Trading: cosa è, come funziona e come si usa il pattern 3L-R | Investire.biz

Trading: cosa è, come funziona e come si usa il pattern 3L-R

Come funziona il pattern 3L-R? Quali sono le sue caratteristiche? Vediamo tutti i dettagli di questo modello e come sfruttarlo per impostare strategie di trading

Tra i pattern di inversione di analisi candlestick a più candele vi è il 3L-R descritto da Michael Harris nel suo libro "Stock Trading Techniques Based On Price Patterns”. Il modello si compone all’interno di un downtrend nella sua versione rialzista, mentre la conformazione ribassista prende vita in un uptrend. Come per tutte le formazioni grafiche, se anche questo pattern viene creato a ridosso di un supporto o una resistenza, la sua validità è più elevata.

La caratteristica di reversal del 3L-R si nota utilizzando la compressione del pattern: il modello teorico rialzista si riduce infatti a una Pin Bar o un Hammer, mentre la versione bearish diventa una Reverse Pin Bar o una Shooting Star. Vediamo ora come si forma il 3L-R e come sfruttarlo per l’operatività.

 

Pattern 3L-R bullish: come funziona e come individuarlo

La versione rialzista del 3L-R si forma all’interno di un downtrend e inizia con tre barre negative con una serie di minimi decrescenti. La quarta candela del modello è una barra di estensione rialzista che presenta un massimo superiore a quello della prima.

A questo punto il modello verrà attivato e a livello operativo si potrà sfruttare con stop loss posizionabile al di sotto dei minimi. Il take profit può invece venire calcolato scegliendo un rapporto di rischio/rendimento di 1:1,50.

 

Pattern 3L-R bearish: come funziona e come individuarlo

La versione ribassista del modello 3L-R si forma all’interno di una tendenza ascendente e inizia con tre barre positive che presentano massimi crescenti. La quarta candela del modello è una candela di estensione ribassista che presenta un minimo inferiore a quello della prima.

A questo punto il modello si attiverà: operativamente, se il punto di ingresso è localizzato sulla rottura dei minimi della prima barra, lo stop loss è posizionabile al di sopra dei massimi della conformazione grafica, mentre il target può invece venire calcolato scegliendo un rapporto di rischio/rendimento di 1:1,50.

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti