Azioni Ferrari: buy o sell sul titolo a Piazza Affari? | Investire.biz

Azioni Ferrari: buy o sell sul titolo a Piazza Affari?

25 nov 2022 - 17:30

25 nov 2022 - 17:30

Cosa fare con le azioni Ferrari in Borsa? Vediamo il quadro grafico e come operare sul Cavallino Rampante secondo l’analisi tecnica, a commissioni zero

Ferrari è tra i titoli maggiormente monitorati di recente tra quelli del FTSE Mib a Piazza Affari. A inizio mese la società ha comunicato i risultati dei primi nove mesi dell’anno, periodo che è stato terminato dal Cavallino Rampanete con ricavi e redditività in forte miglioramento, anche se la marginalità ha subito una flessione.

Nel dettaglio, l’azienda ha chiuso il periodo gennaio-settembre 2022 con ricavi netti per 3,73 miliardi di euro (+20% rispetto ai 3,1 miliardi registrati nel medesimo periodo dello scorso anno, +17% a cambi costanti). Nei primi nove mesi Ferrari ha consegnato 9.894 vetture (+21% a/a).

Il margine operativo lordo adjusted è aumentato del 15% a 1,3 miliardi di euro, mentre la marginalità ha subito una flessione al 35%. Il risultato operativo adjusted si è attestato a 929 milioni di euro (+15% su base annua), con un margine sui ricavi al 24,9% dal 26,2% dello stesso periodo del 2021. L’utile netto si è attestato a 718 milioni di euro (+16% rispetto ai 619 milioni del 2021)

Guardando il solo terzo trimestre di quest’anno, i ricavi sono aumentati a 1,25 miliardi di euro (+18,7%), con un incremento delle vendite del 16%. A cambi costanti il fatturato trimestrale sarebbe aumentato del 13%. Il margine operativo lordo adjusted è salito del 17% a 435 milioni di euro, con una marginalità del 34,8%, mentre l’utile netto adjusted a 228 milioni di euro.

La società ha rivisto nuovamente al rialzo le stime per l’esercizio in corso. Ferrari ora prevede di chiudere l’anno con ricavi a circa 5 miliardi di euro, rispetto alla precedente indicazione di 4,9 miliardi. Il margine operativo lordo adjusted dovrebbe superare gli 1,73 miliardi di euro (precedentemente nella forchetta di 1,7-1,73 miliardi), con una marginalità nell’ordine del 35%.

Il risultato operativo adjusted è visto a oltre 1,18 miliardi di euro, mentre l’utile netto per azione adjusted a 5 euro (precedentemente tra 4,8 e 4,9 euro). Vediamo ora il quadro grafico e l’operatività secondo l’analisi tecnica.

 

Analisi tecnica e strategie operative su Ferrari


Il quadro tecnico di Ferrari è impostato al rialzo nel breve periodo. Dopo aver raggiunto un minimo in area 183 euro i prezzi hanno dato vita ad un trend rialzista, come si può notare dal pattern di massimi e minimi crescenti tuttora in essere sul grafico giornaliero.

I corsi ora si trovano in prossimità dell’importante resistenza statica che conta i massimi registrati ad aprile e agosto 2022 compresa tra i 213 e i 215 euro per azione. Se si dovesse verificare un movimento correttivo da quest’area di concentrazione di offerta, segnali di forza in area 204-200 euro potrebbero essere sfruttati per entrare a mercato in direzione long.

In questo caso il target potrebbe essere identificato in area 215 euro, massimi segnati lo scorso agosto. La struttura tecnica muterebbe a favore dei venditori con una violazione stabile dei 200 euro, movimento che potrebbe trasportare i corsi al test dei minimi di ottobre a 183 euro.

 

Vuoi fare trading sulle azioni Ferrari?


Apri un conto con il broker www.kimuratrading.com e fai trading sulle azioni Ferrari e su altri titoli italiani a commissioni ZERO.

Apri un conto REALE da QUI.

Richiedi un conto DEMO gratuito da QUI.

 

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

0 - Commenti