Intel: compra Moovit, punta ai robotaxi e cerca strada in Borsa

  • Intel acquisisce Moovit per 900 milioni di dollari;
  • l’obiettivo principale è ampliare la propria offerta di veicoli automatizzati, in particolar modo i robotaxi;
  • l’acquisto avviene in un momento in cui le case automobilistiche hanno sospeso i progetti di guida autonoma a causa della pandemia da coronavirus.

Intel ha annunciato l’acquisizione della startup israeliana Moovit per 900 milioni di dollari. Moovit è una società specializzata nel fornire informazioni per la pianificazione del tragitto, aiutando a scegliere opportunamente i mezzi, con particolare attenzione al trasporto pubblico. La tecnologia di Moovit verrà utilizzata da Intel per espandere i servizi di Mobileye, la propria società che si occupa delle auto a guida autonoma. La startup israeliana continuerà comunque a fornire tutti i servizi che stava erogando prima dell’acquisizione.

Attraverso Mobileye, Intel intende completare la propria offerta nell’ambito dell’automotive automatico, focalizzandosi in particolar modo sulla diffusione dei robotaxi. Attualmente Mobileye conta già 60 milioni di veicoli automatici in tutto il mondo, mentre il business dei robotaxi è ancora in una fase iniziale ma con un mercato enorme a disposizione.

Secondo il management di Intel, la multinazionale californiana ha a disposizione una tecnologia in grado di migliorare la vita delle persone, rendendole più sicure e stravolgendo completamente le logiche di trasporto. L’operazione di acquisizione è molto interessante in quanto Intel si è mossa in modo deciso nell’ambito della mobilità autonoma, proprio in un periodo in cui molte case automobilistiche hanno momentaneamente accantonato i propri progetti a causa della frenata economica causata dalla pandemia da Coronavirus.

Alcune realtà, come Ford e Voyage, hanno addiruttra deciso di ridurre o accantonare per il momento le attività di automazione. Viceversa, con l'acquisizione di Moovit Intel ha lanciato un forte segnale al mercato: in un periodo in cui la mobilità si è drasticamente ridotta per le restrizioni dovute al Covid-19 e in cui sono in atto dei fortissimi rallentamenti dell’economia, la società punta molto sul settore della guida autonoma per il proprio sviluppo futuro. Anche perchè Moovit è alle prese con gli stessi problemi, e li sta affrontando con la messa a punto di servizi focalizzati sul Covid-19, per aiutare i propri clienti che devono comunque spostarsi quotidianamente.

Azioni Intel: uscire dalla lateralità per iniziare un nuovo trend

La azioni di Intel sono quotate al NASDAQ di New York. I titoli della società californiana hanno intrapreso un trend al rialzo dai minimi di metà marzo registrati a 43,63 dollari per azione. Il movimento ha portato le quotazioni al di sopra della media mobile a 200 giorni. Durante il mese di aprile si è poi sviluppata una fase laterale compresa nella fascia tra area 55,93 e 62,13 dollari. A questo punto, un nuovo impulso alle quotazioni del titolo verranno con la fuoriuscita al rialzo o al  ribasso tal trading range indicato. Qualora le azioni Intel trovassero la forza per rompere al rialzo, il titolo metterebbe nel mirino i massimi degli ultimi 19 anni raggiunti nel mese di gennaio 2020. Da un punto di vista di trading, l'analisi del daily chart permette di individuare i seguenti livelli chiave per strategie operative long e short: 

Long

Ingresso: breakout area 62,13 USD
Stop: appena al di sotto di 55,93 USD
1° Target: area 64,04 USD 2° target: area 69,29 USD.

Short

Ingresso: breakout area 55,93 USD
Stop: appena al di sopra di 62,13 USD
1° Target: area 51,22 USD 2° target: area 45,47 USD.

2 - Commenti

Fabio Di fiore

Fabio Di fiore - 06 maggio 19:01 Rispondi

Gianmarco Bini

Gianmarco Bini - 06 maggio 19:27 Rispondi