Moderna lancia OPV a 76 dollari ad azione per vaccino Covid

  • I primi dati sulla sperimentazione del vaccino anti Covid sono incoraggianti e Moderna Inc. guadagna il 20% in una sola seduta;
  • La società annuncia un'OPV di 17,6 milioni di azioni per finanziare la sperimentazione nella terza e decisiva fase;
  • Alcuni analisti sono scettici sul titolo in Borsa se prima non si hanno i risultati definitivi della sperimentazione.

 

La corsa contro il tempo per trovare un vaccino in grado di sconfiggere definitivamente il Coronavirus accende l'interesse di tutta la popolazione mondiale, visibilmente provata dalla situazione. Nel mezzo ci stanno le imprese che rimangono in bilico di fronte a un futuro che si prospetta essere sempre più incerto; ma anche dei mercati finanziari che da un lato cercano di capire come una scoperta di questo tenore possa dare spinta alla ripresa dell'economia e delle Borse, dall'altro cercano opportunità di investimento interessanti. Nel quadro generale emerge Moderna Inc., società di biotecnologie americana, le cui azioni a Wall Street sono in rally del 309% nell'ultimo anno e solo nella seduta di ieri hanno guadagnato il 20%. Oggi invece, complice la generale debolezza degli indici di Borsa internazionali le quotazioni fanno segnare un calo del 3,42% a 77,26 dollari per azione. 

Azioni Moderna: OPV a 76 dollari per finanziare vaccino Covid-19

Il motivo dello strong buy di lunedì è stato l'annuncio che il vaccino sperimentale sul Covid-19 portato avanti dalla società di Cambridge ha ottenuto dei risultati positivi dopo un primo studio di un campione utilizzato per testare la sicurezza sui volontari che si sono prestati alla sperimentazione. Il vaccino quindi è stato in grado di produrre gli anticorpi senza che ci siano stati effetti collaterali seri, con l'eccezione di 3 pazienti su 45 testati, che hanno accusato disturbi gravi ad un'elevata dose. Per il resto, le controindicazioni che si sono manifestate, come febbre, affaticamento, mal di testa e dolori muscolari, sono state risolte nell'arco di un giorno. Questo è stato solo il primo passo che comprende due sperimentazioni a basso dosaggio, per poi procedere a una terza fase di sperimentazione che coinvolge migliaia di pazienti. Da qui un secondo annuncio a mercati chiusi da parte di Moderna Inc. di mettere sul mercato, con un'Offerta Pubblica di Vendita (OPV), 17,6 milioni di azioni a 76 dollari cadauna. Lo scopo è quello di raccogliere fondi per finanziare la produzione del vaccino su larga scala. La società stima che nelle casse aziendali dovrebbero entrare circa 1,3 miliardi di dollari con tale operazione, che prevede per giunta uno sconto di prezzo per i sottoscrittori del 5% rispetto ai prezzi attuali di mercato.

Moderna Inc. a Wall Street: si può scommettere sul titolo?

Scommettere sul titolo probabilmente sarebbe come scommettere sull'efficacia del vaccino. L'amministratore delegato Stephane Bancel ha accolto in pompa magna il risultato della scoperta dell'equipe medico-scientifica dell'azienda, mostrandosi molto fiducioso sullo sviluppo della sperimentazione. Il grande vantaggio del modus operandi di Moderna è che la tecnica utilizzata non prevede passaggi in laboratorio per colture dedicate e fermentazione. Questo accelera sicuramente il processo dando un vantaggio notevole rispetto ad altri competitor che si stanno cimentando nella ricerca. Secondo alcuni analisti ciò potrebbe alimentare gli acquisti in Borsa almeno fino a quando non si avrà il risultato definitivo. Altri, però, osservano come quello che è successo ieri fuori Borsa, con l'annuncio dell'Offerta Pubblica di Vendita, possa rappresentare un campanello d'allarme. Il sospetto è che l'annuncio abbia come obiettivo quello di gonfiare il titolo per poi rivenderlo a prezzi altissimi. Dopo l'annuncio altre aziende del settore come Kristal Biotech, Clovis, Novavax, Hexo, Bellerophon hanno deciso di lanciare OPV con perfetto tempismo. Un precedente farebbe riflettere: quello del Rendevisir, farmaco anti-virale creato dal Dottor Fauci della Gilead Sciences Inc nel mese scorso. Infatti, osservano alcuni, dopo il clamore iniziale sollevato dall'annuncio il titolo in Borsa è passato in pochi giorni da 79,5 a quasi 90 dollari, salvo poi ritornare al punto di partenza quando tutto è andato a finire nell'oblio.

1 - Commento

pietro vecchi

pietro vecchi - 19 maggio 17:01 Rispondi