Wall Street: azioni Roku al traino del lockdown USA

  • Nel primo trimestre 2020 Roku ha rilevato un forte incremento dei nuovi clienti e del volume delle visualizzazioni sulla propria piattaforma streaming;
  • Roku si aspetta per il primo trimestre ricavi superiori rispetto alle precedenti stime;
  • l’ottima performance è da attribuire in gran parte all’espansione, negli Stati Uniti, della pandemia da coronavirus, che costringe le persone a rimanere a casa.

La, società statunitense Roku ha dichiarato di aspettarsi dei ricavi superiori alle precedenti previsioni relativamente al primo trimestre del 2020. La stima del fatturato totale per i primi tre mesi dell’anno fiscale in corso si attesta tra 307 e 317 milioni di dollari, mentre le precedenti stime si fermavano a 305 milioni di dollari. Il management aziendale si aspetta un aumento dell’apertura di conti e delle ore di streaming, in corrispondenza dell’obbligo di rimanere a casa a causa della pandemia da Coronavirus. Roku, che detiene una piattaforma di streaming TV con la possibilità di accedere a svariati contenuti, ha annullato le previsioni per il 2020 dato lo stravolgimento del mercato dovuto al Covid-19.

La società californiana con sede a Los Gatos al 31 marzo 2020 deteneva 39,8 milioni di account attivi, con un aumento di quasi l’8% rispetto alla fine dell’anno solare 2019. Per quanto riguarda le ore di streaming, per il primo trimestre Roku si attende un valore di 13,2 miliardi con un incremento del 49% rispetto all’anno precedente. In questo periodo di lockdown, con le persone costrette a rimanere a casa, per Roku si è dunque verificata una forte accelerazione delle nuove iscrizioni e del volume delle visualizzazioni. Anthony Wood, CEO della società, ha dichiarato che ora più che mai gli utenti si rivolgono ai servizi forniti dalla piattaforma.

 

Azioni Roku: i livelli di trading della società quotata al NASDAQ

Nel momento in cui sto scrivendo questo articolo, l’azione, quotata al NASDAQ, è in crescita di oltre 9 punti percentuali grazie al traino fornito dall’ottimo andamento del primo trimestre del 2020. Il 9 settembre dello scorso anno il titolo aveva raggiunto il proprio massimo storico a quota 176,55 dollari per azione, valore da cui è partita una discesa che è durata tutto il mese. Il successivo ciclo al rialzo di breve periodo ha fatto segnare un massimo relativo che è risultato però inferiore al precedente, segno di un’ascesa sempre più priva di forza. Con il profondo gap down di inizio dicembre 2019, Roku ha intrapreso una discesa, prima lenta ma costante, e poi molto violenta a partire dalla lunga candela ribassista del 14 febbraio caratterizzata da enormi volumi. Il titolo ha quindi raggiunto il minimo degli ultimi 11 mesi a quota 58,22 USD, da cui è nato un rimbalzo ancora in atto. Le azioni di Roku proprio oggi stanno incrociando dal basso verso l'alto la media mobile a 50 sedute, elemento favorevole per un trend rialzista. Da un punto di vista di trading, i livelli operativi long e short ricavati dall'analisi del grafico con time frame giornaliero sono:

Long

Ingresso: se oggi si verificherà una chiusura oltre area 101,78 USD, attendere un successivo ritracciamento per entrare in posizione
Stop: appena al di sotto del minimo relativo precedente
1° Target: area 116,16 USD 2° target: 123,22 USD

Short

Ingresso: breakout area 79,38 USD
Stop: appena al di sopra del massimo relativo precedente
1° Target: area 58,22 USD 2° target: trailing profit

1 - Commento

mirko tiburzi

mirko tiburzi - 14 aprile 20:23 Rispondi