DoorDash: 4 ragioni per puntare sulle azioni in Borsa | Investire.biz
Kimura Trading

DoorDash: 4 ragioni per puntare sulle azioni in Borsa

La piattaforma americana di cibo a domicilio si è ripresa negli ultimi giorni dopo un lungo periodo di calo. Ci sono 4 ragioni ora per comprare le azioni, vediamole

Le azioni DoorDash sono salite negli ultimi giorni nella Borsa di New York, invertendo un rullino di marcia positivo ma che le vede ancora perdenti rispetto alla quotazione avvenuta a dicembre del 2020. Da allora la piattaforma online di consegna cibo a domicilio statunitense ha perso oltre il 20%, risentendo soprattutto del calo degli ultimi 2 mesi, dopo aver raggiunto il picco di 257,25 dollari il 15 novembre dello scorso anno.

Nel complesso comunque si può dire che l'attività aziendale ha resistito molto bene durante tutto il 2021, allorché i ristoranti hanno riaperto battenti dopo le chiusure pandemiche. Ciò dimostra che ormai DoorDash ha acquisito una base di clienti, che pone le condizioni per un'ulteriore espansione nei prossimi anni.

 

DoorDash: ecco perché comprare le azioni

I rialzi delle quotazioni recenti di DoorDash hanno attirato l'attenzione di alcuni analisti, tra cui Mark Mahaney di Evercore, che ha alzato il suo rating sul titolo ad Outperform, fissando un prezzo obiettivo di 256 dollari da circa 143 attuali. L'esperto in particolare individua 4 ragioni per cui varrebbe la pena puntare sulle azioni DoorDash.

La prima consiste nella valutazione attuale del titolo. Quest'ultimo quota il 40% in meno rispetto al picco di novembre e presenta multipli interessanti. Infatti, il suo prezzo scambia a 6,6 volte le vendite stimate per il 2023 e a 0,8 volte il valore dell'ordine lordo previsto per lo stesso anno.

In secondo luogo l'attività dell'azienda è molto resistente alle mutazioni delle condizioni del Covid-19. In buona sostanza, anche quando i ristoranti hanno riaperto nel 2021 dopo il periodo pandemico di lockdown, l'attività si è mostrata in crescita. Questo grazie al servizio di abbonamento DashPass che compensa qualsiasi calo della domanda del settore e che oggi può far affidamento sulla fedeltà di 9 milioni di utenti.

Una terza motivazione per puntare sull'azienda americana consisterebbe nell'espansione della stessa oltre il mercato tradizionale. A oggi le consegne al di fuori del cibo preparato hanno raggiunto il 12% del totale e ci potrà essere un incremento del servizio logistico white label DoorDash Drive.

Inoltre, la società sta cercando di crescere a livello internazionale, come dimostra ad esempio l'acquisizione della piattaforma di consegna cibo e merci finlandese Wolt Delivery per 8 miliardi di dollari. Infine, Mahaney prevede un aumento del business da dicembre a marzo per effetto della diffusione della variante Omicron del Covid-19, che farà crescere la richiesta di cibo da asporto ordinato online.

 

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti