Delta Air Lines: un miliardo di dollari per le zero emissioni

  • Delta Air Lines vuole diventare la prima compagnia aerea a zero emissioni entro dieci anni, investendo 1 miliardo di dollari in progetti sostenibili;
  • l’investimento inizierà da marzo del 2020 e coinvolgerà tutte le attività dell’azienda, sia in volo che a terra;
  • nel quarto trimestre del 2019, Delta Air Lines ha battuto le stime degli analisti, sia per quanto riguarda gli utili che per i ricavi.

A partire da marzo del 2020, Delta Air Lines investirà 1 miliardo di dollari per raggiungere l'impatto zero sull’ambiente. Il piano della compagnia aerea statunitense, una delle più importanti al mondo, si svilupperà su un orizzonte temporale di dieci anni. In questo lasso di tempo la società USA quotata a Wall Street intende sviluppare tecnologie sempre più all’avanguardia, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di anidride carbonica fino ad azzerarle. I vertici aziendali ritengono che i progetti in atto, volti alla sostenibilità ambientale, siano di vitale importanza sia per cercare di tutelare il futuro del mondo, sia per contribuire all’accrescimento del proprio business nei prossimi decenni. Il percorso di riduzione dell'impatto ambientale che sta sviluppando Delta Air Lines interesseranno sia le attività di volo che per quelle di terra. L’ambizione della società è quella di diventare la prima compagnia aerea al mondo ad azzerare le emissioni.

Trimestrali: stime degli analisti battute

Se quello dell'obiettivo emissioni zero è un traguardo ambizioso ma soprattuto di lungo periodo, i dati di bilancio sembrano premiare già da ora il management. Nel quarto trimestre del 2019 Delta Air Lines ha infatti battuto le stime degli analisti grazie a utili per azione pari a 1,70 dollari, contro gli 1,40 dollari prospettati dagli analisti. Leggermente meglio delle stime anche il fatturato, attestatosi a 11,44 miliardi di dollari nell'ultimo quarto dello scorso anno. Si tratta di un miglioramento del 6,5% sullo stesso periodo del 2018. A sostenere i risultati sono stati due elementi su tutti: il basso costo del carburante, elemento che dovrebbe avere ricadute positive anche nel primo quarto del 2020 vedendo le attuali quotazioni del petrolio, e l’aumento delle richieste di viaggio, soprattutto con biglietti premium più costosi.

Il titolo a Wall Street e i livelli di trading di breve e medio termine

Le azioni di Delta Air Lines a Wall Street si trovano in un trend di lungo periodo che è rialzista ormai dalla fine del 2012, così come si può osservare dal grafico settimanale. Da allora si è assistito a una forte crescita delle quotazioni fino al 2015, trend che si è successivamente affievolito senza tuttavia intaccare la sua impostazione rialzista. Osservando il grafico con time frame settimanale, vediamo dunque quali sono i prezzi da monitorare per un’operatività di lungo periodo.

Long:

Ingresso: breakout area 62,48 dollari
Stop: appena al di sotto di 55,43 dollari
1° Target: area 63,44 dollari 2° target: trailing profit.

Short:

Ingresso: breakout area 55,43 dollari
Stop: appena al di sopra di area 62,48 dollari
1° Target: area 54,54 dollari 2° target: area 51,07 dollari.

Sull’orizzonte temporale giornaliero il titolo Delta Air Lines, dopo il forte gap up, con un deciso incremento dei volumi, fatto registrare il 14 gennaio 2020, nella seconda metà del mese ha subito una repentina discesa, trovando poi un buon supporto in area 55,4 dollari, da cui si è riportato sopra la media mobile a 200 giorni. I livelli chiave sul grafico giornaliero sono:

Long:

Ingresso: breakout area 60,03 dollari
Stop: appena al di sotto di 57,43 dollari
1° Target: area 62,48 dollari 2° target: area 63,44 dollari.

Short:

Ingresso: breakout area 57,43 dollari
Stop: appena al di sopra di area 60,03 dollari
1° Target: area 55,43 dollari 2° target: area 54,54 dollari.

0 - Commenti