedola trimestrale del 2,45%, pari a un rendimento del 9,8% annuo, se il peggiore dei 5 titoli quota un valore pari o superiore al 65% dello strike iniziale
  • E’ previsto l’effetto memoria, elemento che consente di recuperare gli eventuali premi non incassati se a una data di rilevazione successiva il Certificate rispecchiasse le condizioni per il pagamento della cedola
  • E’ previsto l’effetto airbag nel caso in cui la barriera venga violata a scadenza.


Esempio dell’ effetto Airbag su questo certificato


Visto l’andamento delle ultime settimane delle quotazioni del petrolio, facciamo finta che Tenaris alla scadenza sia il peggior sottostante del basket e registri una performance del -70%. Grazie all’opzione Airbag, il rimborso garantito all’investitore sarà pari a 59.99 Euro ((100 * (3.04 / 5.067)) per ogni certificato detenuto anziché di 30 Euro come sarebbe avvenuto con un certificato senza airbag. Di fatto l’investitore dimezzerebbe la perdita generata da un investimento diretto sulla società di Dalmine. Va inoltre evidenziato come l’effetto airbag ha anche il vantaggio di rendere meno volatili le quotazioni del certificato nel caso in cui un sottostante si dovesse avvicinare al livello di Barriera.


Considerazioni sul prodotto


Riteniamo che questo certificato sia veramente ben costruito anche se presenta un bel po’ di variabili che contribuiscono a renderlo piuttosto complesso. Tuttavia la complessità favorisce il cliente: la protezione è molto elevata grazie ad effetto memoria, airbag e barriere profonde e soprattutto grazie ai trigger decrescenti aumenta significativamente la probabilità che il Certificate scada anticipatamente.


La scelta dei sottostanti non è particolarmente aggressiva e nessuna della azioni presenta un grado di rischiosità troppo elevato. E’ evidente tuttavia che l’investitore debba considerare che i mercati salgono da più di 10 anni e che un ritracciamento potrebbe esserci e che questo potrebbe dar luogo a scenari avversi.


La scadenza lontana del prodotto potrebbe rappresentare più un'opportunità che una minaccia. Come detto, riteniamo ad ogni modo che questo certificato verrà richiamato prima della scadenza grazie al trigger autocall decrescente. In caso di scadenza anticipata, oltre alle cedole incassate l’investitore si troverebbe così a poter far nuovamente lavorare il proprio capitale su altri strumenti, andando così ad accrescerne il rendimento aggregato.


Più che sul rischio di rimborso finale intravedo un rischio legato al rendimento nullo nel caso in cui non dovessero essere pagate le cedole. Questo avverrebbe nel caso in cui uno dei sottostanti perdesse il 35% in poco tempo senza recuperare nei prossimi 5 anni.


Nel caso in cui aveste delle domande o delle richieste su questo prodotto Vi invitiamo a contattare direttamente l’emittente.

Visita il sito dell'emittente

Questi prodotti sono strumenti finanziari strutturati ad elevata complessità e potrebbero non essere adeguati per tutti gli investitori. Vi invitiamo pertanto di contattare l'emittente o il vostro consulente di fiducia prima ci procedere all'acquisto.

1 - Commento

Enrico Lanati

Enrico Lanati - 13 febbraio 15:24 Rispondi