Directa: collocamento azioni da domani, prezzo tra 2,8 e 3,2 euro | Investire.biz

Directa: collocamento azioni da domani, prezzo tra 2,8 e 3,2 euro

Novità per il broker Directa che quest'oggi ha presentato la comunicazione di pre-ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni a Borsa Italiana. I dettagli

Nella giornata di oggi, 1° dicembre 2021 Directa ha presentato a Borsa Italiana la comunicazione di pre-ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie su Euronext Growth Milan. Il collocamento delle azioni sarà effettuato mediante un’operazione mista di sottoscrizione in aumento di capitale con l’emissione di 1,5 milioni di azioni. 

Alcuni degli attuali azionisti venderanno inoltre 750mila azioni esistenti, le quali verranno offerte ad investitori istituzionalli e retail clienti della società. Il titolo avrà ISIN IT0001463063 e il lotto minimo di negoziazione è di 500 azioni. 


IPO Directa SIM: caratteristiche del collocamento e obiettivi della quotazione

Dal 2 dicembre al 13 dicembre 2021 sarà previsto il collocamento per gli investitori retail delle azioni Directa SIM. La forchetta di prezzo è fissata tra i 2,8 euro e i 3,2 euro per azione, con una capitalizzazione pre-money compresa tra i 42 e i 48 milioni di euro.

Salvo una proroga o una chiusura anticipata, il periodo di Bookbuilding è fissato dal 1° dicembre fino al 13 dicembre compresi. Per quanto riguarda invece l’inizio delle negoziazioni, la data è fissata per il prossimo 22 dicembre.

Il piano strategico di Directa prevede un consolidamento e rafforzamento della leadership nel mercato dei trader professionisti, ampliando la base acquirenti grazie allo sviluppo di una clientela Investor potenzialmente numerosa.

Come altri obiettivi Directa pone quello di rafforzare la consapevolezza del brand, focalizzando le attività di marketing sul Brand Heritage. Successivamente il broker italiano punterà a potenziare gli accordi già in essere con le banche del territorio per poter raggiungere altri potenziali clienti.

Dal 2022 la compagnia mira ad entrare nel mercato del private banking e del wealth management. Per il Presidente del gruppo, Massimo Segre, la quotazione del broker non è altro che un’evoluzione del suo modello di business, un traguardo per "premiare la fedeltà dei clienti". 

 

 

Directa: storia e presenza in Italia


Directa Sim è il pioniere del trading online in Italia e uno dei primi broker al mondo. Nasce nel 1995 dall’incontro di Massimo Segre, Mario Fabbri e Andrea Grinz con l'obiettivo di permettere agli investitori privati italiani la negoziazione di azioni in via telematica con esecuzione immediata degli ordini e costi ridotti. 

Il gruppo inizia l'operatività a marzo 1996 grazie ad un sistema proprietario non-Internet, specializzandosi con il passare del tempo nella clientela attiva come gli scalper o i day traer. A dicembre 1998 il gruppo ha dato il via al suo sistema di trading online tramite internet. Il broker ha chiuso in perdita solamente i primi due esercizi (1995 e 1996) e quelli del 2016 e del 2018, risultando sempre in utile negli altri. I clienti sono passati dai 1.000 raggiunti nel 1999 ai 44.979 del primo semestre del 2021. Da gennaio 2020, Vincenzo Tedeschi ha assunto il ruolo di Amministratore Delegato sostituendo l'Ing. Mario Fabbri, il quale è stato nominato vice-presidente .

La società è sempre in contatto con i propri clienti, che spesso vedono accolte le loro richieste grazie alle comunicazioni effettuate tramite i canali forniti dall'azienda stessa. Il gruppo presenta inoltre un'ampia offerta formativa e diverse trasmissioni con alcuni dei migliori trader e operatori del panorama italiano. 

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti