Kimura Trading

Veicoli elettrici: ecco dove investe Warren Buffett

Il miliardario americano ha deciso di puntare sulle auto elettriche con una nuova startup innovativa. Vediamo chi è e se ci sono le condizioni per acquistare le azioni

Warren Buffett ha rotto gli indugi ed è entrato a pieno titolo nel mondo dei veicoli elettrici. Nella giornata di ieri Forest River, azienda americana produttrice di veicoli commerciali e ricreativi che fa parte del gruppo Berkshire Hathaway, ha stipulato una partnership con GreenPower Motor Company, produttore di autobus elettrici.

In base all'accordo, Forest acquisterà fino a 150 telai GreenPower per costruire una linea di autobus navetta e di veicoli commerciali a partire dal primo trimestre del 2021. Le prime 6 consegne avverranno proprio in questo periodo, il resto sarà stabilito in seguito.

L'oracolo di Omaha quindi è intenzionato a seguire il trend in corso della transizione energetica, sebbene a certe incursioni non è nuovo per la verità. Un'altra società controllata da Berkshire, Fontaine Modification, costruisce camion con celle a combustibile per Hyzon Motors, che si sta per quotare in Borsa dopo la fusione con la SPAC Decarbonization Plus Acquisition.

 

Green Power Motor Company: chi è e che cosa fa

Green Power Motor Company è una società canadese fondata nel 2007 che si è specializzata nella fabbricazione di bus elettrici. La gamma dei prodotti dell'azienda con sede a Vancouver spazia dagli autobus di transito, agli scuolabus, alle navette e agli autobus a due piani.

Il primo nuselettrico EV Star è stato consegnato nel 2018 e venduto poi a numerosi clienti, tra cui UC San Francisco, il porto di Oakland, Sacramento Regional Transit, Creative Bus Sales e altri. A differenza dei competitor, EV Star è stato progettato intorno al sistema di propulsione, mentre gli altri prendono un telaio esistente e lo convertono in un veicolo a emissioni zero di CO2. L'aspettativa di vita del veicolo di GreenPower è di circa 10 anni e questo fa dell'azienda il leader assoluto nel settore.

Oltre a questo, GreenPower produce altri veicoli elettrici, come: EV Star Plus, con una capacità di posti a sedere fino a 24 passeggeri; EV Star CarFo, furgone multiuso con 1 posto a sedere, a cui se ne possono aggiungere altri; EV Star CarGo Plus, che ha 2 posti e il cancello di sollevamento optional; EV Star CC, che è il telaio con doppi pneumatici e contiene fino a 3 posti a sedere; BEAST, che sta per Battery Electric Automotive School Transportation, veicolo costruito essenzialmente per gli scuolabus. 

Nelle ultime settimane, la società ha effettuato consegne di veicoli nella città di Vancouver e la sua prima spedizione di autobus autonomo a Jacksonville, in Florida, che prevede di utilizzarlo per sostituire un treno ferroviario fisso.

 

Green Power Motor Company: conviene comprare le azioni?

Un appoggio così prezioso come quello di Warren Buffett sicuramente darà ancora maggiore propulsione al titolo Green Power che al NASDAQ nell'ultimo anno ha fatto qualcosa come il 1.540%. Ieri la seduta si è chiusa in negativo con una flessione del 4,6%, ma ancora non era stata annunciata la notizia.

Infatti nel pre-market le azioni del produttore di bus elettrici salgono del 12%. La società capitalizza 600 miliardi di dollari e gran parte degli analisti si trova in posizione buy nei confronti del titolo.

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Investire.biz manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

4 - Commenti

mauro carzeri

mauro carzeri - 12 febbraio 16:39 Rispondi

DANDO

DANDO - 15 febbraio 14:09 Rispondi

Johnny Zotti

Johnny Zotti - 15 febbraio 10:38 Rispondi

mauro carzeri

mauro carzeri - 15 febbraio 17:21 Rispondi