Kimura Trading

Apple: dopo il giorno degli iPhone12 oggi è quello di Steve Jobs

Il mondo Apple continua a tenere i fari puntati sulla sua iconica mela. Dopo aver presentato virtualmente, a causa dell’emergenza Covid-19, i suoi nuovi iPhone 12 in quattro versioni (Mini, iPhone 12 Mini, iPhone 12, 12 Pro e 12 Pro Max), oggi, 16 ottobre 2020, l’azienda guidata da Tim Cook si ritrova ad onorare una delle ricorrenze più sentite non solamente da tutta la società, ma anche dagli stessi fan della società e, in generale, da tutto il settore tecnologico e imprenditoriale: lo Steve Jobs Day.

Lo Steve Jobs Day è stato istituito nel 2011 dall'ex Governatore della California Jerry Brown per ricordare uno dei geni del 21esimo secolo, scomparso il 5 ottobre 2011. Non è un caso se l’azienda di Cupertino ha deciso immediatamente di affiancare il nome del suo co-fondatore a quello dell’auditorium dove si tengono gli eventi più importanti come la presentazione degli iPhone 12. Il colosso di Cupertino ha anche istituto una pagina web dedicata completamente a Jobs dove tutti scrivendo a una mail apposita possono lasciare un pensiero scritto in suo onore.
 

Steve Jobs day: l’impronta del genio

Partendo dal presupposto che la storia d’amore tra Steve Jobs ed Apple negli ultimi anni sia stata molto turbolenta a causa di diverse visioni imprenditoriali e per il suo carattere talvolta definito troppo scontroso - come ha più volte raccontato il suo amico e co-fondatore della Mela Steve Wozniak - è innegabile che Mr Jobs sia stato uno dei più grandi visionari della storia.

In molti ritengono che senza il suo ex Amministratore Delegato la società non riesca ad essere semplice e all’avanguardia come lui stesso desiderava (è stato in carica fino al 24 agosto 2011). Oltre a togliere il fiato durante le presentazioni dei nuovi prodotti, Jobs metteva direttamente le sue mani e il suo ingegno per dar vita al miglior prodotto tecnologico presente sul mercato.

Il suo ormai famoso, “siate affamati, siate folli”, non era solamente un invito a combattere e a credere alle proprie idee, ma il sunto del suo successo, della sua storia personale ed imprenditoriale, che lo ha portato a dover vendere nel 1976 il suo pulmino Volkswagen per dar vita alla Apple Computer.

L'azienda è poi diventata una delle più note e ricche al mondo e, nonostante la crisi da Covid-19, continua a crescere. Per citare alcuni numeri, negli ultimi sei mesi le azioni Apple hanno realizzato un incremento a Wall Street di quasi il 70%. E il trend non intende rallentare. 

Commemorare lo Steve Jobs Day non significa ricordare solamente uno dei personaggi più importanti della storia recente, ma anche a rammentare che tutti, in fondo, possono cambiare il mondo. Basta solamente essere affamati e folli.

0 - Commenti