Tod's: azioni sugli scudi con ingresso Ferragni nel CdA | Investire.biz
Kimura Trading

Tod's: azioni sugli scudi con ingresso Ferragni nel CdA

La notizia dell'ingresso dell'influencer Chiara Ferragni all'interno del Consiglio di Amministrazione di Tod's ha fatto prendere il volo al titolo in Borsa. Cosa fare?

Seduta scoppiettante a Piazza Affari per le azioni Tod’s. Il titolo della famiglia Della Valle al momento fa segnare un progresso dell’8,64% a 31,20 euro rispetto ai grazie 28,72 ieri della chiusura di ieri. Con l’allungo odierno il titolo si è riportato sui massimi dallo scorso 15 marzo. 

A trainare le quotazioni di Borsa di Tod’s la notizia dell’ingresso nel CdA della società di Chiara Ferragni, probabilmente l’influencer di maggior peso nel campo della moda a livello internazionale. Una nota del gruppo marchigiano ha motivato la nomina sottolineando Tod’s ritenga “sempre più importante occuparsi di impegno sociale, solidarietà verso il prossimo e sostenibilità nel rispetto dell’ambiente e del dialogo con le giovani generazioni”.

 

Tod's: con Ferragni sempre più attenzione alle nuove generazioni

Tod’s si è detta certa che la conoscenza della Ferragni del mondo dei giovani, unita all’esperienza dei membri del CdA “possa costruire un gruppo di pensiero dedicato a progetti focalizzati alla solidarietà verso gli altri, con forte attenzione al mondo giovanile che, mai come in questo momento, ha bisogno di essere ascoltato". La compagna di Fedez ha da poco avuto una figlia, Vittoria, secondo genita dopo Leone nato nel 2018 dall’unione con il cantante rap.

Inevitabile anche la soddisfazione di Chiara Ferragni per la nomina nel Consiglio di Amministrazione di una delle più note realtà del Made in Italy su scala internazionale. “Ringrazio Diego Della Valle per la fiducia e il rispetto che ha nei miei confronti come donna e manager. Unirmi al gruppo Tod’s significa dare voce alla mia generazione con una delle eccellenze dell’Italia nel mondo”, ha dichiarato l’influencer. Il gruppo Tod’s annovera al suo interno i marchi Tod's, Hogan, Fay e Roger Vivier.

“La conoscenza di Chiara del mondo dei giovani sarà sicuramente preziosa”, ha dichiarato Diego Della Valle, AD di Tod’s, sottolineando come “insieme cercheremo di costruire progetti solidali e di sostegno per chi ha più bisogno, sensibilizzando e coinvolgendo sempre di più le nuove generazioni in operazioni di questo tipo". Il manager marchigiano si è detto anche molto felice dell’ingresso dell’influencer nel Consiglio di Amministrazione dell’azienda.

Presieduto da Diego Della Valle, l’attuale CdA di Tod’s è composto dal Vice Presidente Andrea Della Valle e da 13 consiglieri: Luigi Abete, Maurizio Boscarato, Marilù Capparelli, Sveva Dalmasso, Emanuele Della Valle, Gabriele Del Torchio, Romina Guglielmetti, Umberto Macchi di Cellere, Emilio Macellari, Vincenzo Manes, Cinzia Oglio, Emanuela Prandelli, Pierfrancesco Saviotti. 

 

Tod's: cosa fare con le azioni?

Da un punto di vista grafico, il rialzo di oggi ha evidenziato la tenuta del duplice supporto a 28,32 euro, dove passano la trendline ottenuta collegando i minimi del 30 ottobre 2020 a quelli del 4 marzo 2021 e il livello orizzontale lasciato in eredità dai low del 27 marzo 2020.

Al momento l'obiettivo delle quotazioni sembra essere quello dei 31,97 euro, dove transitano la resistenza espressa dai top del 19 marzo a quelli del 14 dicembre 2020 e quella espressa dai massimi del 19 marzo 2020. 

Se questo ostacolo dovesse venire superato, si aprirebbero nuovi scenari positivi fino alla soglia psicologica dei 35 euro, dove verrebbe effettuata la chiusura del gap down aperto dal 24 febbraio 2020. Interessante evidenziare anche come la violazione dei prossimi livelli di concentrazione di offerta darebbe diversi segnali positivi in merito alla conclusione della tendenza ribassista dominante in quanto verrebbe completata la base in costruzione da marzo 2020. 

Al contrario, indicazioni negative arriverebbero dalla violazione dei supporti a 28,32 euro, in quanto finirebbe la progressione di minimi ascendenti in atto da fine ottobre dello scorso anno. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long sulla forza da 32,10 euro, con stop loss localizzato al di sotto dei 30 euro, metà della barra di estensione di oggi. L'obiettivo principale sarebbe invece identificabile a 35 euro, mentre quello finale a 37,50 euro. 

 

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti