Coronavirus: trading su 2 titoli coinvolti nella sperimentazione

  • Sanofi e Regeneron Pharmaceuticals hanno avviato la sperimentazione del farmaco Kevzara su 300 pazienti gravi da coronavirus in Europa;
  • Kevzara è utilizzato per l’artrite reumatoide ma potrebbe essere utile per contenere l’eccessiva risposta immunitaria dei pazienti affetti da Covid-19;
  • l’obiettivo del farmaco è quello di bloccare il propagarsi dell’infiammazione dei polmoni prima che provochi danni irreversibili.

Sanofi e Regeneron Pharmaceuticals hanno iniziato il test del farmaco Kevzara su 300 pazienti affetti in modo grave da Coronavirus. Questa fase di test è in corso in Europa, anche in Italia, e serve a valutare l'efficacia del fermaco nel neutralizzare l’infiammazione che può portare alla distruzione dei polmoni. Usualmente impiegato per contrastare le malattie reumatiche, Il farmaco Kevzara è un anticorpo umano che serve per attutire la reazione immunitaria che diventa esplosiva in alcuni individui, e quindi può portare a danneggiare irrimediabilmente alcuni organi.

La stessa risposta immunitaria violenta avviene anche quando i polmoni vengono attaccati dal Coronavirus. L'idea della comunità scientifica è che il Kevzara possa essere utile per rallentare l’infezione e di conseguenza essere di aiuto per salvare la vita del paziente. Il programma di test è già iniziato negli Stati Uniti due settimane fa e Sanofi ha deciso di estenderlo anche al di fuori dei confini americani.

Sanofi

La società farmaceutica francese nata dalla fusione del 2004 tra Sanofi-Synthélabo e Aventis è quotata principalmente all’Euronext di Parigi. Dopo aver toccato i minimi a due anni lo scorso 16 marzo a 67,65 euro, ore le quotazioni del titolo stanno sviluppando un rimbalzo. Il rialzo di breve periodo è caratterizzato da volumi sostenuti ed elevata volatilità, con i prezzi delle azioni che stanno ritornando verso la media mobile a 200 giorni, violentemente violata al ribasso in precedenza. Da un punto di vista operativo, i livelli di trading chiave per dei possibili ingressi sul time frame daily al rialzo o al ribasso sono:

Long

Ingresso: breakout  area 81,10 euro
Stop loss: al di sotto del minimo relativo precedente
1° Target: area 82,40 euro 2° target: area 84,78 euro.

Short

Ingresso: breakout  area 69,89 euro
Stop loss: appena al di sopra del massimo relativo precedente
1° Target: area 67,65 euro 2° target: trailing profit.

 

Regeneron Pharmaceuticals

Regeneron Pharmaceuticals è un’azienda statunitense quotata al Nasdaq. Specializzata nel settore delle biotecnologie e con un focus specifico sulla soluzione di malattie gravi, le azioni della società  non hanno risentito del crollo dei listini generato dell’espandersi della pandemia da Coronavirus. Il trend al rialzo di medio periodo iniziato a ottobre 2019 non è stato intaccato negativamente dal crollo di Wall Street. Grazie anche all'impegno in prima linea alla lotta al Covid-19, quando l’emergenza si è diffusa in Europa il titolo è cresciuto con un considerevole aumento dei volumi e della volatilità. Da un punto di vista operativo, vediamo i possibili livelli di trading long e short individuati sul grafico con un time frame giornaliero:

Long

Ingresso: breakout con chiusura oltre area 500 dollari
Stop loss: al di sotto del minimo relativo precedente
Target: Trailing profit.

Short

Ingresso: breakout  area 418 dollari
Stop loss: appena al di sopra del massimo relativo precedente
1° Target: area 386,84 dollari 2° target: 377,74 dollari.

1 - Commento

Andrea Provini

Andrea Provini - 31 marzo 16:59 Rispondi