Kimura Trading

Conoscere le posizioni degli istituzionali: il COT Report

Quando analizziamo il grafico di una azione, applicare l'analisi tecnica è tanto piu' facile quanto piu' conosciamo il valore fondamentale del titolo...Conoscere i bilanci di una azienda è a mio avviso essenziale se si vuole fare trading od investire su una azione quotata.

Quando facciamo trading sul forex o sulle materie prime, non abbiamo dei bilanci da consultare e questo rende piu' difficile l'interpreatazione del grafico stesso.

Ed è proprio in in questo caso che è importante conoscere come si stanno muovendo gli investitori istituzionali su un determinato strumento finanziario! Conoscere le mosse delle "Big Banks", sapere quanto stanno investendo su un determinato strumento, ci permette di aumentare le probabilità di successo della nostra analisi, esattamente come lo fa conoscere i riusltati aziendali di una azienda sulle cui azioni vogliamo fare trading.

Se, per esempio, i prezzi di EURUSD (cito un cambio forex a caso) si trovassero su un supporto molto forte, sapere che gli investitori istittuzionali si stanno riempiendo le tasce di euro già da mesi, aumenterebbe sensibilmente la validità di tale supporto. Perchè?

La risposta sta nel tipo di operatività che gli istituzionali attuano sul mercato, un'operatività molto diversa rispetto a quella di noi piccoli traders!

Gli istituzionali, infatti, avendo miliardi di dollari da investire, non possono entrare in una posizione con un click, come invece possiamo fare noi piccoli traders, ma devono costruire la loro posizione piano piano, poco alla volta. Questo è il loro grande vantaggio (avere tanti soldi) ma è anche la loro piu' grande debolezza, visto che durante tutta la fase di "costruzione" della posizione lasciano inevitabilmente le "tracce" del loro passaggio.

Dovete sapere che, per legge, gli istituzionali sono obbligati a comunicare le loro posizioni, che vengono raccolte in quello che settimanalmente viene pubblicato con il nome di COT REPORT.

Questo report contiene migliai di dati su decine di strumenti finanziari e consente di riconoscere queste famose "tracce" che le Big Banks lasciano al loro passaggio.

Si è detto molto, negli anni, sul COT Report, ma devo dire che gran parte delle informazioni ad oggi disponibili sono errate. Ho visto relatori parlare di COT REport senza conoscere a quale sottostante si facesse riferimento nei dati, cosa che porta ad un inevitabile arrore di valutazione...Insomma, come sempre capita, quando ci ho messo il naso io, ho scoperto quanto incomplete fossero le informazioni disponibili ad oggi su questo prezioso strumento.

Quello che ho fatto negli ultimi mesi è stato capire a fondo questo COT Report, estrapolando tutta una serie di informazioni che ci permetteranno di sfruttare le posizioni degli squali di Wall Street, sulla nostra piattaforma di trading.

Il corso comincia il giorno 23.01.2020 (tra pochi giorni) e come ho detto nell'ultimo webinar del lunedi, il mio obiettivo sarà sconvolgere i partecipanti, facendo vedere cose che metteranno i missili alla nostra operatività.

Vi aspetto al corso, potete iscrivervi da QUI con il 20% di sconto ancora per qualche giorno.

3 - Commenti

Mario Aprea

Mario Aprea - 17 gennaio 11:08 Rispondi

Luca Discacciati

Luca Discacciati - 17 gennaio 11:16 Rispondi

Diego Colombo

Diego Colombo - 17 gennaio 17:34 Rispondi