Azioni Diasorin: cosa fare in Borsa con l'arrivo del nuovo test? | Investire.biz
Kimura Trading

Azioni Diasorin: cosa fare in Borsa con l'arrivo del nuovo test?

Diasorin ha lanciato una nuova versione del test molecolare per identificare con più precisione le mutazioni del Covid-19 associate alla variante Omicron. Come operare?

Dopo il recupero delle ultime due sedute i principali mercati azionari del Vecchio Continente dovrebbero aprire all'insegna della debolezza, anche in scia alle vendite che si sono regisrate in Asia che ha pagato i rinnovati timori riguardanti il settore immobiliare cinese.

In questo contesto il FTSE Mib ripartirà dai 27.700 punti vicino alle prime resistenze di breve situate in area 27.800 punti, oltre i quali si dovrebbero avere allunghi in direzione della soglia dei 28.000 punti. Tra i titoli che oggi potrebbero risultare interessanti troviamo Diasorin, dopo che la società ha lanciato una nuova versione del test Simplexa Sars-CoV-2 Variants Direct, ad uso esclusivo di ricerca, che permette di individuare le mutazioni associate alla variante Omicron.

Il test, spiega una nota, semplifica ed accelera il processo di pre-selezione dei campioni positivi da sottoporre a sequenziamento, massimizzando l'efficacia delle attività di monitoraggio della diffusione delle varianti considerate preoccupanti. "Con questa nuova versione del prodotto confermiamo la nostra capacità di reagire rapidamente con soluzioni innovative alle nuove esigenze diagnostiche relative a COVID-19"ha commentato Michelle Tabb, Chief Scientific Officer di Diasorin Molecula.

 

Azioni Diasorin: analisi tecnica e strategie operative

Dopo aver toccato i top di sempre nei pressi dei 209 euro, le azioni Diasorin sono andate incontro ad una correzione, che le ha riportate sulla soglia dei 150 euro. Da questi livelli si sta assistendo ad un rimbalzo dei prezzi che, nel caso dovessero spingersi oltre i 158-160 euro, rafforzerebbero il movimento in atto in direzione dei 169 euro.

A seguire, i corsi avrebbero la possibilità di dare inizio alla ricopertura del gap down aperto dal 17 dicembre e posto in zona 175 euro. Al contrario, discese sotto i 150 euro farebbero riprendere il trend ribassista, che a quel punto riporterebbe velocemente il titolo in direzione dei minimi del 2021 situati sui 134 euro.

 

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti