Piazza Affari: tutti i dividendi di gennaio 2022 | Investire.biz

Piazza Affari: tutti i dividendi di gennaio 2022

Quali società di Piazza Affari staccheranno il dividendo ai propri azionisti la prossima settimana? A quanto ammontano le cedole e il dividend yield? Tutti i dettagli

In vista dello stacco dei dividendi, investire.biz ha deciso di offrire gratuitamente ai propri lettori la possibilità di monitorare con facilità i giorni in cui le aziende staccheranno e poi pagheranno la cedola questo mese.

Non solo, per ogni società è stato inoltre evidenziato il dividend yield (calcolato con il prezzo di chiusura del 14/01/2022). Vediamo tutti i dividendi di gennaio 2022 e altre informazioni importanti come la data di stacco, la data di pagamento, il rendimento da dividendo e il paniere di appartenenza.

 

Dividendi Piazza Affari gennaio 2022: occhi su Snam ed ENEL

Questo mese sarà scarno per quanto riguarda la remunerazione degli azionisti. A staccare il dividendo ai propri soci saranno due società big cap del FTSE Mib: Snam ed ENEL (clicca qui per conoscere tutti i dividendi di Borsa Italiana del 2022). Vediamo quindi nel dettaglio tutte le informazioni utili per trader e investitori.

Società Paniere Data stacco Data pagamento Dividendo 2022 Valuta Dividend Yield
SNAM FTSE Mib 24/01/2022 26/01/2022 0,1048 EUR 2,05
ENEL FTSE Mib 24/01/2022 26/01/2022 0,1900 EUR 2,79

 

Come si può notare il dividend yield maggiore è offerto dalle azioni ENEL (+2,79%) segue Snam con un rendimento da dividendo del 2,05% circa. La data di stacco è per entrambi lunedì 24 gennaio mentre quella di pagamento mercoledì 26 gennaio 2022. Come ricevere il dividendo quindi?

 

Dividendo azionario: a chi spetta?

Ora che abbiamo visto i dividendi di Borsa Italiana per gennaio 2022, la domanda sporge spontanea: a chi spetta il dividendo?

Matura il diritto ad incassare il dividendo l'azionista che possiede l'azione all’apertura del giorno in cui il titolo stacca la cedola, mentre nel giorno di pagamento il singolo azionista riceve materialmente l’importo corrispondente al dividendo staccato.

Per cui già all'apertura delle contrattazioni del giorno di pagamento potranno essere messi in vendita i titoli posseduti mantenendo il diritto ad incassare il dividendo, in quanto nello stesso giorno il titolo quoterà già ex dividendo (clicca qui per la guida definitiva ai dividendi azionari).

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti