Facebook scommette 5,7 miliardi sull'e-commerce JioMart

  • Facebook investe 5,7 miliardi di dollari nella piattaforma indiana JioMart 
  • Il progetto permetterà la monetizzazione di 340 milioni di utenti Whatsapp in India
  • Anche altri giganti dell'hitech sembrano interessati al subcontinente asiatico

Novità per Facebook. Il padre di tutti i social ha deciso di sbarcare nel subcontinente asiatico e di investire 5,7 miliardi di dollari (pari a una quota del 9,99%) nella piattaforma indiana di ecommerce  Jio Platforms.

I vantaggi per Facebook

Una mossa che permetterà alla creatura di Mark Zuckerberg di diventare il maggior azionista di minoranza. Non solo, ma anche di entrare, di fatto, in un mercato estremamente promettente. Prima di tutto perché Jio Platforms, rientra nella più ampia galassia della Reliance Industries del miliardario indiano Mukesh Ambani. Inoltre la piattaforma offre diversi servizi che potranno essere sfruttati con una partnership commerciale attraverso WhatsApp, l’app di messaggistica istantanea in mano a Zuckerberg.

Monetizzare Whatsapp

Si tratta di un progetto che potrebbe aprire la strada, finalmente, per una monetizzazione di Whatsapp. Infatti il tallone d’Achille della celebre app, era quello di avere miliardi di utenti e di essere gratis. Ovvero non riuscire a sfruttare l’enorme popolarità. Adesso, secondo gli esperti, si potrà riuscire ad ottimizzare il tutto, almeno nel subcontinente asiatico. Numeri alla mano si parla di qualcosa come 340 milioni di utenti di WhatsApp in India.

L’interesse dei giganti dell’hitech

Ad attirare l’attenzione (e non solo di Facebook) è stato il fatto che Nuova Delhi può vantare un boom degli smartphone e, di conseguenza, anche del possibile interesse per gli acquisti online via mobile. Infatti è il secondo mercato mondiale dopo la Cina. Non solo, ma la recente crescita economica ha creato nuove fette di mercato. Tutto questo ha portato i grandi nomi del settore tecnologico (Alibaba, Amazon, Google, Tencent) ad interessarsi del mercato indiano. Interesse che p stato favorito, nel recente passato, anche dalla politica particolarmente business friendly del primo ministro indiano Narendra Damodardas Modi.

Il mercato indiano

In India il mercato può guardare sia a chi ha già confidenza con il mondo dell’ecommerce sia a chi ancora deve avere accesso ad Internet. Recentemente l’arrivo di un nuovo benessere soprattutto per le media borghesia, ha rafforzato la volontà della popolazione di adottare stili di vita occidentali. Di conseguenza fare acquisti su Internet. C’è poi un altro mercato da sfruttare: i 600 milioni di persone nel paese che, come accennato, devono ancora avere accesso a Internet.

0 - Commenti