Kimura Trading

5G: ecco le 5 azioni da comprare a Wall Street

  • Il 5G ha attirato l'attenzione degli investitori in scia alla presentazione del nuovo iPhone di Apple;
  • Stimolate dalla crescita della domanda, molte società sarebbero spinte a investire nella nuova tecnologia;
  • Oltre ai leader del settore, vi sono altre aziende quotate a media capitalizzazione che potrebbero beneficiare dello sviluppo del 5G

 

Il lancio del nuovo iPhone 12 di Apple avvenuto nella giornata campale di martedì 13 ottobre ha fatto salire la febbre del 5G nel mondo degli investitori. Le aziende che operano in questo settore probabilmente nei prossimi anni saranno oggetto di interesse, anche perché la domanda per la banda larga crescerà a ritmi esponenziali. Ne è una dimostrazione già il fatto che la società di Cupertino ha lasciato invariato il prezzo rispetto all'ultimo iPhone, segno evidente di una tecnologia in continua evoluzione.

Il 5G viaggia a una velocità 10 volte superiore rispetto al suo predecessore e questo di suo rappresenta un input per le imprese operative a perfezionare sempre più la propria tecnica di produzione per essere a passo con i tempi. Comunque non vi sono solo i grandi leader del settore che potrebbero attirare l'attenzione, ma anche società di minore rilevanza che possono dare molte soddisfazioni agli investitori. Prendendo spunto dalle valutazioni di alcuni analisti e fondi d'investimento, ne abbiamo individuate cinque, come di seguito elencate.
 

Audtran

Audtran è fornitore di apparecchiature per reti di telecomunicazione e prodotti per reti interne, con sede in Alabama. Dall'inizio di quest'anno le azioni al NASDAQ sono salite del 10%. Tra i maggiori clienti figurano grosse compagnie telefoniche internazionali come BT Group, Deutsche Telekom e Orange. Secondo alcuni analisti la spesa per la rete aumenterà nel 2021 e di conseguenza l'attività dell'azienda ne trarrà beneficio.

Calix

Calix è una società con sede a San Josè, in California, che fornisce piattaforme, sistemi e servizi cloud, software a reti di accesso unificato e sistemi per locali intelligenti. Quotata al NYSE, ha visto le sue azioni crescere enormemente quest'anno. Basti pensare che da 8 euro di inizio 2020, il titolo è schizzato a 20,85 da chiusura di ieri. Negli ultimi anni, l'azienda ha incrementato i servizi software e in questo comparto le entrate stanno crescendo in maniera sostenuta. Le potenzialità di profitto per il futuro sono aumentate in virtù di una maggiore estensione dell'offerta.

Ciena

Ciena è un'azienda statunitense che si occupa di apparecchiature per reti di telecomunicazione e servizi software con sede ad Hanover, nel Maryland. Il titolo in Borsa ha aperto l'anno a 43,25 dollari e ha toccato un massimo ad agosto di 61,49, ma dal 3 settembre ha subito un crollo vertiginoso che l'ha riportato al di sotto del valore di inizio 2020.

La ragione del sell off è originata dal profit warning lanciato dall'Amministratore Delegato Gary Smith riguardo i prossimi trimestri, per effetto del Covid-19. Gli analisti vedono il titolo attraente in quanto adesso si trova a prezzi interessanti e l'azienda è dotata di una tecnologia ingegneristica dominante rispetto ai competitor.

Inphi Corporation

Inphi Corporation è una società californiana con sede a Santa Clara. Produce semiconduttori ad alta velocità di sottosistemi ottici per apparecchiature digitali. Da inizio 2020 le azioni hanno intrapreso un rally che le ha fatte balzare del 60%. Gli investitori stanno apprezzando molto il titolo, tant'è che tra le società gruppo è quella che ha i multipli maggiori, cosa che potrebbe far pensare a una sopravvalutazione delle quotazioni. In verità le vendite dell'azienda crescono a due cifre e continueranno probabilmente a farlo con l'aumento della domanda del 5G.

Lumentum Holdings

Lumentum Holdings è un'zienda che si occupa della vendita di componenti ottici e fotonici in tutto il mondo. Nel 2020 le azioni al NASDAQ hanno guadagnato circa il 3%, ma a giudizio degli analisti vi sono margini di maggiore salita nei prossimi anni. Il motivo starebbe nel fatto che la società si sta defilando dalle attività a basso valore aggiunto, concentrandosi su quelle dove è insidiata meno dalla concorrenza.

0 - Commenti