Kimura Trading

S&P 500, allerta indici volatilità: quale futuro a Wall Street?

L’indice azionario USA continua ad archiviare record dopo record, ma gli indici di volatilità stanno evidenziato un primo allarme. Vediamo come operare

Dopo aver passato la scorsa settimana ad archiviare record dopo record in scia ai robusti dati economici entra nel vivo la stagione delle trimestrali USA con 80 società dell’indice S&P 500 pronte a pubblicare i risultati dei primi tre mesi del 2021 (clicca qui per i market mover della settimana 19-23 aprile 2021).

Ulteriore slancio è arrivato grazie al calo dei rendimenti dei Treasury USA che ha ridato brillantezza all’oro e indebolito il biglietto. Fronte dati economici, il dato preliminare sulla fiducia dei consumatori elaborato dall’università del Michigan è migliorato pur risultando inferiore alle attese.

Non mancano gli allarmi però: anche se l’indice VIX sta calando (al momento si trova a 17,2), l’indice che ne misura la volatilità, ovvero il VVIX – cioè la volatilità del VIX attesa a 30 giorni, sta invece salendo nelle ultime sedute (da un minimo di 95,92 agli attuali 107,80).

Questo andamento contrastante ha in alcuni casi anticipato un balzo della volatilità nel mese successivo, la quale è notoriamente associata ad una fase ribassista sulle Borse. Sarà dunque fondamentale tenere monitorati i livelli chiave in caso di rotture significative che potrebbero compromettere la salute del trend rialzista in atto. Vediamo cosa dice l’analisi tecnica sull’S&P 500.


Indice di Borsa S&P 500: l’analisi tecnica

Le quotazioni dell’indice di Borsa S&P 500 hanno quasi raggiunto l’obiettivo psicologico dei 4.200 punti. Da questo livello tondo si potrebbero verificare dei riassorbimenti, in quanto le quotazioni del principale indice di Borsa USA sono inserite in un rally che dura ormai dal 25 marzo scorso.

Un’eventuale rottura dei 4.130 punti potrebbe dare il via ad un movimento correttivo ben più ampio che vedrebbe come primo ostacolo il livello orizzontale posto a 4.100 punti, al quale transita anche la trendline ottenuta collegando i massimi del 9 novembre 2020 e 8 gennaio 2021.

Il movimento in atto resta ancora positivo su tutti gli archi temporali e solamente una violazione del livello di concentrazione di domanda precedentemente menzionato potrebbe innescare una tendenza ribassista di breve periodo.

Questo eventuale movimento non è da considerare in senso negativo, specie se si considera l’eccesso di momentum rialzista evidenziato dagli oscillatori in ipercomprato. Per quanto riguarda l’operatività si potrebbero valutare strategie long in caso di segnali di forza dal supporto a 4.130 punti con obiettivo posto a 4.200 punti. Vediamo ora la strategia nel dettaglio.


Indice di Borsa S&P 500: le strategie operative con i Certificati Turbo24 di IG

A livello operativo, si potrebbero valutare strategie long da 4.130 punti. Lo stop loss potrebbe essere localizzato a 4.000 punti, mentre l’obiettivo a 4.200 punti.

Per questo tipo di operatività si presta il Certificato Turbo24 Long di IG con ISIN DE000A22PN83, leva 9 e prezzo ask a 4,677 euro. Con il Turbo Calculator vediamo i livelli corrispondenti sul Certificate: prezzo di entrata a 4,241 euro, stop loss a 3,941 euro e target a 4,941 euro. Per trovare la corretta size di ingresso a mercato, ricordiamo che:

 

  • 1 Turbo24 = 0,01 euro a punto
  • 10 Turbo24 = 0,10 euro a punto
  • 100 Turbo24 = 1 euro a punto
  • 1.000 Turbo24 = 10 euro a punto

 

Ad esempio, pensiamo di comprare 200 pezzi del Certificato Turbo24 con ISIN DE000A22PN83 per un controvalore di 934,80 euro. Se il nostro target venisse raggiunto potremo vendere i prodotti incassando 988,20 euro. Se invece dovesse essere raggiunto lo stop loss si avrebbe la possibilità di vendere i Certificate a 788,20 euro.

L’ammontare massimo che si potrà perdere non supererà in ogni caso l’investimento iniziale: perché accada ciò le quotazioni dell’S&P 500 dovranno raggiungere 3.713,38 punti, dove si trova il Knock-Out del Certificate.

 

 

 

 

DISCLAIMER

Questo articolo è stato sponsorizzato dall'emittente o dall'intermediario menzionato. Le informazioni in esso contenute non devono essere considerate né interpretate come consulenza in materia di investimenti. Eventuali punti di vista e/o opinioni espressi non sono intesi e non devono essere interpretate come raccomandazioni o consigli di investimento, fiscali e/o legali. Investire.biz non si assume alcuna responsabilità per azioni, costi, spese, danni e perdite subiti a seguito di informazioni, punti di vista o opinioni presenti su questo sito. Prima di intraprendere decisioni di investimento, invitiamo gli utenti a leggere la documentazione regolamentare sempre disponibile per legge sul sito dell'emittente ed ottenere una consulenza professionale.

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti