Kimura Trading

Piaggio corre in Borsa con accordo a tre sull’elettrico

Titolo in evidenza a Piazza Affari dopo l’accordo con KTM, Honda e Yamaha per sviluppare batterie intercambiabili. Vediamo i dettagli e cosa dice l'analisi tecnica

Il Gruppo Piaggio, società operante nel settore scooter, moto e ciclomotori, ha sottoscritto infatti una lettera d’intenti con KTM, Honda Motor e Yamaha Motor per dare vita a un consorzio per sviluppare batterie intercambiabili per motocicli e veicoli elettrici leggeri. L’annuncio del nuovo progetto ha messo in evidenza il titolo a Borsa Italiana con le azioni che hanno aperto le contrattazioni in rialzo di oltre il 3%, al momento della scrittura a 3,23 euro (+2,99%).

Le quattro società hanno invitato tutti gli stakeholder che fossero interessati a collaborare a unirsi al progetto per ampliare le conoscenze e le competenze del consorzio. Come spiegato dal Gruppo Piaggio in una nota, l’accordo si inserisce nel contesto degli Accordi di Parigi firmati nel 2015 e degli sforzi per limitare l’innalzamento del riscaldamento globale. L’inizio delle attività è previsto per maggio 2021.

 

Verso standard tecnici sostenibili

La collaborazione nasce dalla convinzione delle quattro società che disporre di un sistema di batterie intercambiabili possa promuovere l’uso dei veicoli elettrici, contribuendo a rendere più sostenibile la gestione del ciclo di vita dei generatori usati nell’industria dei trasporti. Lavorando con gli stakeholder e gli enti regolatori a livello nazionale, europeo e internazionale, l’obiettivo dei fondatori del consorzio è quello di creare degli standard tecnici globali.

“Sottoscrivendo questa lettera di intenti le parti vogliono dare una risposta ai principali timori dei propri clienti e contribuire alla realizzazione delle priorità politiche legate al passaggio alla mobilità elettrica. L’introduzione di uno standard internazionale per un sistema di batterie intercambiabili garantirà l’efficienza di questa tecnologia, mettendola a disposizione dei consumatori. Infine, la forte cooperazione tra produttori e istituzioni consentirà al settore di affrontare al meglio le sfide del futuro della mobilità”, ha commentato Michele Colaninno, Chief of strategy and product del Gruppo Piaggio.

 

Piaggio in Borsa: analisi tecnica e strategie operative

La struttura tecnica delle azioni Piaggio è evidentemente orientata al rialzo. Dai minimi registrati a fine ottobre 2020 in area 2,02 euro per azione, i corsi hanno ripreso la via del rialzo formando un pattern di massimi e minimi crescenti.

Piaggio è uno di quei titoli che è riuscito a tornare ai livelli pre-Covid, recuperando il forte ribasso che si è palesato tra febbraio e marzo 2020. Nel breve termine la struttura tecnica ascendente potrebbe manifestare i primi segnali di cedimento con una rottura del supporto a 3 euro. In tal caso il successivo livello di concentrazione di domanda che potrebbe frenare la discesa sarebbe posto a 2,74 euro.

Anche se il titolo è impostato al rialzo, i livelli attuali che hanno superato i top a 10 anni, potrebbero fornire interessanti livelli di liquidazione per coloro che avevano già il titolo in portafoglio. Sarà dunque importante monitorare un eventuale cedimento dei 3 euro, livello al quale segnali di forza potrebbero rappresentare un buon punto dal quale implementare strategie long.

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti